Orchestra della Svizzera italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orchestra della Svizzera italiana (OSI)
Paese d'origine Svizzera Svizzera
Genere Musica classica
Periodo di attività 1935 – in attività
Album pubblicati 16
Sito web

L' Orchestra della Svizzera Italiana (OSI) è un'orchestra svizzera con sede a Lugano. La sede principale dei concerti dell'orchestra è la Auditorium RSI. L'ensemble precursore della OSI, costituita da circa 30 musicisti, fu fondata nel 1933 sotto l'egida della Radio Svizzera Italiana . Nel 1935, l'orchestra ha acquisito il nome di Orchestra della Radio Svizzera Italiana , che dà il suo primo concerto il 2 gennaio 1935. Più tardi, con l'avvento della televisione, il nome dell'orchestra si è evoluta per "Orchestra della Radiotelevisione della Svizzera Italiana". L'orchestra ha assunto il nome attuale nel 1991. Per l'orchestra, Richard Strauss compose il suo Duetto-Concertino in fa maggiore. Altri compositori che hanno diretto le loro composizioni con l'OSI inclusi Ermanno Wolf-Ferrari, Frank Martin, Paul Hindemith, Luciano Berio, Darius Milhaud, Hans Werner Henze e Igor Stravinsky . L'orchestra ha partecipato alla Settimane Musicali di Ascona (dal 1946), i Concerti di Lugano (1953-1976) e la Primavera concertistica di Lugano (dal 1982). Leopoldo Casella è stato il primo direttore principale dell'orchestra, iniziando la sua affiliazione con l'orchestra nel 1933. Casella ha continuato a lavorare con l'orchestra fino al 1968. Il più recente è stato direttore principale Alain Lombard, dal 1999 al 2005. Lombardo ha ora il titolo di direttore onorario dell'orchestra. Come ospite principale ha partecipato Mikhail Pletnev (dal 2008 al 2010).

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'Orchestra della Svizzera italiana è una delle 13 formazioni a livello professionale attive in Svizzera. Composta da 41 musicisti stabili, è finanziata principalmente dal Cantone Ticino e dalla Radiotelevisione svizzera. Dà vita annualmente alle due stagioni musicali della RSI-Rete Due (Concerti d'autunno al Palazzo dei Congressi di Lugano e Concerti dell'Auditorio RSI) e partecipa regolarmente alle Settimane Musicali di Ascona, a Lugano Festival e al Progetto Martha Argerich. Si esibisce nei maggiori centri nazionali ed internazionali. Effettua numerose registrazioni in studio, finalizzate all'emissione radiofonica o alla produzione discografica. Per mantenere e consolidare il proprio impegno con la regione, offre un'ampia serie di concerti rivolti alla popolazione: dai concerti estivi nelle località più discoste della Svizzera italiana ai concerti per famiglie; dai concerti per le scuole alle collaborazioni su più fronti con il Conservatorio della Svizzera italiana. Nel 2010 l'OSI si è esibita al Parco della Musica di Roma con Lorin Maazel, a Costanza e Milano con Rudolf Buchbinder, in Tournée per tutta la Svizzera con Vadim Repin. Nel settembre 2011 è stata protagonista al Teatro degli Arcimboldi a Milano di un importante concerto con il noto gruppo rock italiano PFM. Il 2012 l'ha vista protagonista al Teatro alla Scala di Milano nel cartellone ufficiale della stagione con Salvatore Accardo e in tournée nei maggiori Teatri del Brasile con John Neschling.

Nata come Orchestra di Radio Monte Ceneri nel 1935 a Lugano, ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo musicale del territorio. Ha dato avvio ad importanti Festival a Lugano, Locarno e Ascona fin dagli anni quaranta, ed è stata diretta da grandi personalità musicali quali Ernest Ansermet, Stravinskij, Leopold Stokowski, Sergiu Celibidache, Hermann Scherchen. Ha collaborato con innumerevoli compositori quali Pietro Mascagni, Richard Strauss, Arthur Honegger, Darius Milhaud, Martin, [[Paul Hindemith] e, in tempi più vicini, Luciano Berio, Hans Werner Henze e Krzysztof Penderecki. Direttore stabile tra il 1938 ed il 1968 è stato Otmar Nussio, di origini grigionesi, che ha dato grande sviluppo all'attività concertistica, aprendola a collaborazioni internazionali. Con Marc Andreae, direttore stabile dal 1969 al 1991, la Radiorchestra ha consolidato il proprio ruolo, ampliando la programmazione musicale e promuovendo prime esecuzioni dei maggiori compositori viventi. Nel 1991 l'Orchestra prende il nome attuale e inizia a mettersi in luce a livello internazionale, esibendosi nelle più prestigiose sale di città come Vienna, Amsterdam, San Pietroburgo, Parigi, Milano e Salisburgo. Nel 1999 avvia un'intensa collaborazione con Alain Lombard, che dapprima ricopre il ruolo di direttore principale e nel 2005 è nominato direttore onorario. Dal 2008 al 2010 si avvale anche della prestigiosa collaborazione di Mikhail Pletnev in qualità di Primo direttore ospite. Attualmente l'Orchestra della Svizzera italiana attira a Lugano i grandi nomi del panorama direttoriale e i più celebri solisti del momento, alcuni dei quali sono divenuti ospiti ricorrenti come Martha Argerich, Alexander Vedernikov e Heinz Holliger.

Direttori[modifica | modifica sorgente]

Direttori titolari[modifica | modifica sorgente]

Direttore ospite principale[modifica | modifica sorgente]

Vladimir Ashkenazy

Direttore onorario[modifica | modifica sorgente]

Alain Lombard

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Contrabbassi[modifica | modifica sorgente]

Timpani[modifica | modifica sorgente]

  • Louis Sauvêtre - timpani (2002-)

Violoncelli[modifica | modifica sorgente]

Clarinetti[modifica | modifica sorgente]

Flauti[modifica | modifica sorgente]

Oboi[modifica | modifica sorgente]

  • Marco Schiavon - oboe (2004-)
  • Federico Cicoria - oboe (1992-)

Fagotti[modifica | modifica sorgente]

Corni[modifica | modifica sorgente]

  • Zora Slokar - corno (2005-)
  • Georges Alvarez - corno (1987-)

Viole[modifica | modifica sorgente]

  • Monica Benda - viola (1992-)
  • Ivan Vukcevic - viola (2002-)
  • Matthias Müller - viola (1985-)
  • Aurélie Adolphe - viola (2006-)
  • Andriy Burko - viola (2007-)

Trombe[modifica | modifica sorgente]

  • Sébastien Galley - tromba (-)
  • Milko Raspanti - tromba (-)

Violini[modifica | modifica sorgente]

  • Tamàs Major - violino (1983-)
  • Robert Kowalski - violino (2012-)
  • Walter Zagato - violino (2000-)
  • Andreas Laake - violino (1987-)
  • Hans Liviabella - violino (1997-)
  • Barbara Ciannamea-Monté Rizzi - violino (2000-)
  • Maria Cristina Andreae-Ferrarini - violino (1988-)
  • Chun-He Gao - violino (1989-)
  • Cristina Tavazzi-Savoldo - violino (1981-)
  • Irina Roukavitsina-Bellisario - violino (1997-)
  • Duilio Galfetti - violino (1997-)
  • Fabio Arnaboldi - violino (2006-)
  • Katie Vitalie - violino (2007-)
  • Denis Monighetti - violino (2008-)
  • Piotr Nikiforoff - violino (2009-)

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica