Il Turco in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il turco in Italia
Gioachino Rossini 2.jpg
Rossini fotografato nel 1865
Lingua originale italiano
Genere opera buffa
Musica Gioachino Rossini
Libretto Felice Romani
(libretto online)
Atti due
Prima rappr. 14 agosto 1814
Teatro Teatro alla Scala, Milano
Personaggi
  • Selim, principe turco che viaggia, un tempo amante di Zaida, e poi invaghito di Fiorilla (basso)
  • Donna Fiorilla, donna capricciosa, ma onesta (soprano), moglie di
  • Don Geronio, uomo debole e pauroso (basso)
  • Don Narciso, cavaliere servente di donna Fiorilla, uomo geloso e sentimentale (tenore)
  • Prosdocimo, poeta e conoscente di don Geromio (basso)
  • Zaida, un tempo schiava e promessa sposa di Selim poi zingara; donna di cuor tenero ed amante (mezzosoprano)
  • Albazar, prima confidente di Selim, poi zingaro seguace ed amico di Zaida (tenore)
  • Zingare, zingari, turchi, maschere (coro)
  • Amiche di Fiorilla, zingari, turchi, maschere (comparse)
Autografo Milano, Archivio Ricordi

Il Turco in Italia è un'opera buffa in due atti di Gioacchino Rossini, su libretto di Felice Romani.

La prima assoluta ebbe luogo al Teatro alla Scala a Milano, il 14 agosto 1814. Nell'occasione l'opera fu accolta freddamente, soffrendo il paragone con L'Italiana in Algeri, con la quale condivideva il gusto della "turcheria".

Ma l'opera fu riabilitata nello stesso teatro sette anni più tardi, nel 1821.

La fortuna moderna del Turco in Italia nasce negli anni '50 del '900, a partire dall'allestimento della Scala del 1955, con Maria Callas nel ruolo di Fiorilla.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Atto I[modifica | modifica wikitesto]

Nei pressi di Napoli, il poeta Prosdocimo, alla ricerca di un buon soggetto, s'imbatte in gruppo di zingari. Nel gruppetto, Zaida legge la mano a don Geronio, che vuole sapere quando la moglie donna Fiorilla si comporterà meglio. Dopo che il signore se ne è andato, Zaida confida al poeta che è fuggita dall'amato principe Selim, a causa delle ire gelose delle compagne. Prosdocimo la informa dell'arrivo del principe, che può intercedere per lei. Mentre Donna Fiorilla passeggia sulla spiaggia con le amiche (Non si dà follia maggiore), Selim entra in scena (Bella Italia, alfin ti miro), e si lascia sedurre da Fiorilla, e la corteggia.

Prosdocimo incontra Narciso, servente di Fiorilla, che avvisa il poeta dell'indignazione del marito, a causa della moglie, che ha invitato a casa per un caffè il Principe turco. In casa di Fiorilla, la donna civetta con Selim, dove viene a stento sopportato da Geronio, che in segno d'omaggio deve baciargli la veste, e da Narciso. Invece, Prosdocimo si rallegra, perché può trovare spunto per la sua opera.

Subito dopo Selim attende sulla spiaggia Fiorilla, ma incontra Zaida, e i due si riabbracciano, riconoscendosi, ma Fiorilla giunge furente, con Geronio e Narciso, e si scaglia sulla povera Zaida. I tre uomini cercando di fermare le due donne infuriate, mentre Prosdocimo se la ride.

Atto II[modifica | modifica wikitesto]

Selim propone a Geronio di vendergli Fiorilla, proprio come si usa in Turchia, ma questi rifiuta. Entrano Zaida e Fiorilla, che litigano con Selim: Fiorilla perché è offesa, Zaida per via degli amori discontinui di Selim.
Prosdocimo viene a sapere che Selim vuole rapire Fiorilla ad una festa mascherata, e consiglia a Zaida di travestirsi da Fiorilla se vuole tornare con lui, e consiglia Geronio di sorvegliare la moglie vera vestito da gorilla. Narciso, che ha sentito tutto, decide di travestirsi da Selim per poter rapire Fiorilla, di cui è innamorato.
Durante la festa si susseguono una serie di equivoci: Geronio grida ad alta voce il suo sconcerto nel vedere due Fiorilla e due turchi. Fiorilla poi scappa con Narciso, e Zaida con Selim.
Entra Prosdocimo, che sa che Selim e Zaida si sono riconciliati, e consiglia a Geronio di fingere un divorzio da Fiorilla. Leggendo la lettera di ripudio, la donna fa per andarsene. Alla fine, però Prosdocimo fa in modo che Geronio e Fiorilla si rincontrino, e la donna si pente di ciò che ha fatto. Alla fine la coppia saluta Selim e Zaida che ritornano in Turchia.

