Ricciardo e Zoraide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ricciardo e Zoraide
Lingua originale italiano
Genere opera seria
Musica Gioachino Rossini
Libretto Francesco Berio di Salsa
(libretto online)
Fonti letterarie Ricciardetto (1738) di Niccolò Forteguerri
Atti due
Epoca di composizione 1818
Prima rappr. 3 dicembre 1818
Teatro Teatro San Carlo, Napoli
Versioni successive

in un atto: Vienna, 8 luglio 1822

Personaggi
  • Agorante, re di Nubia (tenore), amante non corrisposto di
  • Zoraide, figlia d'Ircano (soprano), amante di
  • Ricciardo, paladino (tenore)
  • Ircano, potente signore d'una parte della Nubia (basso)
  • Zomira, posa di Agorante, rivale di Zoraide (contralto)
  • Ernesto, ambasciatore del campo cristiano, amico di Ricciardo (tenore)
  • Fatima, confidente di Zoraide (soprano)
  • Elmira, confidente di Zomira, (soprano)
  • Zamorre, confidente di Agorante (tenore)
  • Coro di uomini al servizio del serraglio, di donne al servizio di Zomira, Grandi della corte di Agoranta, Guerrieri seguaci di Ricciardo, Soldati di Agorante, Popolo
Autografo Napoli, biblioteca del Conservatorio

Ricciardo e Zoraide è un'opera lirica di Gioachino Rossini

Il libretto, denominato Dramma in due atti, è di Francesco Berio di Salsa, che aveva già scritto per Rossini il libretto del suo Otello ed è in parte tratto dal poema Ricciardetto (1783) di Niccolò Forteguerri.
L'opera, che un tempo godette di buona fama, oggi è totalmente scomparsa dal repertorio, a causa della trama piuttosto complicata: fu rappresentata nel 1990 al Rossini Opera Festival con June Anderson e William Matteuzzi nel ruolo dei due protagonisti, con accanto Bruce Ford come Agorante, diretti da Riccardo Chailly.

Cast della prima assoluta[modifica | modifica sorgente]

Ruolo Registro vocale Interprete
Agorante tenore Andrea Nozzari
Zomira contralto Benedetta Rosmunda Pisaroni
Zamorre tenore Gaetano Chizzola
Elmira mezzosoprano Raffaella de Bernardis
Ircano basso Michele Benedetti
Zoraide soprano Isabella Colbran
Fatima mezzosoprano Maria Manzi
Ricciardo tenore Giovanni David
Ernesto tenore Giuseppe Ciccimarra

Organico orchestrale[modifica | modifica sorgente]

La partitura di Rossini prevede l'utilizzo di

Trama[modifica | modifica sorgente]

La trama, piuttosto complicata, narra del contrastato amore tra Zoraide, figlia del principe Ircano, e Ricciardo, un cavaliere crociato. A contrastare i loro sogni d'amore è Agorante, che ha scacciato il padre di lei e cerca di conquistare la ragazza, attirando le ire della moglie Zomira. L'opera è un tutto susseguirsi di combattimenti, di incontri segreti, che sfociano nel gran finale, quando Agorante imprigiona Ricciardo e Ircano e ordina a Zoraide di scegliere: o lui, o la morte del padre. La ragazza cede, ma al momento opportuno le truppe di Agorante vengono sconfitte dai crociati. Ricciardo e Zoraide sono così liberi di amarsi, e perdonano magnanimamente Agorante, risparmiandogli la vita. L'opera si conclude con il giubilo universale.

Incisioni discografiche[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica