Bruno Peres

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bruno Peres
Chelsea-Roma (4) (cropped).jpg
Bruno Peres alla Roma
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Trabzonspor
Carriera
Giovanili
2008-2010Audax
Squadre di club1
2009-2011Audax25 (1)
2010Bragantino6 (1)
2011-2012Guarani33 (0)
2012-2014Santos38 (3)[1]
2014-2016Torino65 (6)
2016-2018Roma48 (2)
2018-2019San Paolo19 (1)[2]
2019-2020Sport Recife1 (0)
2020-2021Roma46 (3)
2021-Trabzonspor27 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 maggio 2021

Bruno da Silva Peres (San Paolo, 1º marzo 1990) è un calciatore brasiliano, difensore o centrocampista del Trabzonspor.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un terzino destro che può ricoprire indifferentemente la posizione di terzino in una difesa a quattro oppure di tornante in un centrocampo a cinque. Talvolta in carriera è stato utilizzato anche come esterno offensivo. È un giocatore veloce, agile e bravo nel dribbling.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi in Brasile[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la sua carriera di calciatore professionista nell'Audax nel 2010 con cui ha ottenuto 26 presenze e 2 gol. Nel corso della stessa stagione, viene prestato al Clube Atlético Bragantino. Chiude la sua esperienza con il club paulista con 6 presenze e una rete.

Nel 2011 viene nuovamente prestato dall'Audax, questa volta al Guarani. Gioca 16 partite in Série B e 17 nel Campeonato Paulista.

Bruno Peres con la maglia del Santos nel 2013

Il 5 luglio 2012, passa in prestito al Santos e debutta 3 giorni dopo contro il Grêmio. Il 29 luglio realizza il suo primo gol con la maglia dei Peixe, nella gara contro il Ponte Preta. Chiude la sua prima stagione con 27 presenze e 2 reti. Il 15 gennaio 2013, Peres viene acquistato definitivamente dal Santos. Dopo l'arrivo di Cicinho perde il posto da titolare e gioca solo 10 partite nell'arco della stagione, realizzando una rete. In totale con il Santos ha giocato 67 partite segnando 4 gol.

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º settembre 2014 viene acquistato dal Torino per 2,2 milioni di euro.[3] Fa il suo esordio il 21 settembre 2014 contro il Verona subentrando al posto di Cristian Molinaro, partita terminata 1 a 0 per gli scaligeri.[4] Il 30 novembre arriva il suo primo gol in Serie A: dopo aver percorso tutto il campo, deposita il pallone in rete ponendo il risultato momentaneo sull'1-1 contro la Juventus.[5] Lascia il Torino dopo due stagioni, totalizzando 68 presenze e 7 reti tra campionato e coppe.

Roma[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 agosto 2016 viene ufficializzato il trasferimento del giocatore alla Roma in prestito per 1 milione di euro con obbligo di riscatto, condizionato al verificarsi di determinate situazioni sportive, fissato a 12,5 milioni di euro più bonus, fino ad un massimo di ulteriori 1,5 milioni di euro.[6] Esordisce con la maglia giallorossa il 20 agosto 2016 nel match vinto 4-0 contro l'Udinese; segna il suo primo gol in giallorosso contro la Sampdoria il 29 gennaio 2017, reso inutile dalla rimonta blucerchiata per 3-2.[7] Durante la sua stagione il suo rendimento è stato altalenante e nelle ultime partite ha anche perso il posto da titolare, nonostante ciò gioca 30 partite sulle 38 disponibili in Serie A (44 in tutte le competizioni) segnando 2 gol. A fine stagione al verificarsi dei risultati sportivi condizionanti è riscattato dalla società capitolina.[8] Tale rendimento piuttosto discontinuo si conferma nel corso della successiva stagione 2017-2018. Nel mentre si è comunque reso protagonista di un salvataggio sulla linea in Champions contro lo Šachtar che ha evitato che la Roma andasse sotto di 2 reti e agevolando la rimonta giallorossa al ritorno.[9]

San Paolo e Sporting Recife[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 luglio 2018 viene ufficializzato il passaggio del giocatore al San Paolo in prestito con diritto di riscatto, fissato a 8 milioni, fino al 31 dicembre 2019.[10] Esordisce con il club brasiliano il 3 agosto seguente, nel match di Coppa Sudamericana contro gli argentini del Colón. Sigla il suo primo gol con il San Paolo il 26 agosto 2018, sancendo la vittoria di misura del San Paolo sul Ceará in campionato.

