Avenged Sevenfold

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avenged Sevenfold
Gli Avenged Sevenfold in concerto al Sonisphere Festival nel 2009
Gli Avenged Sevenfold in concerto al Sonisphere Festival nel 2009
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Heavy metal[1][2][3]
Alternative metal[2]
Metalcore[1][4]
NWOAHM[1]
Post-hardcore[2]
Emo[2][5]
Periodo di attività 1999 – in attività
Etichetta Goodlife Recording
Hopeless Records
Warner Bros. Records
Album pubblicati 7
Studio 6
Live 1
Sito web
AvengedSevnfoldLogo.jpg

Gli Avenged Sevenfold (spesso abbreviati in A7X) sono un gruppo musicale heavy metal formato nel 1999 a Huntington Beach, California. Il gruppo ha esordito nel 2001 con Sounding the Seventh Trumpet, proponendo sonorità metalcore;[4] con la pubblicazione di City of Evil (2005), il gruppo si è indirizzato su sonorità maggiormente ispirate all'heavy metal.

Il nome del gruppo deriva da un riferimento biblico: nel libro della Genesi, capitolo 4, Caino è condannato a vivere in esilio, ma chiunque tenti di ucciderlo sarà a sua volta "punito sette volte tanto", espressione resa in lingua inglese proprio dalla frase "If Cain will be avenged sevenfold, truly Lamech seventy and sevenfold".[6]

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni (1999-2001)[modifica | modifica wikitesto]

Gli Avenged Sevenfold furono fondati nel 1999 dal cantante M. Shadows che, dopo aver lasciato il suo ex gruppo nel quale suonava il basso, fondò il gruppo insieme a un suo compagno di classe, The Rev, e a Zacky Vengeance, con cui condivideva da alcuni anni lezioni private di chitarra. Il gruppo, attraverso alcune prove e piccole esibizioni, trovò presto la sua identità musicale, optando per un ritmo metalcore caratterizzato dalla voce nasale di M. Shadows e dalla veloce batteria di The Rev, accompagnate dalle ritmiche di Zacky Vengeance e dai giri di basso di Justin Meacham.

Nel 2001 Justin Meacham abbandonò il gruppo e fu sostituito da Dameon Ash. Nello stesso periodo entrò in formazione il chitarrista Synyster Gates, musicista influenzato da gruppi come Pantera e Dream Theater che contribuì ad ampliare il sound degli Avenged Sevenfold attraverso riff di chitarra più complessi e vari assoli.

Sounding the Seventh Trumpet e Waking the Fallen (2001-2004)[modifica | modifica wikitesto]

Raggiunta una formazione stabile, gli Avenged Sevenfold pubblicarono alcuni demo, che assicurarono loro una maggiore notorietà e l'ingaggio da parte dell'etichetta discografica Goodlife Recording. Il 24 luglio 2001 il gruppo pubblicò il primo album, intitolato Sounding the Seventh Trumpet. Tale disco ottenne un discreto numero di vendite e una buona attenzione dai media, tali da assicurare al gruppo una tournée promozionale negli Stati Uniti.

Nel 2002 Dameon Ash abbandonò il gruppo e venne sostituito da Johnny Christ. Con questa nuova formazione, gli Avenged Sevenfold iniziarono una lunga serie di concerti e apparizioni a festival musicali che durò quasi un anno e si concluse con l'importante partecipazione al Vans Warped Tour 2003. Nel 2003 il gruppo concluse il contratto con la Goodlife Recording per stipularne uno nuovo con la Hopeless Records, con la quale pubblicò l'album Waking the Fallen, uscito il 26 agosto dello stesso anno. Il disco entrò alla posizione numero 12 della classifica Billboard e vendette un totale di 175.000 copie, ricevendo giudizi positivi da parte della critica. La rinomata rivista Rolling Stone dedicò al gruppo un'ampia pagina di elogi e, anche grazie a questo articolo, gli Avenged Sevenfold ottennero il definitivo interessamento dei media e del pubblico. Il gruppo partì immediatamente per un nuovo tour in America, della durata di quasi un anno, che vide il raggiungimento del tutto esaurito ad ogni esibizione del gruppo.

