La locandiera (film 1980)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La locandiera
Paese di produzione Italia
Anno 1980
Durata 109 min
Genere commedia
Regia Paolo Cavara
Soggetto La locandiera di Carlo Goldoni
Sceneggiatura Leo Benvenuti
Piero De Bernardi
Lucia Drudi Demby
Fotografia Mario Vulpiani
Montaggio Angelo Curi
Musiche Mariano Detto
Scenografia Giancarlo Bartolini Salimbeni
Costumi Giancarlo Bartolini Salimbeni
Interpreti e personaggi

La locandiera è un film del 1980, diretto dal regista Paolo Cavara.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'oste Mirandolina è una bella ragazza, e per la sua bellezza il conte di Alba Fiorita e il marchese di Forlimpopoli se ne innamorano. I due nobili le fanno ricchi doni, cercando di ingraziarsela e di sposarla, ma l'astuta Mirandolina accetta solo il denaro ed i gioielli, senza però dare loro la sua mano. Un terzo uomo arriva sulla scena: il Cavaliere di Ripafratta estremamente misogino, che pensa che la donna porti solo guai all'uomo. Mirandolina, che non ha mai visto un uomo così,lo prende come una sfida per se stessa e fa di tutto per innamorarlo. Ella riesce nel suo scopo e per vendetta lo porta ad ammettere in pubblico di essersi innamorato di una donna. Alla fine la bella Mirandolina si accorge di amare Fabrizio, il suo cameriere, e abbandona la sua arte di "innamorare gli uomini" per rimanere fedele solamente a lui.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema