Vladimir Davidovič Aškenazi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Vladimir Ashkenazy
Ashkenazyi nel 2007
Ashkenazyi nel 2007
Nazionalità Russia Russia
Islanda Islanda
Genere Musica classica
Periodo di attività 1958 – in attività
Strumento Pianoforte
Etichetta Decca
Sito web

Vladimir Davidovich Ashkenazy, a volte traslitterato in Ashkenazi o Ashkenazy (in russo: Влади́мир Дави́дович А́шкенази?; Gor'kij, 6 luglio 1937), è un pianista e direttore d'orchestra russo naturalizzato islandese. È cittadino islandese dal 1972 e abita dal 1978 in Svizzera.

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nato nella cittadina allora nominata "Gor'kij" (che dal 1991 è tornata ad avere il nome di Nižnij Novgorod) da padre ebreo, il pianista David Ashkenazi, e da sua moglie Yevstolia Grigorievna (nata Plotnova), figlia di una famiglia di contadini russi, Ashkenazy iniziò i suoi studi all'età di sei anni e, mostrando particolare talento, a otto anni entrò nella Scuola di Musica Principale di Mosca, dove studiò con Anaida Sumbatian. Entrato successivamente nel Conservatorio di Mosca, studiò con il grande pianista Lev Oborin e vi si diplomò.

Nel 1953 suona nella prima esecuzione assoluta nella Bol'shoj Sal del Conservatorio Čajkovskij di Mosca del Concerto n. 3 op. 50 in re maggiore per pianoforte e orchestra di Dmitrij Borisovič Kabalevskij diretto dal compositore.

All'edizione del 1955 del prestigioso Concorso pianistico internazionale Frédéric Chopin di Varsavia arrivò secondo, nonostante a lui fossero andate le preferenze di Arturo Benedetti Michelangeli, giurato del concorso, che per questo motivo abbandonò anzitempo la manifestazione. Nel 1962 condivise con John Ogdon il primo posto al Concorso pianistico internazionale Čajkovskij.

Ashkenazy come pianista[modifica | modifica wikitesto]

Interprete lucido e dall'impeccabile tecnica virtuosistica, è rinomato per le sue performance di composizioni romantiche e russe. Ha registrato i 24 preludi e fughe di Dmitrij Šostakovič, le sonate di Aleksandr Skrjabin, gli interi lavori per pianoforte di Fryderyk Chopin e Robert Schumann, tutte le sonate di Ludwig van Beethoven, come anche i concerti per pianoforte di Wolfgang Amadeus Mozart, Ludwig van Beethoven, Béla Bartók, Sergej Prokof'ev e Sergej Rachmaninoff. Ha anche suonato e registrato musica da camera.

Per il Teatro La Fenice di Venezia nel 1965 tiene un recital, nel 1971 un concerto, nel 1976 esegue 4 Sonate di Beethoven, nel 1986 un recital ed un concerto con 3 Sonate di Beethoven, nel 1993 un recital e nel 2000 un concerto nella Scuola Grande di San Giovanni Evangelista.

Al Teatro alla Scala di Milano nel 1976 esegue Concerto per pianoforte e orchestra n. 24 di Mozart diretto da Claudio Abbado, nel 1985 tiene un recital, nel 1991 suona e dirige la Deutsches Symphonie Orchester Berlin nel Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 di Mozart e nel 1994 suona in trio con Itzhak Perlman e Lynn Harrell.

A Salisburgo esegue nel 1981 un recital, nel 1983 il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 di Brahms con la London Symphony Orchestra diretto da Abbado, nel 1986 un recital e nel 1998 il Concerto per pianoforte e orchestra n. 20 di Mozart con la Deutsches Symphonie Orchester Berlin.

Nel 2003 esegue e dirige il Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 di Beethoven con l'Orchestra di Padova e del Veneto al Teatro comunale Luciano Pavarotti di Modena.

Dal 30 luglio 2013 succede alla direzione dell'Accademia Pianistica «Incontri col maestro» di Imola su proposta di Franco Scala, fondatore e direttore dell'istituzione musicale con sede nella Rocca Sforzesca di Imola.

