Giardinello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giardinello
comune
Giardinello – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Sicily.svg Sicilia
Città metropolitanaProvincia di Palermo-Stemma.png Palermo
Amministrazione
SindacoAntonio de luca (Giardinello nel Cuore) dal 12/06/2017
Territorio
Coordinate38°05′N 13°09′E / 38.083333°N 13.15°E38.083333; 13.15 (Giardinello)Coordinate: 38°05′N 13°09′E / 38.083333°N 13.15°E38.083333; 13.15 (Giardinello)
Altitudine275 m s.l.m.
Superficie12,88 km²
Abitanti2 338[1] (31-8-2017)
Densità181,52 ab./km²
Comuni confinantiBorgetto, Carini, Monreale, Montelepre, Partinico
Altre informazioni
Cod. postale90040
Prefisso091
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT082038
Cod. catastaleE013
TargaPA
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantiGiardinellari (in dialetto jardiniddari)
Patronosantissimo Crocifisso
Giorno festivo10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Giardinello
Giardinello
Giardinello – Mappa
Posizione del comune di Giardinello all'interno della città metropolitana di Palermo
Sito istituzionale

Giardinello (Jardinéḍḍu in siciliano[2]) è un comune italiano di 2.338 abitanti della città metropolitana di Palermo in Sicilia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'abitato è localizzato a sudovest di Palermo sul versante meridionale di Pizzo Montanello.

Il territorio comunale ha un'estensione di 12,49 km² e confina ad est col territorio di Monreale a sud con i territori di Borgetto e di Partinico, a ovest col territorio di Carini e a nord col territorio di Montelepre. Il centro abitato è localizzato a 275 m s.l.m. ed a circa 27 km da Palermo, 2 km da Montelepre e 9 km da Partinico. Il suo nome latino è Viridariolus, volgarmente chiamato poi Jardineddu, in relazione al fatto che nel suo territorio molto numerosi erano in passato i giardini di agrumi, oleastri ed alberi da frutto.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Tra i monumenti di interesse storico e artistico vi sono:

  • la "chiesa madre", costruita nella prima metà del seicento da Francesco Bargellini e dedicata a S.Anna. Divenuta sacramentale, fu dedicata a Gesù, Giuseppe e Maria.[3] Sorge nelle vicinanze del palazzo baronale dei Niscemi, di fine settecento;
  • la "chiesa di Maria Santissima della Mercede", in origine un casolare trasformato in chiesa agli inizi del novecento dal capitano di Miceli;[4]
  • il curioso "café house", o cafiausu, nella storpiatura locale del nome attribuitogli dai soldati americani durante la seconda guerra mondiale. È un belvedere costituito da otto colonne disposte ad ottagono, con una copertura abbellita da rilievi geometrici. Risale alla prima metà del settocento ed era utilizzato come ritrovo dai proprietari terrieri della zona.[5]
  • il "lavatoio pubblico" ottocentesco, costituito da 20 vasche alimentate dalle acque della sorgente Scorsone.
  • la "tomba del gigante"[6] situata a Sagana, Il suo nome deriva dal fatto che la tradizione popolare lo riteneva la tomba di un gigante o di un guerriero saraceno di nobili origini. Alcuni studiosi hanno ipotizzato che si trattasse della tomba di un patrizio romano ma l'opinione più recentemente accreditata è che si tratti di un cetotafio, cioè di un monumento funebre a ricordo di un personaggio sepolto altrove. (Fonte tratta dal sito del Comune). [1]
  • la "fontana della rinascita": gruppo bronzeo di tre ninfe, opera del 1960 di cui fu autore lo scultore palermitano Benedetto De Lisi.[7]

Nei dintorni, a Sagana, sorge inoltre una casina reale di caccia costruita nel XVIII secolo. Sempre nella zona di Sagana vi è la riserva archeologica di Monte Castellaccio.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Infiorata a Giardinello (PA) per la festa del Corpus Domini. Tradizione per il piccolo paesino siciliano.