City of Evil (2005)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 il cantante M. Shadows venne operato per problemi alle corde vocali che ne limitavano le prestazioni canore. L'intervento, giudicato semplice dai medici, venne considerato riuscito. Nel 2005 gli Avenged Sevenfold hanno firmato un contratto con la Warner Bros. Records, pubblicando il 7 giugno il terzo album City of Evil. Il disco è caratterizzato dall'abbandono delle sonorità metalcore da parte del gruppo, il quale si è avvicinato a un sound tendente all'hard rock e all'heavy metal. La musica prodotta dalla band divenne così più melodica, grazie anche al forzato abbandono delle tonalità hardcore e delle cantate urlate, e furono messi maggiormente in risalto il talento e le loro influenze musicali dei componenti della band, quest'ultime targate principalmente Pantera, Metallica, Guns N' Roses, Misfits, Iron Maiden e Bad Religion.

Terminata una lunga tournée promozionale, nel 2006 il gruppo si unì al tour europeo dei Metallica e a quello dei Coheed and Cambria, per poi partecipare per la prima volta all'Ozzfest 2006, ottenendo un ottimo appoggio da parte di un pubblico entusiasta delle loro esibizioni. Durante questi show gli Avenged Sevenfold inserirono nella scaletta delle canzoni la reinterpretazione di Walk dei Pantera, che suonarono in memoria del defunto chitarrista Dimebag Darrel, al quale il gruppo aveva anche dedicato la canzone Betrayed contenuta in City of Evil.

Sempre nel 2006 la band vinse il premio "Best New Artist" agli MTV Video Music Awards e partecipò al tour europeo dei Bleeding Through,[7] non portandolo però a termine.

Avenged Sevenfold (2007-2009)[modifica | modifica wikitesto]

La band decise infatti di cancellare le ultime date invernali con i Bleeding Through per iniziare a pianificare e produrre le tracce per un nuovo disco, la cui uscita è avvenuta il 31 ottobre 2007. Il disco, dal titolo omonimo, ha presentato un sound totalmente rinnovato, ancora più fuori dagli schemi e vicino all'alternative metal.

Il 14 settembre 2008 la band ha pubblicato il CD/DVD Live in the LBC & Diamonds in the Rough, contenente sia l'esibizione alla Long Beach Arena tenuta dal gruppo durante il Taste Of Chaos Tour che un CD contenente alcuni brani inediti, tra cui la cover di Walk dei Pantera, Flash of the Blade degli Iron Maiden, e le versioni alternative di Afterlife e Almost Easy. La sonorità del CD è nettamente meno sperimentale dell'ultimo album e presenta caratteristiche più vicine all'hard rock.

Nei mesi finali del 2008 la band ha dovuto fermare il proprio ciclo di tour a causa di un problema alle corde vocali del cantante M. Shadows con un comunicato del chitarrista Synyster Gates. Ma subito nel febbraio 2009 hanno iniziato un nuovo tour con Papa Roach, Buckcherry e Saving Abel, a testimonianza che la salute di M. Shadows si è di nuovo ristabilizzata.

Durante la primavera/estate del 2009, gli Avenged Sevenfold, finito il tour americano, sono tornati in studio per iniziare a scrivere il nuovo album; nel contempo hanno partecipato al Festival Rock on the Range in Ohio, nel maggio 2009, hanno aperto gli show dei Metallica in Messico nel giugno 2009, a Dublino il 1º e il 2 agosto 2009 al Sonisphere Festival a Knebworth.

Il 7 novembre 2009 Zacky Vengeance ha fornito un aggiornamento sul nuovo album, descritto come "l'album più personale ed epico mai fatto dagli Avenged Sevenfold", fortemente influenzato dagli avvenimenti attuali nel mondo.[8]

La morte di The Rev, Nightmare (2009-2010)[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 dicembre 2009 il batterista del gruppo The Rev, a soli 28 anni, viene trovato senza vita nella sua abitazione dai vigili del fuoco. I genitori del batterista hanno confermato che il decesso è stato causato da un arresto cardiaco, nel sonno. In seguito, i risultati dell'autopsia affermano che il giovane batterista è deceduto a causa di un'overdose provocata da un mix di farmaci a lui prescritti mischiati con alcool.

