Red Bull Bragantino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Disambiguazione – "Bragantino" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Bragantino (disambigua).
Red Bull Bragantino
Calcio
Toro Loko, Red Bull Braga, RB Bragantino
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Bianco, rosso
Simboli Toro
Dati societari
Città Bragança Paulista
Nazione Bandiera del Brasile Brasile
Confederazione CONMEBOL
Federazione CBF
Campionato Série A
Fondazione 1928
Rifondazione2019
Proprietario Bandiera dell'Austria Red Bull
Presidente Bandiera del Brasile Marquinho Chedid
Allenatore Bandiera del Portogallo Pedro Caixinha
Stadio Nabi Abi Chedid
(17 128 posti)
Palmarès
Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Red Bull Bragantino, noto anche semplicemente come Bragantino e, fino al 2020, come Clube Atlético Bragantino, è una società calcistica brasiliana con sede nella città di Bragança Paulista, nello stato di San Paolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione e i primi anni[modifica | modifica wikitesto]

L'8 gennaio 1928 gli ex membri del Bragança Futebol Clube fondarono il Clube Atlético Bragantino.

Nel 1949 il club partecipò per la prima volta alla seconda divisione del Campionato Paulista. Nel 1965 il Bragantino venne promosso per la prima volta nella prima divisione del Campionato Paulista. Nel 1966, tuttavia, il club retrocesse nella seconda divisione del Campionato Paulista.

Nel 1988 il Bragantino vinse la seconda divisione del Campionato Paulista. Nel 1989 avvenne il debutto nel Campeonato Brasileiro Série A grazie alla vittoria del Campeonato Brasileiro Série B. Nel 1990 Bragantino sconfisse il Novorizontino per vincere la prima divisione del Campionato Paulista. La finale è stata soprannominata la finale caipira (final caipira, in lingua portoghese).

Nel 1991 il club fu finalista del Campeonato Brasileiro Série A. In finale, il Bragantino fu sconfitto dal San Paolo. Nel 1992 il club ha partecipato alla Coppa CONMEBOL, facendo così il suo debutto nelle competizioni continentali, bissata con la partecipazione alla Coppa CONMEBOL 1993. Nel 1995 il club retrocesse nella seconda divisione del Campionato Paulista. Nel 1996 il Bragantino ha partecipato per la terza volta alla Coppa CONMEBOL.

Nel 1998 il club retrocesse nel Campeonato Brasileiro Série B. Nel 2002, al termine di una brutta stagione, la squadra retrocesse nel Campeonato Brasileiro Série C. Nel 2005 il club venne promosso nella prima divisione del Campionato Paulista. Nel 2007, dopo aver vinto il Campeonato Brasileiro Série C 2007 vi è il ritorno nella serie cadetta per il Campeonato Brasileiro Série B 2008.

Collaborazione con la Red Bull: Red Bull Bragantino[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2019 il Bragantino ha siglato un accordo con la Red Bull (che già gestiva il Red Bull Brasil, incapace tuttavia di superare le divisioni minori) per la gestione di tutte le sue attività legate al calcio, con l'obiettivo di permettere alla squadra di competere nel massimo campionato brasiliano.

In virtù di questa collaborazione il club ha cambiato logo e nome (Red Bull Bragantino), adottando altresì i colori sociali bianco-rosso tipici delle società gestite dalla multinazionale austriaca. Nella stagione 2020 disputa quindi la sua prima stagione nel massimo campionato brasiliano con la nuova proprietà. Inoltre è stata presa in considerazione la possibilità di costruire un nuovo stadio al posto del Nabi Abi Chedid.

Durante il suo primo anno in Brasileirão, si qualifica per la Copa Sudamericana concludendo il campionato al decimo posto. L'anno successivo, raggiunge la finale della suddetta coppa.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Red Bull Bragantino
  • 2007 – 1º in Série C Promosso in Série B.
  • 2008 – 7º in Série B.
  • 2009 – 9º in Série B.
  • 2010 – 8º in Série B.
  • 2011 – 6º in Série B.
  • 2012 – 14º in Série B.
  • 2013 – 16º in Série B.
  • 2014 – 16º in Série B.
  • 2015 – 9º in Série B.
  • 2016 – 19º in Série B Retrocesso in Série C.
  • 2017 – 7º in Série C.
  • 2018 – 4º in Série C Promosso in Série B.
  • 2019 – 1º in Série B Promosso in Série A.
  • 2020 - La società cambia nome in Red Bull Bragantino.
  • 2020 – 10º in Série A.
  • 2021 – 6º in Série A.
  • 2022 – 14º in Série A.
  • 2023 – in Série A.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Calciatore
2 Bandiera dell'Ecuador D Leonardo Realpe
3 Bandiera del Brasile D Léo Ortiz
4 Bandiera del Brasile D Eduardo Mendes
5 Bandiera del Brasile C Jadsom
6 Bandiera del Brasile C Edimar
8 Bandiera del Brasile C Lucas Evangelista
9 Bandiera del Brasile A Alerrandro
11 Bandiera del Brasile C Hélinho
12 Bandiera del Brasile P Maycon Cleiton
13 Bandiera del Brasile D Aderlan
15 Bandiera del Brasile A Ytalo
16 Bandiera del Brasile C Ramires
17 Bandiera del Brasile D Weverton
18 Bandiera del Brasile A Cleiton
19 Bandiera del Brasile A Eduardo Sasha
N. Ruolo Calciatore
20 Bandiera del Brasile D Lucas Cunha
21 Bandiera del Brasile A Talisson
22 Bandiera del Brasile C Leandrinho
23 Bandiera del Brasile C Raul
24 Bandiera della Colombia D César Haydar
25 Bandiera del Brasile C Bruno Praxedes
29 Bandiera del Brasile D Juninho Capixaba
30 Bandiera del Brasile C Vitinho
33 Bandiera del Brasile C Pedrinho
35 Bandiera del Brasile A Gabriel Novaes
35 Bandiera del Brasile C Matheus Fernandes
36 Bandiera del Brasile D Luan Cândido
Bandiera del Brasile A Robinho
Bandiera del Brasile C Miguel Silveira

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1989, 2019
2007

Competizioni statali[modifica | modifica wikitesto]

1990
1965, 1988
1979
  • Troféu do Interior
2020

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1991
Semifinalista: 1989, 2007
Finalista: 2021

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio