Eduardo e Cristina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eduardo e Cristina
Rossini 7.jpg
Immagine di Gioachino Rossini
Lingua originale italiano
Genere opera seria
Musica Gioachino Rossini
Libretto Andrea Leone Tottola e Gherardo Bevilacqua Aldobrandini
Fonti letterarie Odoardo e Cristina (1810) di Giovanni Schmidt
Atti due
Prima rappr. 24 aprile 1819
Teatro Teatro San Benedetto, Venezia
Personaggi
  • Carlo, re di Svezia (tenore)
  • Cristina, sua figlia (soprano), segreta moglie di
  • Eduardo, duce delle armi di Svezia (contralto)
  • Giacomo, principe reale di Scozia (basso)
  • Atlei, capitano delle guardie reali, amico d'Eduardo (basso)
  • Gustavo, piccolo figlio d'Eduardo e di Cristina (mimo)
  • La sua governante (mimo)
  • Coro di Cavalieri, Dame, Damigelle, Guardie reali, Uffiziali, Soldati, Popolo, Prigionieri

Eduardo e Cristina è un'opera di Gioachino Rossini

L'opera fu rappresentata la prima volta al Teatro San Benedetto di Venezia il 24 aprile 1819 con una favorevolissima accoglienza e venne replicata una trentina di volte nel giro di due mesi.

Il libretto, denominato «dramma», scritto da Andrea Leone Tottola con il contributo di Gherardo Bevilacqua Aldobrandini, è un adattamento del libretto Odoardo e Cristina, scritto nel 1810 da Giovanni Schmidt per la musica di Stefano Pavesi. Il libretto fu adattato in funzione di musiche preesistenti che il pubblico veneziano non conosceva. Si trattava quindi di un cosiddetto centone, cioè di un testo costituito totalmente o prevalentemente da brani tratti da altre composizioni, in questo caso dello stesso autore. Gran parte del materiale musicale proviene infatti da Adelaide di Borgogna, Ermione, Ricciardo e Zoraide e Mosè in Egitto).

Interpreti della prima rappresentazione[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Interprete[1]
Carlo Eliodoro Bianchi
Cristina Rosa Morandi
Eduardo Carolina Cortesi
Giacomo Luciano Bianchi
Atlei Vincenzo Fracalini

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cristina, figlia del re Carlo di Svezia, ed Eduardo, condottiero dell'esercito svedese, sono segretamente sposati e hanno un figlio, Gustavo.

La relazione e l'esistenza del bambino vengono scoperti dopo che il re, ignaro, ha promesso Cristina in sposa al principe Giacomo. Cristina rifiuta un matrimonio riparatore e così lei ed Eduardo vengono imprigionati.

Eduardo ha la possibilità di riabilitarsi quando l'amico Atlei lo libera in seguito ad un improvviso attacco dei russi. Sconfitto il nemico, Eduardo rimette al re la propria vita, chiedendo la libertà per Cristina e Gustavo. Carlo lo perdona e acconsente all'unione con la figlia.

Organico orchestrale[modifica | modifica wikitesto]

La partitura di Rossini prevede l'utilizzo di

Struttura dell'opera[modifica | modifica wikitesto]

  • Sinfonia

Atto 1[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 Introduzione Giubila, o patria, omai (Coro, Atlei, Giacomo, Cristina, Carlo)
  • 2 Coro, scena e cavatina Serti intrecciar le vergini - Vinsi, ché fui d'eroi (Eduardo)
  • 3 Coro e aria O ritiro che soggiorno - È svanita ogni speranza (Cristina)
  • 4 Duetto In que' soavi sguardi (Cristina, Eduardo)
  • 5 Coro Vieni al tempio
  • 6 Scena e cavatina D'esempio all'alme infide (Carlo, Coro)
  • 7 Finale primo A che, spietata sorte (Coro, Carlo, Cristina, Giacomo, Eduardo, Atlei)

Attp 2[modifica | modifica wikitesto]

  • 8 Introduzione Giorno terribile (Coro)
  • 9 Coro Impera severa
  • 10 Aria Questa man la toglie a morte (Giacomo)
  • 11 Scena e duetto Ahi, qual orror, oh stelle! (Cristina, Carlo)
  • 12 Coro, scena e cavatina Nel misero tuo stato - La pietà che in sen serbate (Eduardo)
  • 13 Scena e duetto Arresta il colpo - Ah, nati è ver noi siamo (Cristina, Eduardo, Coro)
  • 14 Battaglia
  • 15 Duetto Come? Tu sei? (Carlo, Eduardo)
  • 16 Finale Or più dolci intorno al core (Carlo, Eduardo, Cristina, Giacomo, Atlei, Coro)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Anno Interpreti
(Carlo, Eduardo, Giacomo, Atlei)
Direttore,
Orchestra e Coro
Etichetta[2]
1997 Omar Jara,
Eliseda Dumitru,
Konstantin Gorny,
Jorge Orlando Gómez
Francesco Corti,
I Virtuosi di Praga
(Registrato dal vivo al Festival di Wildbad, luglio 1997)
CD:
Bongiovanni GB 2205/2206-2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gherardo Casaglia, Première di "Eduardo e Cristina", AmadeusOnline.net - Almanacco. URL consultato il 5 maggio 2014.
  2. ^ Registrazione di Eduardo e Cristina su operadis-opera-discography.org.uk

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica