Aldo Stella (storico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aldo Stella (Marostica, 11 luglio 1923Padova, 28 maggio 2007) è stato uno storico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque da Valentino Stella e Candida Crestani a Marostica, qui sfollati da Asiago durante la Prima guerra mondiale. Tornata la famiglia ad Asiago, Aldo vi compì i primi studi che proseguì a Thiene e a Padova, dove conseguì la maturità classica nel 1942. Iscritto alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Padova, sottufficiale degli alpini durante l’ultima guerra, partecipò alla Resistenza nelle file della Brigata Pierobon e ottenne la croce al merito di guerra. Si laureò a pieni voti l’8 novembre del 1946 e il 29 giugno 1950 ottenne anche la laurea in Filosofia.

Fu insegnante di liceo dal 1946 al 1958, mentre dal 1959 al 1962 fu a Roma alla Scuola dell’Istituto storico italiano per l’età moderna e contemporanea, diretta da Federico Chabod, conseguendo nel 1960 la libera docenza in Storia moderna. Fu professore di Storia del Risorgimento all’Università di Padova dal 1962 al 1966 e di Storia moderna dal 1966 al 1998. Nel 1981 era stato visiting professor nell’Università di Berkeley e poi in quella di Princeton, tenendovi lezioni sul socinianesimo, su Joseph Priestley e sul pensiero politico di Thomas Jefferson. Collaborò alla Storia d’Italia diretta da Giuseppe Galasso, ottenne numerosi riconoscimenti e fu socio dell’Accademia Galileiana di Padova, dell’Accademia Olimpica di Vicenza, dell’Accademia Muratoriana di Modena e dell’Istituto veneto di Scienze, Lettere ed Arte.

Particolare importanza rivestono i suoi studi sul movimento anabattista sia italiano che europeo, studiato nei saggi Dall’anabattismo al socinianesimo nel Cinquecento veneto del 1964, Anabattismo e antitrinitarismo in Italia nel XVI secolo del 1969, La rivoluzione contadina del 1525 e l’utopia di Michael Gaismayr del 1975, Dall’anabattismo veneto al ‘Sozialevangelismus’ dei Fratelli Hutteriti e all’illuminismo religioso sociniano del 1996 e lo studio, pubblicato nel 1999, Il Bauernführer Michael Gaismair e l’utopia di un repubblicanesimo popolare.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Politica ed economia nel territorio trentino-tirolese dal XIII al XVII secolo, Padova 1958
  • Chiesa e Stato nelle relazioni dei nunzi pontifici a Venezia, Città del Vaticano 1964
  • Dall’anabattismo al socinianesimo nel Cinquecento veneto, Padova 1967
  • Anabattismo e antitrinitarismo in Italia nel XVI secolo, Padova 1969
  • La rivoluzione contadina del 1525 e l’utopia di Michael Gaismayr, Padova 1975
  • Chiesa e Stato nelle relazioni dei nunzi pontifici a Venezia. Ricerche sul giurisdizionalismo veneziano dal XVI al XVIII secolo, Città del Vaticano 1981 ISBN 8821004287
  • Trento, Bressanone, Trieste, Torino 1987 ISBN 8877501642
  • Dall’anabattismo veneto al ‘Sozialevangelismus’ dei Fratelli Hutteriti e all’illuminismo religioso sociniano, Roma 1996
  • Storia dell'autonomia trentina, Trento 1997 ISBN 8886246269
  • Storia d'Italia, vol. 17: I ducati padani, Trento e Trieste (con L. Marini e G. Tocci), Torino 1999 ISBN 8802034737
  • Il Bauernführer Michael Gaismair e l’utopia di un repubblicanesimo popolare, Bologna 1999 ISBN 8815071911
  • Dalle costituzioni degeneri nella Repubblica di Platone alla perfettibilità della Costituzione americana, Roma 2001
  • Lepanto nella storia e nella storiografia alla luce di nuovi documenti, Padova 2007

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Bibliografia degli scritti di Aldo Stella, in «AA. VV., Continuità e discontinuità nella storia politica, economica e religiosa. Studi in onore di Aldo Stella», Vicenza 1993
  • Bibliografia degli scritti di Aldo Stella, in «AA. VV., Europa e America nella storia della civiltà. Studi in onore di Aldo Stella», Treviso 2003
  • G. Galasso, Aldo Stella, in «AA. VV., Europa e America nella storia della civiltà. Studi in onore di Aldo Stella», Treviso 2003
  • G. Galasso, Intorno al volume di Aldo Stella «Il Bauernführer Michael Gaismair e l’utopia di un repubblicanesimo popolare», in «Annali dell’Istituto storico italo-germanico in Trento», 26 2000

Controllo di autorità VIAF: 59373258 SBN: IT\ICCU\CFIV\060090