Jak Crawford

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Jak Crawford
Crawford alla guida della Dallara F3 in Austria
NazionalitàBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Automobilismo
CategoriaFormula 2, Formula 1, Formula E
RuoloPilota (F2), Pilota di riserva (F1 e FE)
SquadraBandiera della Francia DAMS (F2)
Bandiera del Regno Unito Aston Martin (F1)
Bandiera degli Stati Uniti Andretti Global (FE)
 

Jak Crawford (Charlotte, 2 maggio 2005) è un pilota automobilistico statunitense, dal 2024 è entrato nel AMF1 Driver Development Programme[1], in precedenza ha fatto parte dal 2020 al 2023 al Red Bull Junior Team[2][3].

Nato a Charlotte, Crawford ha iniziato la sua carriera nel karting nel 2011. Ha gareggiato in diversi campionati, prevalentemente in Nord America, vincendo nel 2016 il Florida Winter Tour e nel 2017 la Challenge of the Americas - Junior Rotax[4][5].

Formule inferiori

[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018, Crawford ha fatto il suo debutto in monoposto nel Campionato NACAM Formula 4, guidando per la Scuderia Martiga di Esteban Gutiérrez. Vince sei gare e, con altri otto podi, il pilota americano arriva secondo nel campionato[6].

Nel 2020 Crawford si trasferisce in Europa per correre con Van Amersfoort Racing il campionato tedesco e italiano di Formula 4 ma a causa della Pandemia di COVID-19 in quest'ultimo ha gareggiato solo part-time[7]. Nella Formula 4 tedesca ha Jonny Edgar come compagno di team il quale lo batte per solo due punti in classifica[8]. Crawford chiude al secondo posto con cinque vittorie. Mentre nel campionato italiano di Formula 4 finisce sesto in classifica (nonostante non ha partecipato a due fine settimana di gara) vincendo anche due gare, una al Red Bull Ring e una a Imola[9][10].

Euroformula Open

[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2021 Crawford viene ingaggiato dalla Motopark per il campionato Euroformula Open[11]. Dopo aver saltato le prime due gare sul circuito di Portmao esordisce nella terza gara e arriva a punti con un settimo posto. Nel secondo weekend sul circuito del Paul Ricard conquista due vittorie nelle prime due gare ed arriva secondo nella terza[12][13]. Nel round di Imola conquista due vittorie e un secondo posto[14], salta le tre gare a Monza per poi tornare nell'ultimo round a Barcellona dove conquista altre due vittorie. Pur saltando otto gare Crawford chiude la stagione al terzo posto e secondo tra i Rookie.

Nel 2021 oltre a correre nella Euroformula, Crawford viene ingaggiato dalla Hitech Grand Prix per il Campionato FIA di Formula 3 2021[15]. Durante la prima gara a Spa-Francorchamps sotto la pioggia riesce a conquistare il suo primo podio nella categoria, arrivando secondo dietro al pilota italiano Lorenzo Colombo[16]. Chiude la stagione al 13º posto, quinto tra i rookie[17].

Nei primi giorni di novembre Crawford partecipa a Velencia ai test collettivi della Formula 3 con il team Prema Powerteam[18]. In seguito viene annunciato dal team italiano per la stagione 2022[19]. Crawford conquista tre podi nelle prime cinque gare, due sul circuito di Imola e uno sul Circuito di Catalogna[20], nella prima gara al Red Bull Ring ottiene la sua prima vittoria nella serie davanti a Caio Collet[21]. Nella sua seconda stagione in F3 ottiene una vittoria ed altri quattro podi chiudendo settimo in classifica finale[22].

Nei primi mesi del 2023 partecipa al primo round della Formula Regional Middle East con il team Hitech[23].

Per la stagione 2023, Crawford torna a correre con i colori della Hitech GP passando al Campionato FIA di Formula 2[24]. Nella prima metà della stagione, dopo un inizio molto negativo, riesce a conquistare tre podi (tutti nelle Sprint Race): il primo a Melbourne, arrivando secondo dietro a Dennis Hauger[25], il secondo a Baku, dove chiude terzo dietro le due Prema[26] e il terzo a Montecarlo salendo sul gradino più basso del podio dietro ad Ayumu Iwasa e Jehan Daruvala[27]. Crawford ottiene la sua prima vittoria nella serie durante la Sprint Race del Red Bull Ring, davanti a Victor Martins[28]. A Zandvoort ottiene la pole position e in gara ottiene il terzo posto. Crawford chiude la stagione al tredicesimo posto[29].