Il funerale di James "The Rev" Sullivan è stato celebrato in forma privata il 6 gennaio 2010 nella sua Huntington Beach. Al funerale hanno presenziato, oltre ai membri della band e familiari, anche amici di altre band come Good Charlotte, Lostprophets, Atreyu e My Chemical Romance.

Il 16 gennaio 2010 M. Shadows ha pubblicato un lungo comunicato sul sito ufficiale del gruppo, ringraziando i fan per il supporto e la vicinanza. Proseguendo descrive i 18 anni passati con James Sullivan, dall'infanzia fino ai tempi recenti. Nella conclusione della lettera Shadows ha parlato del futuro del gruppo:[9]

« Per noi che siamo rimasti, ci siamo schiariti le idee su quel che dobbiamo fare. Avevamo appena finito di scrivere un album insieme al nostro amico. Non posso dirvi cosa ci riserva il futuro a lungo termine, è una cosa troppo dolorosa a cui pensare, ma so che dobbiamo registrare questo disco e farlo avere alla gente, in onore di Jimmy, per Jimmy. Ogni sera mi chiamava per parlare delle canzoni e mi diceva "Sta roba sconvolgerà il mondo", e io ero d'accordo. Sfortunatamente, nessuno immaginava che sarebbe stato per questi motivi. Abbiate pazienza con noi, non ho idea di quanto ci metteremo a registrarlo e di quanto sarà doloroso tutto il processo, ma sappiamo che dobbiamo farlo in sua memoria. Dopo questo, chissà cosa succederà? Sono sicuro che Jimmy ci aiuterà a prendere una decisione, quando sarà il momento. »

Il 17 febbraio 2010 la band con un comunicato ufficiale annuncia l'inizio delle registrazione del nuovo album in onore di The Rev con l'allora batterista dei Dream Theater Mike Portnoy. Al riguardo, M. Shadows ha commentato:

« Abbiamo chiesto al batterista preferito di Jimmy, Mike Portnoy, di registrare con noi in nome di Jimmy. Mike ha accettato dicendo che sarebbe stato un onore e senza dubbi, quello che Jimmy avrebbe voluto. [...] Anche se non sarà mai la stessa cosa senza il nostro fratello accanto, la sua essenza vive nei nostri cuori e attraverso la musica che ha contribuito a creare. Era una leggenda prima di qualsiasi successo o di una qualsiasi di queste stronzate, siamo entusiasti di registrare questo materiale per i nostri fan, e soprattutto, per Jimmy. »

Dopo una sola settimana, Mike Portnoy, tramite un comunicato ufficiale, annuncia che ha terminato il lavoro di registrazione delle parti di batteria. Il 17 aprile Zacky Vengeance ha annunciato attraverso la pagina Twitter del gruppo che le registrazioni dell'album sono state completate. Il 4 maggio 2010 Vengeance ha annunciato che Mike Portnoy sarebbe stato il batterista degli Avenged Sevenfold per il 2010 e per tutta la durata del tour mondiale previsto tra il 2010 e il 2011.

Il 18 maggio 2010 è stato pubblicato Nightmare, singolo apripista del quinto album in studio del gruppo. Quest'ultimo, intitolato anch'esso Nightmare, è stato dedicato alla memoria di The Rev ed è stato pubblicato il 27 luglio 2010, riscuotendo subito un grande successo sia negli Stati Uniti (paese nel quale ha conquistato la prima posizione) che nel resto del mondo, aggiudicandosi le vette della classifiche rock dei vari continenti e singoli paesi.

Eventi recenti, Hail to the King (2011-presente)[modifica | modifica wikitesto]

A inizio maggio 2011 gli Avenged Sevenfold hanno pubblicato il singolo Not Ready to Die, creato come colonna sonora della mappa Zombie "Call of The Dead" di Call of Duty: Black Ops. Essa contiene una parte della traccia di Abra Cadavre di Elena Siegman. Al progetto di creazione e sviluppo ha partecipato in prime line Arin Ilejay, potendo considerare tale traccia come prima vera creazione come componente ufficiale del gruppo. In un'intervista, pubblicata dopo la fine del tour in supporto a Nightmare, il frontman del gruppo afferma che si prenderanno, come al solito, un periodo di riposo prima di cominciare a pensare al settimo album. In questa stessa intervista, viene anche commentato positivamente il lavoro svolto da Ilejay durante i concerti del recente tour.

