Comandante in seconda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Controspallina da comandante in seconda per navi passeggeri e da crociera superiori a 20.000 GT della Marina mercantile italiana

Il comandante in seconda (in lingua inglese: staff captain) è una figura della gerarchia di marina e/o della Gerarchia di bordo delle navi mercantili della Marina mercantile italiana, come previsto dai contenuti dell'articolo 321 del Codice della navigazione, attualmente vigente in Italia. Locuzione per indicare il grado o la funzione a bordo dell'ufficiale superiore che svolge incarico di secondo in comando. Ovvero, incarico di colui che nei momenti di impedimento del titolare comandante della nave - impropriamente detto anche comandante in prima - sempre per esplicita volontà di quest'ultimo, lo sostituisce nell'incarico e nelle funzioni, rilevandolo temporaneamente ed assumendo, per quanto detto, tutte le responsabilità di chi è effettivamente titolare al comando. Tale figura, è presente a bordo di tutte le navi da crociera di oltre 20.000 GT ed a bordo di navi da passeggeri di oltre 20.000 GT, quando impiegate in servizi transoceanici di linea.

Sulle navi dove la figura del comandante in seconda non è prevista, le funzioni attribuite a tale grado, vengono demandante ed espletate dal primo ufficiale di coperta, il quale, sulle navi sopra non contemplate è l'ufficiale che in ordine gerarchico discendente, segue il Comandante. A bordo delle navi delle marine militari l'ufficiale inferiore che segue il comandante nell'organizzazione gerarchica della nave è definito ufficiale in seconda. A bordo delle navi di tutte le marine militari e mercantili del mondo, l'ufficiale secondo in comando, che sia egli nel grado di comandante in seconda, primo ufficiale o ufficiale in seconda è responsabile dei servizi di bordo, delle attività marinaresche, dell'organizzazione nave e dei rapporti tra le sezioni e della disciplina a bordo. A bordo alle navi da passeggeri impegnate in servizi transoceanici di linea e/o da crociera di qualunque stazza, l'ufficiale in seconda e/o il comandante in seconda, nella gestione della disciplina, è coadiuvato da un capitano d'armi ovvero un sottufficiale incaricato alla "Polizia di Bordo".

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti normative internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Testi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]