In ordine cronologico, nel giorno del Giovedì Santo vi è la manifestazione a celebrazione della Passione di Gesù.

L'"infiorata", che consiste in composizioni figurative di tema religioso create con petali e foglie lungo le vie cittadine, è invece legata alla festività religiosa del Corpus Domini.

Nella prima settimana di agosto si svolge per tre giorni la festa del "Santissimo Crocifisso".

Di carattere gastronomico sono invece le sagre tradizionali della cuccìa e della vastedda, curate dalla Proloco.

Caratteristica è anche la sagra del buccellato, dolce del palermitano fatto di pasta frolla con farcitura di fichi e frutta secca, che inizia dopo la messa di Natale.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Tra Cinisi e Giardinello è ambientato il romanzo La vigna delle uve nere dell'autrice Livia De Stefani.
  • Alcune scene cinematografiche della serie televisiva Squadra antimafia - Palermo oggi, sono state girate a Sagana, località di Giardinello.
  • Su una parete di un edificio del centro abitato di Giardinello, è ancora visibile un'iscrizione murale risalente al periodo fascista, che si pronuncia nel seguente modo: "Senza ordine e senza disciplina dissoluzione e catastrofe, Mussolini".
Iscrizione murale ancora visibile su una parete del centro abitato di Giardinello (PA), risalente al periodo fascista, che si pronuncia nel seguente modo: "Senza ordine e senza disciplina dissoluzione e catastrofe, Mussolini".

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristica è la produzione agricola di uva, olive e prodotti caseari tra cui il caciocavallo, come pure riveste notevole importanza nell'economia della zona la coltivazione di agrumi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 305.
  3. ^ Chiesa Madre, Comune di Giardinello. URL consultato il 14 gennaio 2015.
  4. ^ Chiesa Madonna Mercede, Comune di Giardinello. URL consultato il 14 gennaio 2015.
  5. ^ Café house, Comune di Giardinello. URL consultato il 14 gennaio 2015.
  6. ^ Tomba del gigante, su www.comune.giardinello.pa.it. URL consultato l'8 giugno 2015.
  7. ^ Giardinello, Edizioni Leopardi s.a.s, 2000. URL consultato il 14 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2003).
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
30 giugno 1988 7 giugno 1993 Salvatore Polizzi Democrazia Cristiana Sindaco [1]
7 giugno 1993 1º dicembre 1997 Vincenzo Caruso lista civica Sindaco [1]
1º dicembre 1997 28 maggio 2002 Francesco Giuliano lista civica Sindaco [1]
28 maggio 2002 15 maggio 2007 Salvatore Polizzi lista civica Sindaco [1]
15 maggio 2007 8 maggio 2012 Salvatore Polizzi lista civica Sindaco [1]
8 maggio 2012 28 febbraio 2015 Giovanni Geloso Sindaco [1]
11 agosto 2014 24 marzo 2015 Claudia Poletti Comm. straordinario [1][2]
11 agosto 2014 24 marzo 2015 Giuseppina Maria Patrizia Di Dio Datola Comm. straordinario [1][2]
11 agosto 2014 24 marzo 2015 Catia Colautti Comm. straordinario [1][2]
24 marzo 2015 9 ottobre 2015 Giovanni Geloso Sindaco [1]
9 ottobre 2015 in carica Catia Colautti Comm. straordinario [1]
9 ottobre 2015 in carica Giuseppina Maria Patrizia Di Dio Datola Comm. straordinario [1]
9 ottobre 2015 30 novembre 2015 Claudia Poletti Comm. straordinario [1]
30 novembre 2015 in carica Giulia Rosa Comm. straordinario [1]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia
  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n http://amministratori.interno.it/
  2. ^ a b c COMMISSIONE STRAORDINARIA PER LA GESTIONE DELL'ENTE, Comune di Giardinello. URL consultato il 12 luglio 2015.