Rimasto progressivamente ai margini della rosa, il 26 settembre 2019 si trasferisce, sempre con la formula del prestito, allo Sport Recife.[11]

Ritorno a Roma[modifica | modifica wikitesto]

Terminato il prestito nel gennaio 2020, fa ritorno alla Roma,[12] con cui torna a giocare il 16 del mese stesso in Coppa Italia contro il Parma.[13] Divenuto progressivamente la prima scelta del tecnico Fonseca per il ruolo di tornante con centrocampo a 5 e terzino destro[14], il 22 luglio seguente il giocatore mette a segno la sua prima doppietta in giallorosso, ai danni della SPAL (1-6).[15]

Nella stagione seguente viene relegato a riserva di Rick Karsdorp.[16][17] Ciononostante riesce a giocare molte volte durante la stagione sia sulla fascia destra che su quella mancina e riesce trovare il suo primo gol nelle coppe europee (oltreché stagionale), il 22 ottobre nella sfida dei gironi di Europa League in trasferta contro lo Young Boys vinta 2-1.[18]

Ha giocato la sua ultima partita con i giallorossi nel derby di Roma vinto per 2-0 contro la Lazio.[19]

Trabzonspor[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 maggio 2021 si accorda con il Trabzonspor,[20] (insieme all'ex giallorosso Gervinho) dove continuerà ad indossare la maglia numero 33. Debutta con i turchi il 5 agosto successivo, nel match casalingo di Conference League contro il Molde (3-3).[21]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1º settembre 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009-2010 Brasile Audax-SP B 10 0 - - - - - - - - - 10 0
2010 Brasile Bragantino B 6 1 - - - - - - - - - 6 1
2010-2011 Brasile Audax-SP B 16 2 - - - - - - - - - 16 2
Totale Audax-SP 26 2 0 0 0 0 26 2
2011-2012 Brasile Guarani B 33 0 - - - - - - - - - 33 0
2012 Brasile Santos A+CP 25+0 2+0 - - - - - - RS 2 0 27 2
2013 A+CP 11+18 1+0 CB 1 0 - - - - - - 30 1
2014 A+CP 2+7 0+1 CB 1 0 - - - - - - 10 1
Totale Santos 63 4 2 0 0 0 2 0 67 4
2014-2015 Italia Torino A 34 3 CI - - UEL - - - - - 34 3
2015-2016 A 31 3 CI 2 0 - - - - - - 33 3
ago. 2016 A 0 0 CI 1 1 - - - - - - 1 1
Totale Torino 65 6 3 1 - - - - 68 7
ago. 2016-2017 Italia Roma A 30 2 CI 4 0 UCL+UEL 1[22]+9 0 - - - 44 2
2017-2018 A 18 0 CI 1 0 UCL 6 0 - - - 25 0
giu.-dic. 2018 Brasile San Paolo A1/SP+A 19 1 CB 0 0 CS 2 0 - - - 21 1
gen.-set. 2019 A1/SP+A 6+0 0+0 CB 0 0 CL 2 0 - - - 8 0
Totale San Paolo 6+19 1 0 0 4 0 - - 29 1
sett.-dic. 2019 Brasile Sporting Recife B 1 0 CB - - - - - - - - 1 0
gen.-giu. 2020 Italia Roma A 16 2 CI 2 0 UEL 1 0 - - - 19 2
2020-2021 A 30 1 CI 1 0 UEL 13 1 - - - 44 2
Totale Roma 94 5 8 0 30 1 - - 132 6
2021-2022 Turchia Trabzonspor SL 26 0 CT 3 0 UECL 4[23] 0 - - - 33 0
Totale carriera 339 19 16 1 38 1 2 0 395 21

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni statali[modifica | modifica wikitesto]

Sporting Recife: 2019

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Trabzonspor: 2021-2022

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Santos: 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 63 (4) se si comprendono le presenze nel Campionato Paulista.
  2. ^ 25 (1) se si comprendono le presenze nel Campionato Paulista.
  3. ^ UFFICIALE: Torino, dal Santos arriva Bruno Peres, su tuttomercatoweb.com, 1º settembre 2014. URL consultato il 7 novembre 2014.
  4. ^ Torino-Verona 0-1: Ionita affonda i granata, Hellas dietro Juve e Roma, su repubblica.it, 21 settembre 2014. URL consultato il 7 novembre 2014.
  5. ^ Juventus-Torino 2-1: Vidal su rigore e il capolavoro di Peres. Poi decide Pirlo, su gazzetta.it, 30 novembre 2014. URL consultato l'11 febbraio 2015.
  6. ^ L’AS Roma perfeziona l’ingaggio di Bruno Peres, su asroma.com, 16 agosto 2016.
  7. ^ Le pagelle di Sampdoria-Roma 3-2, su eurosport.it, 29 gennaio 2017. URL consultato il 5 aprile 2021.
  8. ^ Roma, nuova rivoluzione in difesa: Mario Rui vuole il Napoli, anche Bruno Peres in bilico, su 90min.com, 24 giugno 2017. URL consultato il 3 luglio 2017.
  9. ^ La Roma non dimentica il salvataggio di Bruno Peres dell'andata: "Grazie", su sport.sky.it. URL consultato il 17 gennaio 2020.
  10. ^ (PT) Nene antecipou, e é oficial: #BrunoPeresÉNosso, su saopaulofc.net. URL consultato il 6 luglio 2018.
  11. ^ Calciomercato Roma: Bruno Peres al Recife fino a novembre, su goal.com. URL consultato il 26 settembre 2019.
  12. ^ GALLERY: BRUNO PERES TORNA AD ALLENARSI CON LA ROMA, su asroma.com. URL consultato il 17 gennaio 2020.
  13. ^ Dopo due anni riecco Bruno Peres. L’ex bad boy ora riga dritto, su gazzetta.it. URL consultato il 17 gennaio 2020.
  14. ^ Luca Valdiserri, La Roma nuovo modello dice addio alle ali e ridà spazio a Bruno Peres, su Corriere della Sera, 13 luglio 2020. URL consultato il 22 luglio 2020.
  15. ^ Spal-Roma 1-6: doppietta di Bruno Peres, si rivede Zaniolo, su gazzetta.it. URL consultato il 22 luglio 2020.
  16. ^ Roma calciomercato, Karsdorp, Bruno Peres, Montiel, il ballo dell'esterno destro, su gazzetta.it. URL consultato il 13 marzo 2021.
  17. ^ Roma, la rinascita di Karsdorp: il lavoro di Fonseca, la dieta e la famiglia, su corrieredellosport.it. URL consultato il 13 marzo 2021.
  18. ^ Young Boys-Roma 1-2: vittoria firmata da Bruno Peres e Kumbulla, su corrieredellosport.it. URL consultato il 23 ottobre 2020.
  19. ^ Roma, Bruno Peres vola in Turchia: giocherà insieme a Gervinho, su corrieredellosport.it.
  20. ^ (TR) Trabzonsporumuza hoş geldin Bruno Peres!, su twitter.com. URL consultato il 26 maggio 2021.
  21. ^ Trabzonspor-Molde | UEFA Europa Conference League, su UEFA.com. URL consultato il 12 agosto 2021.
  22. ^ Nei play-off.
  23. ^ Nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]