Dietrich Mateschitz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dietrich Mateschitz (Sankt Marein im Mürztal, 20 maggio 1944) è un imprenditore austriaco, co - fondatore della nota casa produttrice di energy drink Red Bull di cui detiene il 49% delle azioni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mateschitz è nato a Sankt Marein im Mürztal, Stern, Austria, da una famiglia di origine croata. I suoi genitori erano entrambi maestri alle scuole elementari, e divorziarono quando lui era molto piccolo. Sebbene non si sia mai sposato, ha un figlio. Possiede la licenza di pilota con la quale è in grado di pilotare aerei come Falcon 900 e Piper Super Cub.

Il primo impiego subito dopo essersi laureato in marketing all'Università di Vienna, fu presso la multinazionale Unilever; successivamente passò alla Procter & Gamble dove, sempre nell'ambito del marketing, lanciò sul mercato alcuni prodotti di successo come dentifrici. In uno dei suoi viaggi d'affari, scoprì Krating Daeng, un energy drink dai cui sarebbe derivata la sua più importante creatura, il Red Bull. Nel 1984 ha fondato la Red Bull GmbH con alcuni soci thailandesi, lanciando la bevanda in tutti i mercati del mondo, e diventando ben presto leader mondiale.

Vive a Salisburgo ma possiede anche l'isola di Laucala che ha acquistato dalla famiglia Forbes nel 2003.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Una delle principali attività di marketing usata da Mateschitz per lanciare il suo marchio è stata quella di sponsorizzare il Red Bull in numerosi sport estremi. Nel 2004 ha rilevato la scuderia di Formula 1 Jaguar Racing fondando la Red Bull Racing; nel 2005, grazie anche all'amicizia con l'ex pilota di Formula 1 Gerhard Berger ha rilevato la scuderia italiana Minardi rinominandola Scuderia Toro Rosso creando una squadra satellite a quella ufficiale Red Bull. Nel 2010, 2011, 2012 e 2013 il team Red Bull ha vinto i mondiali costruttori di Formula Uno e quello piloti con il tedesco Sebastian Vettel.

Possedeva un team NASCAR di nome Team Red Bull, chiuso alla fine della stagione 2011.[1]

Tra il 2005 e il 2006 ha acquistato le squadre di calcio dell'Austria Salisburgo e dei MetroStars le quali successivamente hanno visto modificato il loro nome rispettivamente in Red Bull Salisburgo e New York Red Bulls (non senza qualche polemica). Nel 2007 ha fondato la Red Bull Brasil, una squadra di calcio brasiliana, che attualmente gioca nella seconda divisione del campionato paulista. Nel maggio 2009, ha fondato un club di calcio tedesco chiamato RB Leipzig. Dal 2012 è anche il proprietario del club di hockey tedesco EHC München che ha cambiato il nome in Red Bull München, Da tempo è anche proprietario dei Red Bulls Salzburg, squadra plurititolata del massimo campionato di hockey su ghiaccio austriaco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mooresville's Red Bull Racing closed down Thursday, wbtv.com, 8 dicembre 2011. URL consultato il 1 settembre 2012.
Controllo di autorità VIAF: (EN65226936 · GND: (DE135619653