Per la stagione 2024, Crawford rimane in Formula 2 ma passa al team DAMS[30]. Nella prima corsa stagiona a Sakhir ottiene il secondo posto dietro a Zane Maloney[31]. Nella Feature Race di Barcellona Crawford ottiene la sua seconda vittoria nella serie[32]. Nella Feature di Silverstone taglia il traguardo per primo ma per una penalità di 5 secondi scende al terzo posto[33].

Formula 1 e Formula E

[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2020 Crawford entra nel programma Junior della Red Bull Racing[2]. Dopo quattro stagioni, nel 2024 decide si separarsi al team austriaco[3] ed entra nel AMF1 Driver Development Programme[1]. Nel 2024 prende parte a due Rookie Tests della Formula E con il team Andretti Global[34][35] e al Red Bull Ring scende in pista per la prima volta con una Formula 1, l'Aston Martin AMR22[36].

Riepilogo Carriera

[modifica | modifica wikitesto]
Stagione Serie Team Gare Vittorie Pole Gpv Podio Punti Pos.
2018-19 Formula 4 NACAM Scuderia Martiga EG 20 6 3 12 14 322
2019 U.S. F2000 National DEForce Racing 7 0 0 0 0 183
Cape Motorsports 6 0 0 0 0
2020 Formula 4 ADAC Van Amersfoort Racing 21 5 4 5 12 298
Formula 4 italiana 14 2 1 0 7 150
2021 Formula 3 Hitech Grand Prix 20 0 0 0 1 45 13º
Euroformula Open Motopark 16 8 4 12 10 304
2022 Formula Regional Asia Abu Dhabi Racing by Prema 15 0 0 1 3 113
Formula 3 Prema Powerteam 18 1 0 2 5 109
2023 Formula Regional Middle East Hitech Pulse-Eight 3 0 0 0 0 4 28º
Formula 2 26 1 1 0 5 57 13º
2024 Formula 2 DAMS 6 0 0 1 1 26*
Formula 1 Aston Martin Pilota di riserva e Collaudatore
Formula E Andretti Global Pilota di riserva e Collaudatore

* Stagione in corso

Risultati in Euroformula Open

[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Stagione Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 Punti Pos.
2021 Bandiera della Germania Team Motopark POR
Bandiera del Portogallo
LEC
Bandiera della Francia
SPA
Bandiera del Belgio
HUN
Bandiera dell'Ungheria
IMO
Bandiera dell'Italia
RBR
Bandiera dell'Austria
MNZ
Bandiera dell'Italia
CAT
Bandiera della Spagna
7 1 1 2 12 6 4 1 2 1 1 5 1 6 1 1 304

Risultati in Formula 3

[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Stagione Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 Punti Pos.
2021 Bandiera del Regno Unito Hitech Grand Prix CAT
Bandiera della Spagna
LEC
Bandiera della Francia
RBR
Bandiera dell'Austria
HUN
Bandiera dell'Ungheria
SPA
Bandiera del Belgio
ZAN
Bandiera dei Paesi Bassi
SOC
Bandiera della Russia
45 13º
13 9 18 11 14 10 8 Rit 26 26 20 15 2 15 15 4 8 7 11 C 5
2022 Bandiera dell'Italia Prema Racing BHR
Bandiera del Bahrein
IMO
Bandiera dell'Italia
CAT
Bandiera della Spagna
SIL
Bandiera del Regno Unito
RBR
Bandiera dell'Austria
HUN
Bandiera dell'Ungheria
SPA
Bandiera del Belgio
ZAN
Bandiera dei Paesi Bassi
MNZ
Bandiera dell'Italia
109
27 7 3 2 2 6 10 6 1 22 20 5 11 17 9 6 7 3

* Stagione in corso.

