Giovanni Schmidt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Schmidt (Livorno, 1775 circa – Napoli, dopo il 1839) è stato un librettista italiano.

Ancora giovane si trasferì a Napoli, dove rimase tutta la vita. Ivi tra il 1800 e il 1840 scrisse circa 45 libretti d'opera, soprattutto per il Teatro San Carlo, ove teneva la posizione di poeta ufficiale. Insieme al librettista Andrea Leone Tottola dominò l'attività teatrale napoletana nel primo quarto del XIX secolo. I suoi testi, per lo più banali e prolissi, furono musicati dai più grandi compositori del suo tempo, come Giacomo Tritto, Gaetano Andreozzi, Luigi Mosca, Pietro Generali, Saverio Mercadante e Gioachino Rossini; per quest'ultimo scrisse Elisabetta regina d’Inghilterra, Eduardo e Cristina, Armida e Adelaide di Borgogna, i quali sono ritenuti i suoi migliori lavori.

Libretti[modifica | modifica wikitesto]

Altri lavori[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Schmidt al cinema[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Schmidt appare come personaggio in una scena del film Rossini! Rossini! del 1991 diretto da Mario Monicelli.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pacini, Giovanni: Le mie memorie artistiche (Firenze, 1865)
  • New Grove Dictionary of Music and Musicians (2000)
  • Rescigno, Edoardo: Dizionario rossiniano (2002)

Controllo di autorità VIAF: 100220839