Luigi Gatti (imprenditore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gaspare Antonio Pietro "Luigi" Gatti

Gaspare Antonio Pietro "Luigi" Gatti (Montalto Pavese, 3 gennaio 1875Oceano Atlantico, 15 aprile 1912) è stato un imprenditore italiano; ricoprì il ruolo di direttore e gestore del ristorante À la carte sul Titanic.

Primi anni e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gatti nacque il 3 gennaio 1875 a Montalto Pavese, figlio del consigliere comunale e magistrato Paolo Gatti e di Maria Nascimbene.

Spostatosi in Inghilterra, Gatti cominciò la sua carriera di ristoratore gestendo nella capitale due ristoranti italiani: il Gatti's Adelphi ed il Gatti's Strand.

Nel 1902, nella chiesa di San Luca, nel distretto londinese di Hammersmith, Gatti sposò Edith Kate Cheese, figlia del maggiordomo William James Cheese e di Emily of Chelsea. Ebbero un figlio, Luigi Victor "Vittorio", nato nel 1904. Nel 1911, la famiglia Gatti si spostò da Hammersmith a Marylebone, lungo la Great Titchfield Street.

Sull'Olympic e sul Titanic[modifica | modifica wikitesto]

Il ristorante À la carte sul Titanic

Nel 1912, la famiglia Gatti si spostò nuovamente, a Southampton, in quanto Gatti fu chiamato a gestire i ristoranti dei transatlantici della White Star Line; venne assunto dal ristorante À la carte, a bordo dell'Olympic; in seguito fu spostato sul Titanic, che vantava una sala ancora più grande rispetto a quella dell'Olympic, in quanto era in grado di ospitare oltre 150 clienti.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Gatti non riuscì a salvarsi dal disastro del Titanic e morì il 15 aprile 1912; il suo corpo venne recuperato dal CS Minia fra il 26 aprile ed il 6 maggio 1912 e, riconosciuto, venne sepolto nel Cimitero di Fairview, ad Halifax, Canada.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie