1ª Divisione alpina "Taurinense"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1ª Divisione alpina "Taurinense"
1a Divisione Alpina Taurinense.png
Scudetto della 1ª Divisione alpina "Taurinense"
Descrizione generale
Attiva 10 settembre 1935 - 8 settembre 1943
Nazione bandiera Regno d'Italia
Servizio Flag of Italy (1860).svg Regio esercito
Tipo Truppe Alpine
Guarnigione/QG Torino
Comandanti
Comandanti degni di nota Generale Lorenzo Vivalda
Paolo Puntoni

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La 1ª Divisione alpina "Taurinense" era una divisione da montagna del Regio Esercito Italiano, con sede a Torino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Divisione fu costituita 10 settembre 1935, basata sul e 4º Reggimento Alpini e 1º Reggimento di Artiglieria Alpina.

Alcuni reparti vennero temporaneamente aggregati alla Divisione alpina "Pusteria" e impiegati nelle operazioni della Campagna d'Etiopia (1935-36). Andarono in Africa Orientale i battaglioni "Exilles" e "Intra", e alcune batterie dei gruppi di artiglieria alpina "Susa" e "Aosta". L'organico della Divisione fu ristrutturato nel maggio del 1937.

La Divisione partecipò anche alla Seconda guerra mondiale, in diverse campagne.

Alpi Occidentali[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 giugno 1940 risulta dislocata in diversi punti del fronte dell'arco alpino (settore Moncenisio-Bardonecchia). Partecipa alle operazioni contro la Francia dal 10 al 24 giugno 1940 occupando Bourg-St-Maurice St.-Foy che occupa e poi presidia. Terminate le operazioni, nell'ottobre del 1940 ci fu lo scioglimento dei battaglioni "Valle", e alla Divisione alpina "Taurinense" fu dato l'ordine di presidiare il territorio francese compreso fra il vecchio confine e la linea di armistizio.

Jugoslavia[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di gennaio 1942 sbarcò a Ragusa, per concentrarsi a Mostar, in Croazia, e fu inquadrata nel XIV Corpo d'Armata. Dal 15 aprile al 31 maggio, prende parte a operazioni antipartigiane in Croazia, Bosnia ed Erzegovina. Dal mese di agosto viene trasferita per operare in Montenegro, dove svolge compiti di presidio fino all'8 settembre, quando, a seguito degli eventi derivanti dalla proclamazione dell'armistizio, la Divisione viene sciolta mentre si trovava dislocata sulla costa dell'Adriatico, nel retroterra della base militare delle Bocche di Cattaro. Alcuni suoi reparti (Gruppo Aosta, Battaglione Ivrea) partecipano alla guerra di liberazione inquadrati nella Divisione italiana partigiana "Garibaldi" fino alla fine del conflitto formando alcuni la 1ª Brigata alpina "Taurinense" ed altri la 2ª Brigata alpina "Taurinense".

Comandanti (1935-1943)[modifica | modifica wikitesto]

Gen. B. Carlo Vecchiarelli

Gen. B. Luigi Nuvoloni

Gen. B. Paolo Micheletti

Gen. B. Paolo Puntoni

Gen. B. Giovanni Maccario

Gen. B. Lorenzo Vivalda

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]