Ashkenazy come direttore d'orchestra[modifica | modifica wikitesto]

A metà della sua carriera pianistica, ha iniziato a condurre orchestre. È molto apprezzato per le sue registrazioni di lavori per orchestra di Jean Sibelius, Sergei Rachmaninoff, Sergej Prokof'ev, Dmitrij Šostakovič e Aleksandr Skrjabin.

È stato il principale direttore della Royal Philharmonic Orchestra dal 1987 al 1994 e il principale conduttore della Czech Philharmonic Orchestra dal 1998 al 2003. È diventato direttore musicale della NHK Symphony Orchestra nel 2004.

Al Teatro alla Scala nel 1994 dirige la Deutsches Symphonie Orchester Berlin in due concerti con Martha Argerich, nel 2005 dirige la Philharmonia Orchestra in un concerto e nel 2011 dirige la Chamber Orchestra of Europe in concerto.

A Salisburgo nel 1998 dirige un concerto con Yo-Yo Ma e la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin.

È Direttore laureato della Philharmonia Orchestra, della Icelandic Symphony Orchestra e Direttore musicale della European Union Youth Orchestra, con la quale lavora regolarmente.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Grammy Award per la migliore performance di musica da camera.
    • Vladimir Ashkenazy, Lynn Harrell & Itzhak Perlman per Beethoven: Trii completi per pianoforte (1988)
    • Vladimir Ashkenazy, Lynn Harrell & Itzhak Perlman per Čajkovskij: Trio per pianoforte in La Minore, op. 50 (1982)
    • Itzhak Perlman e Vladimir Ashkenazy per Beethoven: Sonate per violino e pianoforte (1979)

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Bach, Clav. ben temperato (compl.) - Ashkenazy, 2005 Decca
  • Bach, Part. clvc. n. 1-6 (pf.) - Ashkenazy, 2009 Decca
  • Beethoven, Conc. pf. n. 1-5/Per Elisa - Ashkenazy/Solti/CSO, London - Miglior interpretazione solista di musica classica con orchestra (Grammy) 1974
  • Beethoven, Son. pf. n. 1-32 - Ashkenazy, Decca
  • Beethoven, Son. pf. n. 8, 14, 15, 17, 21, 23, 26 - Ashkenazy, Decca
  • Beethoven, Son. pf. n. 8, 14, 23 - Ashkenazy, 1977/1981 Decca
  • Beethoven, Son. vl. e pf. n. 5, 9 - Perlman/Ashkenazy, 1973/1974 Decca
  • Beethoven, The Violin Sonatas - Ashkenazy/Perlman, 1979 London/Decca - Grammy Award for Best Chamber Music Performance 1979
  • Beethoven, Piano Trios Vol. 1 e Vol. 2 - Perlman/Harrell/Ashkenazy, EMI - Grammy Award for Best Chamber Music Performance 1988
  • Brahms, Conc. pf. n. 1-2/Var. Haydn/Var. Haendel - Ashkenazy/Haitink/CGO/WPO, 1981/1992 Decca
  • Brahms Franck, Trio corno/Son. vl. - Tuckwell/Perlman/Ashkenazy, 1968 Decca
  • Chopin, Chopin Complete Edition - Pollini/Argerich/Ashkenazy, 1979/1983 Deutsche Grammophon
  • Chopin, Mazurche n. 1-59 - Ashkenazy, Decca
  • Chopin, Notturni n. 1-21/Ballate n. 1-4 - Ashkenazy, Decca
  • Chopin, Opere complete per pf. solo - Ashkenazy, Decca
  • Chopin, Polacche n. 1-16/Berceuse/Allegro - Ashkenazy, Decca
  • Chopin, Prel. n. 1-26/Sonata per pf. n. 2 - Ashkenazy, 1978/1980 Decca
  • Chopin, Son. pf. n. 1-3/Studi/Fantasia - Ashkenazy, Decca
  • Chopin, Son. pf. n. 2, 3/Fant. op.49/Preludi op.28/Pezzi per pf. - Ashkenazy, 1980 Decca
  • Chopin, Studi n. 1-24 - Ashkenazy, 1971/1972 Decca
  • Chopin, Valzer /Scherzi /Preludi - Ashkenazy, Decca
  • Chopin Debussy Ravel, Scherzo n. 4/Notturno n.17/Isle joyeuse/Gaspard - Ashkenazy, 1965 Decca
  • Ciaikovsky, Ouv. 1812/Capriccio/Romeo e Giulietta/Francesca da Rimini - Ashkenazy/RPO, 1987/1996 Decca
  • Ciaikovsky, Sinf. n. 5/Serenata per archi - Ashkenazy/St.Petersburg PO, 1996 Decca
  • Ciaikovsky, Sinf. n. 6 - Ashkenazy/PhO, 1979/1988 Decca
  • Ciaikovsky, Stagioni/Pezzi per pf. - Ashkenazy, 1998 Decca
  • Ciaikovsky Chopin, Conc. pf. n. 1/Sinf. n. 4 - Ashkenazy/Maazel/LSO/PhO, 1963/1978 Decca
  • Ciaikovsky Chopin, Conc. pf. n. 1 - Wunder/Ashkenazy/St.Petersburg, 2012 Deutsche Grammophon
  • Ciaikovsky Glazunov, Schiaccianoci/Stagioni - Ashkenazy/RPO, 1989/1990 Decca
  • Tchaikovsky, Piano Trio - Perlman/Harrell/Ashkenazy, EMI - Grammy Award for Best Chamber Music Performance 1982
  • Debussy Ravel, Mer/Notturni/Rapsodia - Ashkenazy/Cleveland Orch., Decca
  • Mozart, Conc. pf. n. 1-27 - Ashkenazy/PhO, Decca
  • Mozart, Conc. pf. n. 20, 21, 23-25 - Ashkenazy/PhO, Decca
  • Mozart, Conc. pf. n. 25, 27 - Ashkenazy/PhO, Decca
  • Mussorgsky, Quadri (pf.)/Quadri (orch.) - Ashkenazy/PhO, 1982 Decca
  • Prokofiev, Cenerentola - Ashkenazy/Cleveland O., 1983 Decca
  • Prokofiev, Conc. pf. n. 1-5 - Ashkenazy/Previn/LSO, Decca
  • Prokofiev, Piano Concertos n. 2 & 3 - Kissin/Philharmonia Orchestra/Ashkenazy, 2009 EMI - Miglior interpretazione solista di musica classica con orchestra (Grammy) 2009
  • Prokofiev, Integrale opere concertanti - Ashkenazy/Bell/Harrell, 1989/1991 Decca
  • Prokofiev, Romeo e Giulietta - Ashkenazy/RPO, 1991 Decca
  • Prokofiev, Sinf. n. 1, 5-7/Autumnal/Ouv. Temi ebraici - Ashkenazy/CGO/LSO/Cleveland, 1974/1993 Decca
  • Prokofiev, Son. pf. n. 6, 7, 8 - Ashkenazy, 1993/1994 Decca
  • Prokofiev Glazunov, Cenerentola/Le stagioni - Ashkenazy/Cleveland O/Royal PO, 1983/1990 Decca
  • Rachmaninov, Conc. pf. n. 1, 2 - Thibaudet/Ashkenazy/Cleveland, 1994/1995 Decca
  • Rachmaninov, Conc. pf. n. 1, 3 - Ashkenazy/Previn/LSO, 1972 Decca
  • Rachmaninov, Conc. pf. n. 1, 4 - Thibaudet/Ashkenazy/Cleveland, 1994/1995 Decca
  • Rachmaninov, Conc. pf. n. 1-4 - Ashkenazy/Previn/LSO, Decca
  • Rachmaninov, Conc. pf. n. 1-4/Raps. op.43/Var. Corelli/Son. pf. n. 2 - Ashkenazy/Previn/LSO, 1970/1985 Decca
  • Rachmaninov, Conc. pf. n. 2, 3/Prel./Etudes - Ashkenazy/Previn, London
  • Rachmaninov, Conc. pf. n. 2, 4 - Ashkenazy/Haitink/CGO, 1984 Decca
  • Rachmaninov, Conc. pf. n. 2, 4/Raps. op. 43 - Ashkenazy/Previn/LSO, Decca
  • Rachmaninov, Prel. op. 23, 32/Prel. op. 3 n. 2 - Ashkenazy, 1975 Decca
  • Rachmaninov, Prel. op. 23, 32/Son. pf. n. 2 - Ashkenazy, 1975 Decca
  • Rachmaninov, Rarità - Ashkenazy, 2012 Decca
  • Rachmaninov, Sinf. n. 1-3 - Ashkenazy/CGO, Decca
  • Rachmaninov, Sinf. n. 1-3/Isola dei morti - Ashkenazy/CGO, London
  • Rachmaninov, Son. pf. n. 1/Variazioni Chopin - Ashkenazy, 2011 Decca
  • Rachmaninov, Suites n. 1-2/Etudes-Tableaux - Ashkenazy/Previn, Decca
  • Rachmaninov, Trii pf. n. 1-2/Vocalise/Dream - Ashkenazy/Visontay/Lidstrom, 2013 Decca
  • Rachmaninov Prokofiev Shostakovich, Son. vlc. e pf./Quint. pf. - Harrell/Ashkenazy/Fitzwilliam, 1984/1988 Decca
  • Ravel, Gaspard De La Nuit/Pavane Pour Une Infante Defunte/Valses Nobles Et Sentimentales - Ashkenazy, 1985 London – Grammy Award for Best Instrumental Soloist Performance (without orchestra) 1986
  • Schubert, Trii pf. n. 1-2 - Ashkenazy/Zukerman/Harrell, Decca
  • Schumann, Kreisleriana/Humoreske/Studi sinf./Fant. op. 17 - Ashkenazy, 1965/1972 Decca
  • Schumann, Studi sinf./Papillons/Arabeske - Ashkenazy, 1984/1995 Decca
  • Scriabin, Sinf. n. 1-3/Conc. pf./Poème de l'extase/Prometeo - Ashkenazy/DSO Berlin/Jablonski, 1990/1995 Decca
  • Scriabin, Son. pf. n. 1-10 - Ashkenazy, Decca
  • Shostakovich, Conc. pf. n. 1-2/Sinf. n. 9 - Jablonski/Ortiz/Ashkenazy, 1989/1991 Decca
  • Shostakovich, Prel. e fughe n. 1-24 - Ashkenazy, Decca - Grammy Award for Best Instrumental Soloist Performance (without orchestra) 2000
  • Shostakovich, Sinf. n. 1-15/Festival Ouv./October/Song of the Forest - Ashkenazy/PhO/NHK/Petersburg, 1988/2006 Decca
  • Shostakovich, Sinf. n. 5/Sinf. da camera - Ashkenazy/RPO, 1987/1989 Decca
  • Stravinsky, Balletti completi/Sinfonie - Dutoit/Chailly/Ashkenazy, 1984/1995 Decca
  • Stravinsky, Chamber works and rarities - Ashkenazy/Dutoit/Ansermet, 1991/1994 Decca
  • Stravinsky, Sagra/Sinf. in tre movimenti/Agon - Ashkenazy/DSO Berlin, 1991/1994 Decca
  • Ashkenazy, 50 Anni con la Decca (Edizione limitata) - 50 CD con copertine originali, 2013 Decca
  • Ashkenazy, The art of Ashkenazy - Rachmaninov/Mozart/Schubert - 1963/1996 Decca
  • Ashkenazy, Vladimir & Vovka, Russian fantasy. Musica russa per 2 pianoforti - Rachmaninov/Borodin/Glinka/Scriabin/Mussorgsky - 2011 Decca
  • Thibaudet, Concerto di Varsavia - Ashkenazy/Cleveland Orch., Decca
  • Conc. pf., Addinsell, Scriabin, Rachman. - Ortiz/Ashkenazy/Maazel, Decca

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato Federale di Berlino (Berlino) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato Federale di Berlino (Berlino)

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 12490721 LCCN: n81085727