In un'intervista il gruppo ha dichiarato che continuerà a fare tour fino all'estate 2012, dopodiché avrebbe preso almeno sei mesi di riposo per riordinare le idee e non fare la fine delle band che perdono il loro slancio per il continuo circolo tour per due anni-registra il nuovo album. Quanto al futuro di Ilejay, gli Avenged Sevenfold hanno dichiarato che lo trovano un ottimo batterista e un grande amico ma devono ancora decidere in base anche alle idee che potrà portare in studio se potrà restare a tempo pieno nella band.

Il 24 settembre 2012 è stato pubblicato un altro singolo, intitolato Carry On ed incluso nella colonna sonora del videogioco Call of Duty: Black Ops 2. Il 13 novembre 2012, in occasione della pubblicazione del videogioco, il gruppo ha pubblicato il videoclip del brano,[10] sviluppato dalla Treyarch creando delle versioni "computerizzate" dei componenti del gruppo ad eccezione del batterista Arin Ilejay, che è stato sostituito da uno dei personaggi del gioco). Tale video è anche visibile nel gioco una volta terminata la Modalità Campagna.

Il 20 dicembre gli Avenged Sevenfold hanno annunciato che sarebbero tornati in studio verso gennaio 2013 per registrare un nuovo album.[11][12] Il 27 giugno è stato rivelato il titolo dell'album, Hail to the King, e la data di pubblicazione, fissata per il 27 agosto. Anticipato dall'omonimo singolo, pubblicato il 13 luglio, l'album è stato prodotto da Mike Elizondo. Il 10 agosto 2013 M. Shadows ha ufficializzato l'ingresso di Ilejay all'interno del gruppo, mentre tre giorni più tardi il cantante ha annunciato che è in sviluppo un gioco ispirato al nuovo album, che sarà disponibile per iOS e Android. Inoltre, è stata prodotta una mini-serie TV animata, ispirata anch'essa all'album.[13]

Il 3 settembre, dopo appena una settimana dall'uscita, Hail to the King raggiunge la prima posizione della Billboard 200, divenendo così il secondo album della band a raggiungere tale posizione (l'altro album è stato Nightmare). Nella stessa settimana, l'album scala le classifiche di tutto il mondo: 1º posto in America, UK, Canada, Messico, Brasile ed Irlanda; 2º posto in Finlandia e Australia; 3º posto in Nuova Zelanda; 4º posto in Germania; 6º posto nei Paesi Bassi e 8º posto in Italia. In questo periodo viene annunciato il secondo singolo ufficiale tratto da Hail to the King: "Shepherd of Fire", che verrà però pubblicato soltanto a inizio novembre accompagnato dal relativo video.

Da luglio 2013 la band torna in tour facendo tappa nei principali festival statunitensi proseguendo poi in Canada e altre città americane fino al Rock in Rio, supportati da Deftones e Ghost BC che li terrà occupati per tutto il mese di ottobre. A novembre 2013 inizia il tour europeo, che tocca 13 stati, registrando più di un sold out.

La serie animata viene pubblicata a metà dicembre: composta da 6 episodi pubblicati contemporaneamente, va ad anticipare il videogame Hail to the King: Deathbat la cui uscita è prevista per l'estate 2014.

Il 26 agosto 2014 è stata pubblicata la riedizione di Waking the Fallen, denominata Waking the Fallen: Resurrected e costituita da un secondo disco che racchiude demo e pezzi eseguiti dal vivo appartenenti a quell'album più un DVD che racchiude tre videoclip un documentario.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Gli Avenged Sevenfold sono stati a lungo criticati negli Stati Uniti per aver cercato di promuovere, secondo quanto espresso da alcuni critici musicali, i loro ideali politici e religiosi attraverso i testi delle loro canzoni.