Risultati in Formula Regional Asia / Middle East

[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Stagione Squadra 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 Punti Pos.
2022 Bandiera degli Emirati Arabi Uniti Abu Dhabi Racing by Prema ABU
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
DUB
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
DUB
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
DUB
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
ABU
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
113
11 7 2 4 9 6 12 7 12 6 2 5 3 Rit 4
2023 Bandiera del Regno Unito Hitech Grand Prix DUB
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
KMT
Bandiera del Kuwait
KMT
Bandiera del Kuwait
DUB
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
ABU
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
4 28º
19 14 8

Risultati in Formula 2

[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Stagione Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 Punti Pos.
2023 Bandiera del Regno Unito Hitech Pulse-Eight BHR
Bandiera del Bahrein
JED
Bandiera dell'Arabia Saudita
ALB
Bandiera dell'Australia
BAK
Bandiera dell'Azerbaigian
MON
Bandiera di Monaco
CAT
Bandiera della Spagna
RBR
Bandiera dell'Austria
SIL
Bandiera del Regno Unito
HUN
Bandiera dell'Ungheria
SPA
Bandiera del Belgio
ZAN
Bandiera dei Paesi Bassi
MNZ
Bandiera dell'Italia
YMC
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
57 13º
14 12 9 15 2 Rit 3 9 3 9 Rit 13 1 8 14 10 14 17 14 Rit C 3 13 Rit 13 10
2024 Bandiera della FranciaDAMS BHR
Bandiera del Bahrein
JED
Bandiera dell'Arabia Saudita
ALB
Bandiera dell'Australia
IMO
Bandiera dell'Italia
MON
Bandiera di Monaco
CAT
Bandiera della Spagna
RBR
Bandiera dell'Austria
SIL
Bandiera del Regno Unito
HUN
Bandiera dell'Ungheria
SPA
Bandiera del Belgio
MNZ
Bandiera dell'Italia
BAK
Bandiera dell'Azerbaigian
LUS
Bandiera del Qatar
YMC
Bandiera degli Emirati Arabi Uniti
84*
2 Rit 5 4 9 10 14 7 13 Rit 4 1 6 10 6 3

* Stagione in corso.

  1. ^ a b Gianluca D'Alessandro, Crawford saluta Red Bull ed entra nell'accademia Aston Martin, su it.motorsport.com, 12 febbraio 2024.
  2. ^ a b Jak Crawford in Red Bull, su redbull.com. URL consultato il 6 maggio 2021.
  3. ^ a b (EN) Ida Wood, Jak Crawford lascerà il Red Bull Junior Team ma rimarrà in F2 per il 2024, su formulascout.com, 16 Novembre 2023. URL consultato il 17 Novembre 2023.
  4. ^ SKUSA SuperNationals XXI - X30 Junior class 2017 standings, su driverdb.com. URL consultato il 5 maggio 2021.
  5. ^ Challenge of the Americas - Junior Rotax 2017 standings, su driverdb.com. URL consultato il 5 maggio 2021.
  6. ^ FIA Fórmula 4 Nacam Championship 2019 standings, su driverdb.com. URL consultato il 5 maggio 2021.
  7. ^ Jak Crawford si unisce a Van Amersfoort Racing per il campionato italiano F4 2020, su acisport.it, 31 gennaio 2020. URL consultato il 3 marzo 2021.
  8. ^ ADAC F4 Germany 2020 standings, su driverdb.com. URL consultato il 5 maggio 2021.
  9. ^ Spielberg - Gara 2 Primo successo per Crawford, su italiaracing.net, 13 febbraio 2020. URL consultato il 4 maggio 2021.
  10. ^ Imola - Gara 3 Minì campione, vince Crawford, su italiaracing.net, 22 novembre 2020. URL consultato il 4 maggio 2021.
  11. ^ Assaggio di Euroformula 2021, Crawford al top nei test a Spa, su italiaracing.net, 2 aprile 2021. URL consultato il 4 maggio 2021.
  12. ^ Le Castellet, gara 1 Crawford sale alla ribalta, su italiaracing.net, 15 maggio 2021. URL consultato il 17 maggio 2021.
  13. ^ Le Castellet, gara 2 Crawford si ripete di forza, su italiaracing.net, 16 maggio 2021. URL consultato il 17 maggio 2021.
  14. ^ Imola, gara 3 Crawford fa il vuoto, su italiaracing.net, 25 luglio 2021. URL consultato il 26 luglio 2021.
  15. ^ Piccoli Tsunoda crescono, su FormulaPassion.it, 14 gennaio 2021. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  16. ^ Mattia Tremolada, Spa - Gara 1 Colombo trova il riscatto, su italiaracing.net, 28 agosto 2021. URL consultato il 28 agosto 2021.
  17. ^ FIA Formula 3 Championship 2021 standings, su driverdb.com. URL consultato il 26 settembre 2021.
  18. ^ Massimo Costa, Test a Valencia, 1º giorno Ci sono Saucy, Bearman e Hadjar, su italiaracing.net, 31 ottobre 2021. URL consultato il 31 ottobre 2021.
  19. ^ Jacopo Rubino, Prema completa la line-up F3:arriva Crawford, junior Red Bull, su italiaracing.net, 14 gennaio. URL consultato il 14 gennaio 2022.
  20. ^ Mattia Tremolada, Montmelò - Gara 1 Vidales profeta in patria, su italiaracing.net, 21 maggio 2022. URL consultato il 21 maggio 2022.
  21. ^ Jacopo Rubino, Spielberg, gara 1 Crawford settimo vincitore 2022, su www.italiaracing.net, 9 luglio 2022. URL consultato il 9 luglio 2022.
  22. ^ (EN) Classifica FIA Formula 3 Championship 2022, su www.driverdb.com. URL consultato il 21 settembre 2022.
  23. ^ (EN) Ida Wood, Hitech GP farà correre sei piloti in Medio Oriente, su formulascout.com, 7 gennaio 2023. URL consultato il 7 gennaio 2023.
  24. ^ Daniele Botticelli, Isack Hadjar e Jak Crawford al debutto con Hitech GP nel 2023, su www.p300.it, 18 gennaio 2023. URL consultato il 18 gennaio 2023.
  25. ^ Luca Basso, Melbourne – Gara 1 Hauger sempre in testa, su www.italiaracing.net, 1º aprile 2023. URL consultato il 1º aprile 2023.
  26. ^ Luca Basso, Baku – Gara 1 Bearman-Vesti, doppietta Prema Caos nell'ultima ripartenza, su www.italiaracing.net, 29 aprile 2023. URL consultato il 30 aprile 2023.
  27. ^ Luca Basso, Montecarlo – Gara 1 Hadjar "lascia" la vittoria a Iwasa, su www.italiaracing.net, 27 maggio 2023. URL consultato il 29 maggio 2023.
  28. ^ Massimo Costa, Spielberg - Gara 1 Crawford dopo il rebus gomme, su www.italiaracing.net, 1º luglio 2023. URL consultato il 2 luglio 2023.
  29. ^ FIA Formula 2 Championship 2023, su driverdb.com.
  30. ^ Federico Benedusi, Jak Crawford lascia il Red Bull Junior Team e firma con DAMS per il 2024, su p300.it, 27 novembre 2023. URL consultato il 27 novembre 2023.
  31. ^ Luca Piana, Sprint Race F2 in Bahrain: vince Maloney, Kimi Antonelli è 14° al debutto., su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 1° marzo 2024. URL consultato il 2 marzo 2024.
  32. ^ Luca Basso, Montmelò – Gara 2 Brillante successo di Crawford, su italiaracing.net, 23 giugno 2023.
  33. ^ Luca Basso, Silverstone – Gara 2 Vittoria e leadership per Hadjar, su italiaracing.net, 7 luglio 2024.
  34. ^ (EN) Ida Wood, Andretti correrà con Jak Crawford junior dell'Aston Martin nei test di Formula E, su formulascout.com, 20 Marzo 2024.
  35. ^ Michele Montesano, A Berlino torna il Rookie Test: al via gli esordienti Minì, Fittipaldi e Feller, su italiaracing.net, 9 maggio 2024.
  36. ^ (EN) Ida Wood, Il giovane dell'Aston Martin Jak Crawford fa il suo primo test di F1 al Red Bull Ring, su formulascout.com, 6 Giugno 2024.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]