Struttura dell'opera[modifica | modifica wikitesto]

  • Sinfonia

Atto I[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 Introduzione Nostra patria è il mondo intero (Zaida, Albazar, Prosdocimo, Coro)
  • 2 Cavatina Vado in traccia d'una zingara (Geronio)
  • 3
    • Cavatina Non si dà follia maggiore (Fiorilla)
    • Coro Voga, voga, a terra, a terra
    • Cavatinetta Bella Italia alfin ti miro (Selim)
    • Duetto Serva!" - "Servo" (Fiorilla, Selim)
  • 4 Terzetto Un marito sciuminto! (Prosdocimo, Geronio, Narciso)
  • 5 Quartetto Siete Turchi, non vi credo (Fiorilla, Selim, Geronio, Narciso)
  • 6 Duetto Per piacere alla signora (Geronio, Fiorilla)
  • 7 Finale I Gran meraviglie (Coro, Zaida, Selim, Prosdocimo, Narciso, Fiorilla, Geronio, Albazar)

Atto II[modifica | modifica wikitesto]

  • 8 Duetto D'un bell'uso di Turchia (Selim, Geronio)
  • 9 Coro e cavatina Non v'è piacer perfetto - Se il zefiro si posa (Fiorilla)
  • 10 Duetto Credete alle femmine (Selim, Fioirlla)
  • 11 Recitativo accompagnato ed aria Intesi, ah! Tutto intesi - Tu secondo il mio disegno (Narciso)
  • 12 Aria Ah, sarebbe troppo dolce (Albazar)
  • 13 Coro Amor la danza mova
  • 14 Quintetto Oh, guardate che accidente! (Geronio, Narciso, Zaida, Selim, Fioirlla, Coro)
  • 15 Recitativo accompagnato e aria I vostri cenci vi rimando - Squallida veste e bruna (Fiorilla, Coro)
  • 16 Finale II Son la vite sul campo appassita (Fioirlla, Geronio, Prosdocimo, Coro, Selim, Zaida, Narciso)

Brani famosi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sinfonia
  • Non si dà follia maggiore aria di Fiorilla
  • Bella Italia, alfin ti miro duetto tra Fiorilla e Selim
  • Per piacere alla signora duetto tra Geronio e Fiorilla
  • D'un bell'uso di Turchia duetto tra Selim e Geronio
  • Intesi! Ah, tutto intesi aria di Narciso
  • Squallida veste bruna gran scena di Fiorilla

Incisioni discografiche[modifica | modifica wikitesto]

Anno Cast (Selim, Fiorilla, Geronio, Narciso, Prosdocimo) Direttore Etichetta
1954 Nicola Rossi-Lemeni, Maria Callas, Franco Calabrese, Nicolai Gedda, Mariano Stabile Gianandrea Gavazzeni EMI
1957 Nicola Rossi-Lemeni, Eugenia Ratti, Melchiorre Luise, Agostino Lazzari, Mariano Stabile Oliviero de Fabritiis Deutsche Grammophon
1958 Sesto Bruscantini, Graziella Sciutti, Franco Calabrese, Agostino Lazzari, Scipio Colombo Nino Sanzogno Pantheon
1981 Samuel Ramey, Montserrat Caballé, Enzo Dara, Ernesto Palacio, Leo Nucci Riccardo Chailly Sony
1991 Simone Alaimo, Sumi Jo, Enrico Fissore, Raul Giménez, Alessandro Corbelli Neville Marriner Philips
1997 Michele Pertusi, Cecilia Bartoli, Alessandro Corbelli, Ramon Vargas, Roberto de Candia Riccardo Chailly Decca
2007 Marco Vinco, Alessandra Marianello, Andrea Concetti, Filippo Adami, Bruno Taddia Antonello Allemandi Dynamic
musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica