Sauber C36

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sauber C36
Marcus Ericsson 2017 Catalonia test (27 Feb-2 Mar) Day 1.jpg
Marcus Ericsson alla guida della C36 nei test prestagionali di Barcellona
Descrizione generale
Costruttore Svizzera  Sauber
Categoria Formula 1
Squadra Sauber
Progettata da Jörg Zander
Sostituisce Sauber C35
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca in fibra di carbonio
Motore Ferrari 061
Trasmissione Cambio sequenziale a 8 rapporti + retromarcia
Dimensioni e pesi
Lunghezza 5143 mm
Larghezza 2000 mm
Altezza 950 mm
Peso (con pilota senza carburante) 728 kg
Altro
Pneumatici Pirelli
Avversarie Vetture di Formula 1 2017
Risultati sportivi
Debutto Australia Gran Premio d'Australia 2017
Piloti 9. Svezia Marcus Ericsson
94. Germania Pascal Wehrlein
36. Italia Antonio Giovinazzi

La Sauber C36 è una vettura da Formula 1 realizzata dalla Sauber per prendere parte al Campionato mondiale di Formula 1 2017.

Livrea[modifica | modifica wikitesto]

Vista laterale

La livrea continuò a mantenere il blu come colore predominante, ma vennero aggiunti il bianco e delle finiture dorate. La carrozzeria celebrava i 25 anni di attività della scuderia svizzera in Formula 1 con una scritta dorata sulla pinna.

Scheda tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Sauber C36
Configurazione
Carrozzeria: monoposto Posizione motore: posteriore Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 5143 mm × 2000 mm × 950 mm Diametro minimo sterzata:
Interasse: Carreggiate: anteriore 1615 mm - posteriore 1530 mm Altezza minima da terra:
Posti totali: 1 Bagagliaio: Serbatoio: 105 kg
Masse / in ordine di marcia: 728  kg
Meccanica
Tipo motore: Ferrari tipo 061/01 V6 90° Cilindrata: 1 600  cm³
Distribuzione: pneumatica Alimentazione: 500 bar – diretta
Prestazioni motore Potenza: 800 CV + 160 del sistema ERS
Accensione: elettronica Magneti Marelli statica Impianto elettrico: Magneti Marelli
Frizione: multidisco Cambio: longitudinale Ferrari, 8 marce + retromarcia, con comando semiautomatico elettronico sequenziale
Telaio
Corpo vettura in materiale composito a nido d'ape con fibra di carbonio
Sospensioni anteriori: a schema push rod condoppi triangoli sovrapposti, con molle e ammortizzatori Sachs Race Engineering entrobordo / posteriori: a schema push rod condoppi triangoli sovrapposti, con molle e ammortizzatori Sachs Race Engineering entrobordo
Freni anteriori: a disco autoventilanti in carbonio Brembo (anteriori e posteriori) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori / posteriori: a disco autoventilanti in carbonio Brembo (anteriori e posteriori) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori
Pneumatici Pirelli / Cerchi: O.Z. da 13 in
Altro
Energia batteria (a giro) 4 MJ Sistema ERS
Potenza MGU-K: 120 kW Giri max MGU-K: 50 000 giri/min Giri max MGU-H: 125 000 giri/min

Carriera agonistica[modifica | modifica wikitesto]

Test[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Test F1 2017.
Team 27 febbraio 28 febbraio 1º marzo 2 marzo
Svizzera Sauber Svezia Marcus Ericsson Italia Antonio Giovinazzi Svezia Marcus Ericsson Italia Antonio Giovinazzi

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2017.

I primi due Gran Premi stagionali videro il terzo pilota della Scuderia Ferrari, Antonio Giovinazzi, sostituire Pascal Wehrlein infortunatosi durante la Race of Champions. Dopo alcune opache per la scuderia elvetica, i primi punti della stagione arrivarono proprio grazie a Wehrlein, che al Gran Premio di Spagna concluse settimo, ma venne retrocesso in ottava posizione per una penalità di 5 secondi, inflittagli per non essere entrato correttamente nella pit lane. In occasione della gara catalana anche Marcus Ericsson sfiorò la zona punti, chiudendo all'undicesimo posto.

Il pilota tedesco riuscì poi a conquistare un altro punto a Baku, dove si classificò decimo. Il Gran Premio d' Azerbaigian fu anche il primo nel quale Monisha Kaltenborn non coprì più la carica di team principal dopo sette anni; a sostituirla fu l'ex Renault Frédéric Vasseur. Dopo quel Gran Premio però la Sauber non riuscì più a conquistare punti e il miglior risultato della seconda metà di stagione fu un dodicesimo posto.

Alla vigilia del Gran Premio d'Ungheria, la Sauber comunicò che anche per la stagione 2018 sarebbe stata motorizzata Ferrari.

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Piloti ufficiali
Nazione Nome Numero
Svezia Marcus Ericsson 9
Germania Pascal Wehrlein 94
Piloti di riserva
Nazione Nome
Italia Antonio Giovinazzi
Colombia Tatiana Calderón

Risultati in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Anno Team Motore Gomme Piloti Flag of Australia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
2017 Sauber Ferrari P Svezia Ericsson Rit 15 Rit 15 11 Rit 13 11 15 14 16 16 18 Rit 18 Rit 15 Rit 13 17 5 10º
Germania Wehrlein SP 11 16 8 Rit 15 10 14 17 15 Rit 16 12 17 15 Rit 14 14 14
Italia Giovinazzi 12 Rit

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1