Sd.Kfz. 232

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sd.Kfz. 232 (8 rad) "Achtrad"
Un Sd.Kfz. 232 durante la battaglia di Francia nel 1940
Un Sd.Kfz. 232 durante la battaglia di Francia nel 1940
Descrizione
Tipo autoblindo pesante
Equipaggio 4
Dimensioni e peso
Lunghezza 5,60 m
Larghezza 2,20 m
Altezza 2,90 m
Peso 9,1 t
Propulsione e tecnica
Motore Büssing 8 cilindri a V a benzina Tipo L8V
Potenza 150 hp a 3.000 giri al minuto
Rapporto peso/potenza 16,48 hp/t
Trazione 8 ruote
Sospensioni indipendenti su ciascuna ruota
Prestazioni
Velocità su strada 85 km/h
Velocità fuori strada 35 km/h
Autonomia 300
Pendenza max 50 %
Armamento e corazzatura
Armamento primario 1 cannone KwK 30 o 38 da 20 mm
Armamento secondario 1 mitragliatrice MG 34 da 7,92 mm
Corazzatura 15 mm (max)
10 mm (min)
Note Le caratteristiche si riferiscono alla SdKfz 232 8 rad

Corazzati.it[1]

voci di autoblindo presenti su Wikipedia

L'Sd. Kfz. 232 era un'autoblindo che operò dal 1933 alla fine della seconda guerra mondiale con le forze armate tedesche. La SdKfz 232 fu prodotta in due versioni, differenti sia morfologicamente sia come periodi di produzione: la SdKfz 232 Schwere Panzerspähwagen (Fu) 6 rad (Autoblindo pesante da ricognizione SdKfz 232 a 6 ruote, con impianto radio potenziato - suffisso Fu) e successivamente la SdKfz 232 Schwere Panzerspähwagen (Fu) 8 rad, che differiva dalla precedente in quanto era fornita di 8 ruote per migliorare il comportamento su terreno vario.

Le autoblindo SdKfz 232 non erano che le autoblindo SdKfz 231 6 rad e SdKfz 231 8 rad su cui era stato installato l'impianto radio per comunicazioni a lunga distanza. La grossa e ingombrante antenna a traliccio dell'apparecchiatura radio rendeva questi veicoli difficilmente mimetizzabili, tanto che dal 1942 in poi le antenne a traliccio cominciarono ad essere sostituite con antenne verticali. Entrambe le autoblindo conservavano l'armamento e le caratteristiche meccaniche delle SdKfz 231 originali. La caratteristica più tipica di questi veicoli era che la torretta fungeva da supporto per l'antenna a traliccio, questo costrinse ad aggiungere due supporti ad L alla torretta ed un anello di rotazione su cui potevano ruotare i bracci corti della L all'antenna per permettere la rotazione della torretta. La produzione della SdKfz 232 6-rad iniziò nel 1932 e la distribuzione alle truppe nel 1933, durando fino al 1935. A partire dal 1940 furono ritirate dalle unità di prima linea. La produzione della SdKfz 232 8-rad iniziò nel 1935 e si protrasse fino alla fine del 1942.

La SdKfz 232 8 rad era un fuoristrada eccellente grazie al sistema di sterzata e di trasmissione del movimento su tutte e otto le ruote. Alcune caratteristiche distintive del SdKfz 232 8 rad erano la capacità di superare ostacoli verticali di 0,5 m, attraversare trincee larghe fino a 1,25 m e di guadare fiumi profondi fino a 1,3 m. Le caratteristiche come fuori strada del SdKfz 232 6 rad erano invece molto più basse, essendo limitate dal fatto che le uniche ruote motrici erano quelle posteriori, in quanto era costruita sul telaio di un autocarro 6x4.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Www.Corazzati.It

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  • AAVV - War machine - Aerospace Publishing Ltd (London UK, 1985), tradotto in italiano da Mario Bucalossi et al. col titolo Armi da Guerra per Istituto Geografico De Agostini (Novara, 1986)
  • (EN) Chris McNab - Military vehicles - Lewis International Inc. (Miami FL-USA, 2003) ISBN 1-930983-20-4
  • (EN) Walter J. Spielberg e Uwe Feist - Strassenpanzer - Aero Publisher Inc. (Fallbrook - CA-USA) (1968)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]