Lingua bielorussa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Bielorusso (Беларуская мова)
Parlato in Bielorussia, Polonia, Ucraina
Persone 8 milioni
Classifica non nelle prime 100
Scrittura alfabeto cirillico, alfabeto łacinka, alfabeto arabo bielorusso
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingue slave
  Lingue slave orientali
Statuto ufficiale
Nazioni Bielorussia Bielorussia
Polonia Polonia 12 distretti
Codici di classificazione
ISO 639-1 be
ISO 639-2 bel
ISO 639-3 bel  (EN)
SIL bel  (EN)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, art. 1
Усе людзi нараджаюцца свабоднымi i роўнымi ў сваёй годнасцi i правах. Яны надзелены розумам i сумленнем i павiнны ставiцца адзiн да аднаго ў духу брацтва.
Traslitterazione
Use ljudzi naradžajucca svabodnymi i roŭnymi ŭ svaëj hodnasci i pravakh. Jany nadzeleny rozumam i sumlennem i pavinny stavicca adzin da adnaho ŭ dukhu bractva.

La lingua bielorussa (беларуская мова, bielaruskaja mova), o russo bianco o biancorusso, è una lingua slava orientale parlata in Bielorussia e nelle terre immediatamente circostanti la nazione. Può essere nominata belorusso, con una trascrizione precisa della prima "e". Il nome è un composto dell'aggettivo italiano russo (bielorusso: руская) più l'aggettivo/avverbio bielorusso бела (trascrizione: biela) che significa bianco.

Distribuzione geografica[modifica | modifica sorgente]

Secondo Ethnologue,[1] il bielorusso è parlato complessivamente da quasi 8 milioni di persone, la maggior parte delle quali in Bielorussia, dove nel 2001 si contavano 6,72 milioni di locutori. Fuori dalla Bielorussia, le comunità linguistiche più numerose si trovano in Ucraina (276.000 locutori nel censimento 2001) e in Polonia (220.000 nel 2001). La lingua è attestata anche in altri stati ex-sovietici.

Lingua ufficiale[modifica | modifica sorgente]

Il bielorusso è lingua ufficiale in Bielorussia.[2]

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Appartiene al sottogruppo orientale delle lingue slave,[1] e perciò è strettamente imparentata col russo e l'ucraino, anche se è stata molto influenzata dal polacco.

Fonologia[modifica | modifica sorgente]

Le caratteristiche fonetiche più importanti del bielorusso sono:

  • akannie (аканне) – la tendenza a pronunciare la "o" e "e" atone come una "a";
  • dzekanie (дзеканне) – la pronuncia della d palatalizzata come l'affricata debole dz' (dź);
  • tsekanie (цеканне) – la pronuncia della t palatalizzata come l'affricata debole ts' (ć);
  • forte palatalizzazione di ś (сь) di ź (зь).

Alcuni suoni bielorussi in IPA[modifica | modifica sorgente]

lettera łacinka Lettera cirillica International Phonetic Alphabet Definizione IPA Approssimazione italiana o inglese Esempio
r р [r] alveolare polivibrante arena krok (крок) – passo
ś сь [ɕ] fricativa alveolopalatale sorda between see and sheer śnieh (сьнег) – snow
ź зь [ʑ] fricativa alveolopalatale sonora where's your źmiena (зьмена) – change
дзь [dʑ] affricata alveolo-palatale sonora would you dźmuć (дзьмуць) – to blow
ć ць [tɕ] affricata alveolo-palatale sorda what's your ćvik (цьвік) – nail
дж [ʤ] affricata postalveolare sonora jam uradžaj (ураджай) – harvest
ž ж [ʒ] fricativa postalveolare sonora treasure žach (жах) - horror
č ч [tʃ] affricata postalveolare sorda kitchen čas (час) – time
ń нь [ɲ] nasale palatale el Niño koń (конь) – horse
ch х [x] fricativa velare sorda Loch chor (хор) – choir
ŭ ў [ȗ] semivocale labiovelare window daŭ (даў) – gave

Grammatica[modifica | modifica sorgente]

Sostantivi (nazounik)[modifica | modifica sorgente]

Ci sono sei casi:

Esiste anche un settimo caso, il vocativo (klichny), ma nel bielorusso moderno viene usato raramente, così nei libri di testo contemporanei si possono trovare solo i primi sei casi menzionati.

Per i sostantivi esistono diverse declinazioni:

  • i-stem – feminine (feminine nouns ending in a hard consonant, soft consonant or ў: печ "stove", косьць "bone", кроў "blood")
  • a-stem – mostly feminine (subdivided into four subgroups: hard stems, guttural stems, soft stems, hardened stems)
  • o-stem – masculine (subdivided into hard stem and soft stem) and neuter (вясло "oar", мора "sea")
  • consonantal stem – mostly neuter (ягня "lamb", бярэмя "burden", семя "seed")
  • irregular nouns (for example, вока "eye" and вуха "ear")

Pronomi (zajmiennik)[modifica | modifica sorgente]

In Bielorusso ci sono otto tipi di pronomi (займеньнік):

  • Possessivi (прыналежныя): мой (mio/a/ei/e); твой (tuo/a/oi/e, (familiare)); яго, ягоны (di lui); яе, ейны (di lei); наш, наскі (nostro/a/i/e); ваш (vostro/a/i/e); іх, іхны (loro), свой (di qualcuno).
  • Personali (асабовыя): я (Io), ты (tu (familiare)), ён (egli), яна (ella), яно (esso), мы (noi), вы (voi), яны (essi);
  • Negativi (адмоўныя): ніхто (nessuno), нішто (niente), нічый (di nessuno), ніякі (di nessun tipo), ніводзін, ніводны (nessuno);
  • Definitivi (азначальныя): сам ((sé) stesso); самы ("l'autentico", - (sé) stesso); увесь (tutto, completo); усё (tutto, ogni cosa); усе (tutto, ogni, ognuno); усякі, усялякі (ogni); кожны (ciascuno); іншы (altro).
  • Indefiniti (няпэўныя): нехта (qualcuno); нешта (qualcosa); нейкі (qualche, un); нечы (di qualcuno, un); некаторы (un po' di); некалькі (un po', qualche, vari); хтось, хтосьці (qualcuno); штось, штосьці (qualcosa); чыйсьці (di qualcuno); якісьці, які-кольвек (qualche); хто-небудзь, хто-кольвек (qualcuno); што-небудзь, што-кольвек (qualcosa); чый-небудзь (di qualcuno); абы-што (qualcosa); абы-чый (di qualcuno-nelle negative).
  • Interrogativi-comparativi (пытальныя): хто (chi..?/il quale), што (che cosa..?/la qual cosa), які (cosa..?), каторы (il quale), чый (del quale), колькі (quanto);
  • Dimostrativi (указальныя): той (quello); гэты (questo); гэны (questo/quello); такі (tale); гэткі, гэтакі (tale, del tipo); столькі, гэтулькі (quello);
  • Riflessivi (зваротны): сябе (-stesso).

Sistema di scrittura[modifica | modifica sorgente]

Il bielorusso viene scritto principalmente usando una versione dell'alfabeto cirillico,[1] ma si usa anche il Łacinka (лацінка - "alfabeto latino"). Come curiosità storico-linguistica, può essere menzionato l'uso in passato, da parte di qualche comunità tartara risalente ai tempi delle invasioni mongolo-tartare, di una versione dell'alfabeto arabo nota come alfabeto arabo bielorusso. Oggi ufficialmente viene accettata solo la scrittura cirillica (poiché del resto, il cirillico era sempre usato nel paese), ma talvolta si ricorre anche alla Łacinka. Si possono trovare più informazioni sugli alfabeti bielorussi qui. Era la lingua principale del Gran Ducato di Lituania.

Si veda anche un articolo sull'unica lettera originale del bielorusso Ў.

La prima variante dell'ortografia del bielorusso moderno fu elaborata da Branisłaŭ Taraškievič all'inizio del XX secolo, ma fu nel 1933 sostituita dall'attuale versione fortemente influenzata dal russo. La standardizzazione di Taraškievič sopravvive ancora oggi, tra intellettuali e membri della diaspora, con il nome di ortografia classica o - informalmente ma più comunemente - Taraškievica.

Alfabeto cirillico bielorusso[modifica | modifica sorgente]

Аа Бб Вв Гг Дд (ДЖдж ДЗдз) Ее Ёё Жж Зз Іі Йй Кк Лл Мм Нн Оо Пп Рр Сс Тт Уу Ўў Фф Хх Цц Чч Шш Ыы Ьь Ээ Юю Яя

Inoltre si usa l'apostrofo tra una consonante e la seguente vocale debole (iotizzata) (е, ё, ю, я) per indicare che la consonante precedente non viene palatalizzata, e che la vocale viene pronunciata allo stesso modo che in inizio di parola. Nel łacinka questa funzione viene svolta dalla lettera 'j'. Si compari: "Сям'я" vs "Siamja" (Da notare: due modi differenti di esprimere la lettera 'я').

Prima del 1933, oltre alla "Г, г", l'alfabeto cirillico bielorusso conteneva la lettera "Ґ, ґ". Alcuni studiosi bielorussi sostengono l'opinione di restaurare l'uso della lettera, ma la questione non è ancora stata affrontata ufficialmente in Bielorussia.

Alfabeto latino bielorusso[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Alfabeto latino.

Aa Bb Cc Ćć Čč Dd (DŽdž DZdz) Ee Ff Gg Hh Ii Jj Kk Ll Łł Mm Nn Ńń Oo Pp Rr Ss Śś Šš Tt Uu Ŭŭ Vv Yy Zz Źź Žž

Traslitterazione[modifica | modifica sorgente]

Traslitterazione dei nomi geografici[modifica | modifica sorgente]

Nel 2000 sono state fissate in Bielorussia le regole di traslitterazione dei nomi geografici nell'alfabeto latino.

Peculiarità principali:

  • Г/г → H/h, e quindi Х/х → Ch/ch.
  • Е е, Ё ё, Ю ю, Я я vengono traslitterati a seconda dei due casi (questa regola elimina la necessità di usare l'apostrofo):
    • dopo consonante: iе, iо, iu, iа (rende la palatalizzazione)
    • in tutti gli altri casi (in inizio di parola, dopo vocale e separatori): Jе jе, Jо jо, Ju ju, Jа jа (rende la iotizzazione).
  • Ўў → Uu con l'accento circonflesso (Û/û)
  • Ч ч → Č č, Ш ш → Š š, Ж ж → Ž ž
  • Ь ь → '
  • Ы ы → Y y
  • Э э → Е е

Questa traslitterazione si avvicina all'Alfabeto łacinka, ma differisce abbastanza da esso. Si compari: Mahiloŭ (Łacinka), Mahilioû (nuova traslitterazione).

Esempi[modifica | modifica sorgente]

Alcuni esempi:

  • вітаю (vitaju) – ciao
  • як (jak) – come
  • як маешся (jak maješsia?)[3] – come va?
  • добры дзень (dobry dzień) – buon giorno
  • дабранач (dabranač) – buona notte
  • дзякуй (dziakuj) – grazie
  • калі ласка (kali łaska) – per favore, prego
  • спадар / спадарыня (spadar / spadarynia) – signore / signora
  • добра (dobra) – bene
  • кепска / дрэнна (kiepska / drenna) – male
  • выдатна (vydatna) – eccellente
  • цудоўна (cudoŭna) – meravigliosamente
  • дзе (dzie) – dove?
  • адкуль (adkul) – da dove?
  • чаму (čamu) – perché?
  • разумею (razumieju) – capisco
  • нічога не разумею (ničoha nie razumieju) – non capisco niente

Mesi dell'anno

italiano bielorusso
gennaio студзень
febbraio люты
marzo сакавік
aprile красавік
maggio травень
giugno чэрвень
luglio ліпень
agosto жнівень
settembre верасень
ottobre кастрычнік
novembre лістапад
dicembre снежань

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Lewis, M. Paul, Gary F. Simons, and Charles D. Fennig (eds), Belarusan in Ethnologue: Languages of the World, Seventeenth edition, Dallas, Texas, SIL International, 2013.
  2. ^ Belarus in The World Factbook, Central Intelligence Agency.
  3. ^ Pronunciato come «як маесься? (jak majeśsia?)», belmova.org

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]