Thomas Andrews (ingegnere)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thomas Andrews

Thomas Andrews Jr. (Comber, 7 febbraio 1873Oceano Atlantico, 15 aprile 1912) è stato un progettista irlandese, amministratore delegato e capo del reparto di architettura per la società di costruzioni navali Harland e Wolff di Belfast, Irlanda.

Andrews era il responsabile costruttore navale dei piani per la nave di linea oceanica RMS Titanic. Fu anche passeggero del Titanic durante il suo viaggio inaugurale, in cui il transatlantico entrò in collisione con un iceberg nella notte tra il 14 e 15 aprile 1912 ed una delle 1.518 vittime del disastro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Thomas Andrews nacque ad Ardara House, Comber, County Down, Irlanda (ora Irlanda del Nord), al Honourable Right. I suoi genitori erano Thomas Andrews Sr., un membro del Consiglio Privato dell'Irlanda, ed Eliza Pirrie. Il più giovane fratello di Andrews John Miller Andrews fu Primo ministro della futura Irlanda del Nord. Nel 1884, Andrews cominciò a frequentare il Royal Belfast Academical Institution fino al 1889 quando, all'età di sedici anni, diventò un eccellente apprendista di Harland e Wolff dove era comproprietario suo zio William James Pirrie.

Harland e Wolff[modifica | modifica wikitesto]

Thomas Andrews con la moglie Helen Reilly Barbour e la figlia Elba

Alla Harland e Wolff, cominciò a lavorare per tre mesi come falegname, dopodiché fece un mese come ebanista e poi dopo due mesi cominciò la sua attività sulle navi. Negli ultimi diciotto mesi del suo apprendistato quinquennale ottenne un proprio ufficio per i suoi progetti navali. Nel 1901, Andrews, dopo aver lavorato in molti reparti della società, divenne il direttore dei lavori di costruzione. Quello stesso anno, divenne anche un membro dell'Istituzione degli Architetti Navali. Nel 1907, Andrews fu nominato amministratore delegato e capo del reparto di architettura della Harland e Wolff. Durante i suoi lunghi anni di apprendistato, studiò e lavorò, presso la società con altri impiegati di cantieri navali.

Il 24 giugno 1908, si sposò con Helen Reilly Barbour, con la quale, nel 1910, ebbe una figlia, Elizabeth Legge Barbiere Andrews (meglio conosciuta con le sue iniziali, "Elba"). La coppia visse a Dunallan, Windsow Avenue, Belfast. Si sa che Andrews fece assistere alla moglie Helen il Titanic una notte, poco prima della nascita di Elizabeth. Dopo la morte di Andrews, Helen si risposò con Henry Peirson Harland (della famiglia Harland) e morì il 22 agosto 1966 nell'Irlanda del Nord.

RMS Titanic[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1907 Andrews cominciò a progettare i piani per un nuovo transatlantico, l'RMS Olympic per la White Star Line. L'Olympic e il suo gemello, il Titanic, cominciarono ad essere costruite nel 1909 e furono disegnate da William Pirrie e dall'impresario generale Alexander Carlisle insieme ad Andrews. Come aveva fatto per le altre navi, Andrews sorvegliò ogni dettaglio dell'RMS Olympic e del Titanic per assicurare che venisse svolto un lavoro ottimale. Andrews capeggiò un gruppo di lavoratori della Harland e Wolff, al fine di osservare e chiazzare alcuni miglioramenti necessari. Il Titanic non era un'eccezione, così Andrews ed il resto dei lavoratori della Harland e Wolff decisero di portare la nave da Belfast a Southampton per l'inizio del viaggio inaugurale, il 10 aprile 1912.

Alle 23:40 del 14 aprile, il Titanic colpì un iceberg sul lato destro della chiglia della nave. Andrews rimase nel suo reparto, probabilmente mentre stava dormendo, anche se fece in tempo ad osservare la collisione. Il comandante Edward Smith chiamò Andrews per esaminare il danno. Andrews dichiarò che non c'era niente da fare e che il Titanic sarebbe affondato. Appena cominciò l'evacuazione del Titanic, Andrews percorse tutta la nave dicendo ai passeggeri di mettere un salvagente e di salire sul ponte superiore. Ben consapevole del breve tempo a disposizione e del fatto che la nave disponeva di lance di salvataggio non sufficienti per tutti i passeggeri, incitò l'equipaggio nella speranza di riempirle il più possibile.

L'ultima persona che lo vide fu il cameriere John Stewart nella sala fumatori di prima classe, alle 02:10 del 15 aprile. Andrews aveva lo sguardo perso ed osservava il quadro Il porto di Plymouth (Approach to the New World), situato sulla cappa del camino della sala fumatori di prima classe. Si trattava di un dipinto che fu poi spesso mostrato in televisione ed in vari film. Andrews rifiutò così di salvarsi, come il comandante Smith, ed il suo corpo non fu mai ritrovato.

È probabile che sia morto mentre la nave si spezzava in due, poiché la sala fumatori (fumoir) di prima classe era situata nel punto di rottura, tra il terzo ed il quarto fumaiolo. Durante tutto il viaggio, Andrews prese note su vari miglioramenti da apportare alla nave e, mentre il transatlantico stava affondando, Andrews fece in tempo a consegnarle ad un suo assistente ed amico che si salvò dal disastro. Molte di queste migliorie vennero applicate al secondo gemello del Titanic, il HMHS Britannic.

Suo padre ricevette un telegramma dal cugino di sua madre; in seguito, il 19 aprile, egli andò a parlare con alcuni superstiti a New York in ricerca di notizie di suo figlio. Il telegramma fu letto ad alta voce da Thomas Andrews Sr. al personale della casa di Comber: Intervista agli ufficiali del Titanic. Del tutto unanime, Thomas Andrews ha affrontato un'eroica morte, pensando solamente alla sicurezza degli altri. Estese e sincere condoglianze a tutti.

Eredità[modifica | modifica wikitesto]

I giornali spiegarono il disastro del Titanic, descrivendo Andrews come un eroe. Mary Sloan, una cameriera superstite, incoraggiata da Andrews stesso a salvarsi, scrisse più tardi in una lettera: "Il sig. Andrews, rendendosi conto del grande pericolo, soddisfece il suo fato come un vero eroe, abbandonando la sua vita per salvare le donne e bambini del Titanic". Una breve biografia fu prodotta l'anno successivo da Shan Bullock alla richiesta di Horace Plunkett, un membro del Parlamento che sentì il desiderio di commemorare Andrews. Nella sua città natale, Comber, fu costruita una sala d'onore, in memoria di Andrews, che fu chiamata Thomas Andrews Jr. Memorial Hall, che fu aperta nel gennaio 1914. Gli architetti erano Young e McKenzie assistiti dall'artista Sophia Rosamond Praegar. La sala ora è mantenuta dall'Istruzione del Consiglio Orientale e Meridionale ed è usata come scuola chiamata: The Andrews Memorial Primary School.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Thomas Andrews è stato ritratto da diversi attori nei diversi film dedicati al disastro del Titanic.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN75647781 · LCCN: (ENn99045310