Riguardo alla politica, la canzone che fu maggiormente attaccata fu M.I.A., contenuta nell'album City of Evil, in cui la band denuncia le atrocità della guerra in Iraq sotto il punto di vista del soldato americano, attaccando in parte il governo con frasi immediate come:

(EN)

« Fight for honor, fight for your life.
Pray to God that your side is right »

(IT)

« Lotta per l'onore, lotta per la tua vita.
Prega Dio che il tuo lato sia quello giusto. »

(M.I.A., Avenged Sevenfold)

e ancora:

(EN)

« A murderer walks your streets tonight.
Forgive me for my crimes; don't forget that I was so young.
Fought so scared in the name of God and Country. »

(IT)

« Un assassino calca le tue strade stanotte.
Perdonami per i miei crimini, non scordare che ero così giovane.
Combattei così spaventato nel nome di Dio e della Patria. »

(M.I.A., Avenged Sevenfold)

Riguardo ai temi religiosi, oltre al nome stesso del gruppo e a varie frasi contenute all'interno delle loro canzoni, finirono nel mirino dei critici i titoli di due tracce degli Avenged Sevenfold, Chapter Four e Beast and the Harlot. La prima è legata al capitolo IV della Genesi, in cui prende forma la storia di Caino e Abele, e la seconda deriva invece dal libro dell'Apocalisse, riferendosi alla punizione di Babilonia e alla distruzione della nazione pagana. A causa di questi riferimenti gli Avenged Sevenfold furono anche a lungo etichettati dalla critica come gruppo Christian metal.

Stanchi di queste dichiarazioni che, a detta dei componenti del gruppo, non si addicevano in nessun modo al loro stile e ideale musicale, gli Avenged Sevenfold pubblicarono un'intervista per spiegare la situazione, in cui M. Shadows, cantante del gruppo, disse:

« Chiunque leggesse i nostri testi e conoscesse realmente qualcosa su di noi, saprebbe che noi non stiamo promuovendo nulla. C'è una cosa che amo di questo gruppo ed è il fatto che noi non abbiamo mai spinto nessuna sorta di, tipo, convinzioni politiche e religiose alla gente. »

Inoltre si difesero dicendo che la canzone M.I.A. non conteneva pensieri formulati dal gruppo bensì frasi e testimonianze giunte ai componenti del gruppo da alcuni amici comuni i quali, arruolatisi per la guerra irachena, tornarono in patria raccontando atrocità e sensazioni provate al fronte. Queste frasi colpirono talmente gli Avenged Sevenfold da far sì che essi componessero questa traccia musicale.

Tuttavia è importante ricordare che nel 2006 Shadows in un'intervista esplicitò l'appartenenza del gruppo al pensiero repubblicano.[14] Nella stessa intervista si parla del significato della canzone Blinded in Chains contenuta nell'album City of Evil, il cui testo, a detta di Shadows, parla dello "scontro filosofico fra Repubblicani e Democratici"; secondo Shadows i primi hanno la mente troppo chiusa, mentre i secondi sono "un ammasso di idioti che guarda Michael Moore e fa tutto ciò che dice". Oltre a ciò la canzone Critical Acclaim contenuta nel loro album omonimo denota anche la loro posizione anti-liberale.[15]

È poi degno di nota per capire il pensiero degli Avenged Sevenfold che essi ai loro concerti vendono magliette con la bandiera americana e il loro logo, il Deathbat sopra di essa, accompagnata dalla scritta Love it or die ("Amala o muori"), e che sempre in Critical Acclaim si faccia riferimento ai "soldati che combattono per difendere i vostri diritti" connotando un forte pensiero nazionalista, rafforzato da alcune dichiarazioni:

(EN)

« When we went on the punk-rock Warped Tour last year, all of those bands, they're not only anti-war, they're anti-everything our country stands for. We're going to wear our America shirts. »

(IT)

« Quando andammo al Warped Tour lo scorso anno, tutte quelle band non erano solo anti-guerra, erano anti-tutto ciò che il nostro paese rappresenta. Noi indosseremo le nostre magliette americane. »

(M. Shadows)

Nel settembre 2013, il cantante dei Machine Head Robb Flynn li ha accusati di plagio riferendosi all'album Hail to the King dello stesso anno, definendolo un cover-album.[16][17] Shadows, d'altra parte, ha risposto che Hail to the King è come se fosse stato composto tra gli anni ottanta e novanta, quindi ha subito influenze da altri gruppi dell'epoca.[18]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Timeline della formazione[modifica | modifica wikitesto]


Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia degli Avenged Sevenfold.

Apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Film
2009 Almost Easy Transformers - La vendetta del caduto

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Videogioco
2003 Chapter Four Madden NFL 2004
Nascar Thunder 2004
NHL 2004
2005 Bat Country Madden NFL 06
NHL 06
SSX on Tour
Blinded in Chains Need for Speed: Most Wanted
2006 Beast and the Harlot Guitar Hero II
2007 Almost Easy Need for Speed: ProStreet
Guitar Hero 3 (DLC)
2008 NHL 09
Rock Band 2
Critical Acclaim Rock Band 2 (DLC)
Afterlife
Bat Country Saints Row 2
2009 Beast and the Harlot Guitar Hero: Greatest Hits
Bat Country Rock Band 2 (DLC)
Tap Tap Revenge 2 (DLC)
2010 Guitar Hero: Warriors of Rock
Tap Tap Revenge 4 (DLC)
Almost Easy
Guitar Hero 5 (DLC)
Afterlife
Scream
Rock Band 2 (DLC)
Seize the Day
Nightmare
EA Sports MMA
Beast and the Harlot Rock Band 3
2011
Not Ready to Die Call of Duty: Black Ops (DLC)
Nightmare
Unholy Confessions Rock Band 3 (DLC)
Welcome to the Family
2012
Natural Born Killer Twisted Metal
So Far Away Rock Band Blitz
Carry On Call of Duty: Black Ops II
2013
Bat Country Rocksmith 2014 Edition
Shepherd of Fire Call of Duty: Black Ops II (DLC)
2014 EA Sports UFC

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Avenged Sevenfold, rockdetector.com. URL consultato il 16 gennaio 2012.
  2. ^ a b c d (EN) Avenged Sevenfold in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 7 maggio 2014.
  3. ^ heavymetal.about.com - Lista gruppi Traditional heavy metal
  4. ^ a b Gianni Della Cioppa, Heavy Metal. I contemporanei, p. 120. Giunti Editore, 2010. ISBN 978-88-09-74962-7.
  5. ^ Scheda sulla band da scaruffi.com
  6. ^ Gen 4,24
  7. ^ Bleeding Through tour
  8. ^ AVENGED SEVENFOLD - Update di Zacky V sul nuovo album :: Groovebox.it
  9. ^ AVENGED SEVENFOLD: trovato morto The Rev, il batterista - Musica Metal
  10. ^ Il video ufficiale su YouTube
  11. ^ (EN) Avenged Sevenfold hit the studio to record follow up to 'Nightmare', New Musical Express, 20 dicembre 2012. URL consultato il 7 maggio 2014.
  12. ^ Avenged Sevenfold Set To Hit The Studio In January + New Album Details.
  13. ^ (EN) AVENGED SEVENFOLD: Trailer For 'Hail To The King' Animated Series, Blabbermouth.net, 13 agosto 2013. URL consultato l'11 ottobre 2014.
  14. ^ AVENGED SEVENFOLD Singer: Republican And Proud - July 29, 2006
  15. ^ “Critical Acclaim”: how Avenged Sevenfold became the anti-Lamb of God, Metalsucks, 5 settembre 2007. URL consultato il 13 agosto 2013.
  16. ^ (EN) Graham 'Gruhamed' Hartmann, Machine Head’s Robb Flynn Calls Avenged Sevenfold’s ‘Hail to the King’ a ‘Covers Album’, Loudwire, 9 settembre 2013a. URL consultato il 3 maggio 2014.
  17. ^ Paolo Bianco, Robb Flynn contro Avenged Sevenfold: il loro disco è tutto un plagio!, SoundsBlog, 9 settembre 2013. URL consultato il 3 maggio 2014.
  18. ^ Paolo Bianco, Avenged Sevenfold contro Robb Flynn: la risposta alle accuse, SoundsBlog, 12 settembre 2013. URL consultato il 3 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]