Trappeto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il tipo di frantoio sotterraneo tipico della Puglia, vedi Trappeto (frantoio).
Trappeto
comune
Trappeto – Stemma Trappeto – Bandiera
Trappeto – Veduta
Uno scorcio di Trappeto dal mare
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Sicily.svg Sicilia
Città metropolitanaProvincia di Palermo-Stemma.png Palermo
Amministrazione
SindacoCosentino Santo (lista civica "Noi per Trappeto - Cosentino sindaco") dall'11-06-2017
Territorio
Coordinate38°04′N 13°02′E / 38.066667°N 13.033333°E38.066667; 13.033333 (Trappeto)Coordinate: 38°04′N 13°02′E / 38.066667°N 13.033333°E38.066667; 13.033333 (Trappeto)
Altitudinem s.l.m.
Superficie4,19 km²
Abitanti3 183[1] (30-11-2016)
Densità759,67 ab./km²
FrazioniBadiella, Ciammarita, Crocevanella, Piano Inferno, Piano Inferno Marina, Puma, Salvina, San Cataldo
Comuni confinantiBalestrate, Partinico, Terrasini
Altre informazioni
Cod. postale90040
Prefisso091
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT082074
Cod. catastaleL332
TargaPA
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantiTrappetesi
PatronoMaria SS. Annunziata
Giorno festivo25 marzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Trappeto
Trappeto
Trappeto – Mappa
Posizione del comune di Trappeto all'interno della città metropolitana di Palermo
Sito istituzionale

Trappeto (Trappitu in siciliano[2]) è un comune italiano di 3.183 abitanti della città metropolitana di Palermo in Sicilia.

È un centro balneare situato sulla costa nel Golfo di Castellammare, distante circa 45 chilometri da Palermo e circa 60 da Trapani.

La città di Trappeto è famosa per l'opera sociale e culturale che qui svolse lo scrittore Danilo Dolci, dal 1952 sino alla mattina del 30 dicembre 1997, giorno della sua morte. Trappeto è famosa anche per le sue spiagge come la Ciammarita, il Casello e la piccola baia di San Cataldo, condivisa con Terrasini.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la sua fondazione avvenuta nel XV secolo a ridosso della selva Partenia, in regio demanio di Federico II di Aragona che lo utilizzava per le sue battute di caccia, Trappeto si è evoluto come fertile centro agricolo e tra le attività principali figura la pesca e il turismo. Conosciuto come "Trappetum cannamelarum"[3] per la macina della canna da zucchero che qui aveva impiantato nel 1480 il ricco possidente Francesco Bologna, ebbe un periodo di fortuna durante tutto il XVI secolo.

Agli inizi del 1600 fu abbandonato dai suoi abitanti, che qui vi ritornarono alla fine del 1700 per coltivare la vite. Stabili abitanti si ebbero agli inizi del 1800 nelle casette costruite attorno alla vecchia Chiesa dell'Annunziata.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La spiaggia: Ciammarita[modifica | modifica wikitesto]

Spiaggia Ciammarita

È la spiaggia di Trappeto. Splendida distesa di sabbia di alcune centinaia di metri, che si affaccia su un mare aperto in un luogo molto ventilato. Dista poco dal centro di Trappeto. Si può raggiunge sia dall'Autostrada per Trapani (uscita Partinico-Trappeto) che dalla SS 113.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
29 dicembre 1988 6 agosto 1990 Onofrio Amato Democrazia Cristiana Sindaco [4]
25 agosto 1990 2 luglio 1992 Giuseppe Ferrara Democrazia Cristiana Sindaco [4]
20 gennaio 1993 7 luglio 1993 Giuseppe Ferrara Comm. straordinario [4]
7 luglio 1993 23 novembre 1993 Luigi Miceli Comm. straordinario [4]
23 novembre 1993 1º dicembre 1997 Salvatore Cutrò lista civica Sindaco [4]
1º dicembre 1997 28 maggio 2002 Filippo Bologna lista civica Sindaco [4]
28 maggio 2002 15 maggio 2007 Vito Lo Grasso Casa delle Libertà Sindaco [4]
15 maggio 2007 8 maggio 2012 Sebastiano Giuseppe Muscolino lista civica Sindaco [4]
8 maggio 2012 in carica Giuseppe Vitale Sindaco [4]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Anno 2001 ab. 2.770; anno 2002 ab. 2.852; anno 2003 ab. 2.855; anno 2004 ab. 2.936; anno 2005 ab. 2.943; anno 2006 ab. 3.018; anno 2007 ab. 3.090; anno 2008 ab. 3.123; anno 2009 ab. 3.174; anno 2010 ab. 3.250; anno 2011 ab 3.200; anno 2012 ab. 3.191; anno 2013 ab. 3.189; anno 2014 ab. 3.215 Abitanti censiti[5]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Trappeto è stata scelta come location cinematografica per i seguenti film:

  • La moglie più bella, "Un film di Damiano Damiani. Con Alessio Orano, Ornella Muti, Tano Cimarosa, Joe Sentieri, Enzo Andronico, Fortunato Arena. Drammatico, durata 108 min. - Italia 1970".
  • Per quel viaggio in Sicilia, "Un film di Egidio Termine. Con: Francesca Romana Coluzzi, Pino Caruso, Lucrezia Lante Della Rovere, Francesca D'Aloja, Egidio Termine. Drammatico, durata 102 min. - Italia 1991".
  • I cento passi, "Un film di Marco Tullio Giordana. Con: Luigi Lo Cascio, Luigi Maria Burruano, Lucia Sardo, Paolo Briguglia, Tony Sperandeo, Andrea Tidona, Fabio Camilli, Mimmo Mignemi, Aurora Quattrocchi, Ninni Bruschetta, Roberto Zibetti, Paola Pace, Francesco Giuffrida, Claudio Gioé. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 114 min. - Italia 2000".

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l'A.S.D. Atletico Trappeto 2010 che milita nel girone B siciliano di 2ª Categoria. È nata nel 2010.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2016.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 1990, p. 663.
  3. ^ Nei dialetti centro-meridionali il Trappeto è il "frantoio da ulive", dal latino trapētum o trapētus, greco τραπητόν, derivato dal τραπέω «pigiare l'uva».
  4. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Filippo Evola, Sulla giurisdizione della real parrocchia di Balestrate sopra la chiesa di Trappeto e suo territorio, Stamp. di F. Lao, Palermo, 1840.
  • Antonio Giacomino, Primavera a Trappeto, Tip. Lo Piccolo, Palermo, 1950.
  • Dolci Danilo, Fare Presto (E Bene) Perché si Muore, De Silva Francesco, Torino, 1954.
  • Grazia Fresco (a cura di), Due pescatori siciliani raccontano la storia del Borgo di Dio, Quaderni «Il Gallo», Milano, 1954.
  • Levi Carlo, Le parole sono pietre, Einaudi, Torino, 1957.
  • Ruth Hemmi, Il lavoro sociale a Trappeto: agosto 1960-luglio 1962, Centro studi e iniziative per la piena occupazione, Partinico, 1963.
  • Danilo Dolci, Chissà se i pesci piangono, Einaudi, Torino, 1973.
  • Tuzzo Domenico, Trappeto nella sua storia, Arti Grafiche Campo, Alcamo (Trapani), 1977.
  • Ian Miles, John Irvine, Monica Wemegah, Dag Poleszynski, The poverty of progress: changing ways of life in industrial societies. Selected proceedings of two international conferences on "Alternative ways of life", held in Cartigny, Switzerland, 1978, and Trappeto, Sicily, 1979, Pergamon Press, Oxford, 1982.
  • Tuzzo Domenico, Trappeto (Nuove pagine di storia), La Nuova ED.RI.SI., Palermo, 1987.
  • Nicola Scafidi, In the days of Giuliano: immagini della Sicilia del dopoguerra, Centro di documentazione e ricerca per la Sicilia antica «P. Orsi», Palermo, 1989.
  • Enzo Sellerio, Fotografie 1950-1989, F. Motta, Milano, 2000.
  • Nicola Scafidi, Fotografie, F. Motta, Milano, 2001.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN241190538 · GND: (DE4352944-6
Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia