Apostrofo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la figura retorica, vedi apostrofe.
{{{didascalia}}}
Segni di punteggiatura

apostrofo ( ' ) ( )
parentesi ( ( ) ) ( [ ] ) ( { } ) ( 〈 〉 ) (< >)
due punti ( : )
virgola ( , )
lineetta ( ) ( ) ( ) ( )
tratto d'unione ( - ) ( )
punti di sospensione ( ) ( ... )
punto esclamativo ( ! )
punto fermo ( . )
punto esclarrogativo ( )
punto interrogativo ( ? )
virgolette ( « » ) ( ‘ ’ ) ( “ ” )
punto e virgola ( ; )
barra ( / )
spazio ( ) ( ) ( )
punto mediano ( · )

Altri segni tipografici

ampersand o e commerciale (et) ( & )
asterisco ( * )
tre asterischi o asterismo ( )
chiocciola o a commerciale (at) ( @ )
barra inversa ( \ )
punto elenco ( , più)
obelisco ( † ‡ )
grado ( ° )
indicatore ordinale ( º, ª )
cancelletto ( # )
primo () () ()
paragrafo ( § )
piede di mosca ( )
simboli monetari
      ( ¤ ) ( $ ) ( ¢ ) ( £ ) ( ¥ ) ( )
tilde ( ~ )
punto sovrascritto (˙)
macron o trattino alto ( ¯ )
trattino basso o underscore ( _ )
barra verticale o pipe ( | )
numero ( )
simbolo del copyright (©)
simbolo del marchio registrato (®)

Ortografia · Segno diacritico · modifica

L'apostrofo ) è un carattere tipografico usato nelle lingue scritte in alfabeto latino, spesso annoverato tra i segni d'interpunzione anche se sarebbe più appropriato definirlo un segno paragrafematico e talvolta un segno diacritico. Molto spesso nei testi elettronici è usato, in funzione di apostrofo, il carattere unicode apostrophe' ) perché non ha bisogno di una codifica caratteri specifica e si trova facilmente su tutte le tastiere.

In italiano viene utilizzato per indicare l'elisione e in alcune rare situazioni anche il troncamento.[1]

L'apostrofo nella lingua italiana[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ortografia italiana#L'apostrofo.

In italiano l'attuale norma ortografica prevede l'uso dell'apostrofo in presenza di tre fenomeni linguistici:

  1. l'elisione, dov'è sempre obbligatorio;
  2. in taluni casi di troncamento ben codificati;
  3. nelle aferesi, soprattutto per gli accorciamenti delle date scritti in numeri, ad esempio il '68.

Di particolare importanza è la presenza dell'apostrofo con gli articoli indeterminativi in contesti in cui il sostantivo non determina il genere del soggetto attraverso la desinenza: scrivere un artista indica che quel un è troncamento di uno e quindi l'artista è un uomo; scrivere un'artista, invece, indica che quel un è elisione di una e quindi che l'artista è una donna.

Altre volte, invece, l'apostrofo viene messo laddove in teoria non andrebbe (si tratta di semplici troncamenti) dando origine ad alcuni dei più diffusi errori ortografici come ad esempio fin'ora ecc., che si possono scrivere solamente senza apostrofo (quindi: fin ora).

L'apostrofo nella lingua inglese[modifica | modifica sorgente]

Nell'inglese l'apostrofo viene usato in diversi contesti:

  • come abbreviazione: ad esempio gov't per government, li'l per little, playin' per playing oppure '70s per 1970s.
  • come contrazione: ad esempio can't per cannot o per forme come don't per do not e won't per will not.
  • come possessivo nel genitivo sassone: ad esempio John's car per The car John owns.
  • in poesia come eliminazione di una vocale muta, solitamente una e, che quindi non deve venire pronunciata e fa diminuire di una il conteggio delle sillabe. Generalmente la lettera eliminata è quella del suffisso -ed della forma passata dei verbi come si può vedere in questo esempio, tratto dal poema Alexanders Feast di John Dryden.
The many rend the skies with loud applause;
So Love was crown'd, but Music won the cause.
The prince, unable to conceal his pain,
Gaz'd on the fair
Who caus'd his care,
And sigh'd and look'd, sigh'd and look'd,
Sigh'd and look'd, and sigh'd again:
At length, with love and wine at once oppress'd,
The vanquish'd victor sunk upon her breast.

Apostrofo e apostrofo unicode[modifica | modifica sorgente]

È molto diffuso, benché non corretto, l'impiego dell'apostrofo unicode ( ' ) al posto dell'apostrofo (  ). In Unicode, il carattere ( ' ) ha nome apostrophe e codice U+0027, mentre il carattere impiegato per l'apostrofo ( ’ ), che corrisponde alla virgoletta semplice chiusa, è il carattere right single quotation mark, con codice U+2019. La sostituzione dell'apostrofo ( ’ ) con l'apostrofo unicode ( ' ) è dovuto al fatto che né le tastiere delle macchine per scrivere né quelle dei computer odierni mostrano direttamente il corretto apostrofo tipografico.

Tutti i sistemi operativi dispongono tuttavia di questo carattere (MacOS: sulla tastiera italiana, premere alt-shift-3; Linux: sulla tastiera italiana, premere AltGr-shift-B; Microsoft Windows: tenendo premuto alt, digitare 0146). Per poter visualizzare questo, come tanti altri caratteri sulle pagine web, è necessario che sia attivo il supporto Unicode, altrimenti potrebbero visualizzarsi caratteri diversi secondo i diversi sistemi utilizzati.

Molti editor di testo offrono la possibilità di convertire automaticamente durante la digitazione l'apostrofo unicode con quello tipografico corretto. Nel mondo del web, tuttavia, questo generalmente non avviene, ed è ormai prassi comune usare l'apostrofo unicode. Anche Wikipedia, come la maggior parte dei siti web, pratica quindi questa sostituzione di caratteri, convenzione che sarà di conseguenza rispettata anche in questa voce.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Guida all'uso di accenti e apostrofi nell'italiano

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]