Gran Premio di Germania 1963

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Formula 1 stagione 1963.

Germania Gran Premio di Germania 1963
117º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 6 di 10 del Campionato 1963
Circuit Nürburgring-1927-Nordschleife.svg
Data 4 agosto 1963
Nome ufficiale XXV Grosser Preis von Deutschland
Circuito Nürburgring
Percorso 22,81 km
circuito permanente
Distanza 15 giri, 342,15 km
Clima sereno
Risultati
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Jim Clark Regno Unito John Surtees
Lotus - Climax in 8'45"8 Ferrari in 8'47"0
Podio
1. Regno Unito John Surtees
Ferrari
2. Regno Unito Jim Clark
Lotus - Climax
3. Stati Uniti Richie Ginther
BRM

Il Gran Premio di Germania 1963 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 4 agosto 1963 sul Nürburgring. La gara fu vinta da John Surtees, al volante di una Ferrari.

Prima della gara[modifica | modifica sorgente]

  • La Ferrari tornò a schierare una seconda vettura, affidandola al belga Willy Mairesse.
  • Durante le prove Innes Ireland danneggiò gravemente il telaio BRP Mk1 con il quale aveva corso nelle gare precedenti; il pilota britannico disputò qualifiche e gara con un telaio Lotus, come il compagno di squadra Jim Hall.

Qualifiche[modifica | modifica sorgente]

Clark conquistò la quarta pole position consecutiva, precedendo la Ferrari di Surtees. Terzo si piazzò Bandini sulla BRM della Scuderia Centro Sud; alle spalle dell'italiano si piazzarono Hill, McLaren, Ginther e Mairesse.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Scuderia Costruttore Tempo Distacco
1 3 Regno Unito Jim Clark Team Lotus Lotus - Climax 8'45"8
2 7 Regno Unito John Surtees Scuderia Ferrari Ferrari 8'46"7 +0"9
3 15 Italia Lorenzo Bandini Scuderia Centro Sud BRM 8'54"3 +8"5
4 1 Regno Unito Graham Hill Owen Racing Organisation BRM 8'57"2 +11"4
5 5 Nuova Zelanda Bruce McLaren Cooper Car Company Cooper - Climax 8'57"3 +11"5
6 2 Stati Uniti Richie Ginther Owen Racing Organisation BRM 9'02"8 +17"0
7 8 Belgio Willy Mairesse Scuderia Ferrari Ferrari 9'03"5 +17"7
8 9 Australia Jack Brabham Brabham Racing Organisation Brabham - Climax 9'04"2 +18"4
9 18 Svizzera Jo Siffert Siffert Racing Team Lotus - BRM 9'11"1 +25"3
10 6 Sudafrica Tony Maggs Cooper Car Company Cooper - Climax 9'11"6 +25"8
11 14 Regno Unito Innes Ireland British Racing Partnership Lotus - BRM 9'14"6 +28"8
12 16 Svezia Jo Bonnier Rob Walker Racing Team Cooper - Climax 9'16"0 +30"2
13 10 Stati Uniti Dan Gurney Brabham Racing Organisation Brabham - Climax 9'17"2 +31"4
14 21 Nuova Zelanda Chris Amon Reg Parnell Racing Lola - Climax 9'20"1 +34"3
15 26 Germania Gerhard Mitter Ecurie Maarsbergen Porsche 9'20"9 +35"1
16 20 Stati Uniti Jim Hall British Racing Partnership Lotus - BRM 9'22"7 +36"9
17 17 Paesi Bassi Carel Godin de Beaufort Ecurie Maarsbergen Porsche 9'25"1 +39"3
18 4 Regno Unito Trevor Taylor Team Lotus Lotus - Climax 9'33"8 +48"0
19 24 Regno Unito Ian Burgess Scirocco Racing Cars Scirocco - BRM 9'52"2 +1"06"4
20 22 Portogallo Mario de Araujo Cabral Scuderia Centro Sud Cooper - Climax 9'53"1 +1'07"3
21 28 Francia Bernard Collomb Privato Lotus - Climax 10'01"0 +1'15"2
22 23 Stati Uniti Tony Settember Scirocco Racing Cars Scirocco - BRM 10'02"0 +1'16"2
NQ 29 Belgio André Pilette Tim Parnell Lotus - Climax 10'20"0 +1'34"2
NQ 25 Regno Unito Ian Raby Ian Raby Racing Gilby - BRM 10'44"7 +1'58"9
NQ 30 Regno Unito Tim Parnell Tim Parnell Lotus - Climax 11'07"2 +2'21"4
NQ 27 Germania Kurt Kuhnke Privato Lotus - Borgward 11'23"5 +2'37"7

Gara[modifica | modifica sorgente]

Al via Clark mantenne la prima posizione, mentre Bandini ebbe un incidente subito dopo il via, dovendosi ritirare. Il pilota della Lotus ebbe però dei problemi al motore già nel corso del primo passaggio, venendo superato da Ginther e Surtees. Nel corso del secondo giro, mentre anche Ginther era colpito da problemi tecnici che lo fecero scivolare indietro in classifica, Mairesse ebbe un gravissimo incidente, causando la morte di un soccorritore e subendo gravi ferite alle braccia; una tornata più tardi McLaren si schiantò per la rottura dello sterzo, riportando ferite alle ginocchia.

In testa alla corsa Clark provò a insidiare Surtees, ma il problema al motore della sua Lotus lo costrinse a rinunciare, accontentandosi del secondo posto. Surtees condusse fino alla bandiera a scacchi, conquistando la prima vittoria in carriera in Formula 1 davanti a Clark; alle loro spalle Ginther risalì in terza posizione grazie ai ritiri di McLaren e Hill, mentre Mitter approfittò dei ritiri di Maggs e Siffert per giungere quarto al traguardo alla guida di una vecchia Porsche 718. Chiusero la zona punti Jim Hall e Bonnier.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Scuderia Costruttore Giri Tempo/Ritiro Partenza Punti
1 7 Regno Unito John Surtees Scuderia Ferrari Ferrari 15 2h13'06"8 2 9
2 3 Regno Unito Jim Clark Team Lotus Lotus - Climax 15 +1'17"5 1 6
3 2 Stati Uniti Richie Ginther Owen Racing Organisation BRM 15 +2'44"9 6 4
4 26 Germania Gerhard Mitter Ecurie Maarsbergen Porsche 15 +8'11"5 15 3
5 20 Stati Uniti Jim Hall British Racing Partnership Lotus - BRM 14 +1 giro 16 2
6 16 Svezia Jo Bonnier Rob Walker Racing Team Cooper - Climax 14 +1 giro 12 1
7 9 Australia Jack Brabham Brabham Racing Organisation Brabham - Climax 14 +1 giro 8
8 4 Regno Unito Trevor Taylor Team Lotus Lotus - Climax 14 +1 giro 18
9 18 Svizzera Jo Siffert Siffert Racing Team Lotus - BRM 10 Trasmissione 9
10 28 Francia Bernard Collomb Privato Lotus - Climax 10 +5 giri 21
Ritirato 17 Paesi Bassi Carel Godin de Beaufort Ecurie Maarsbergen Porsche 9 Ruota persa 17
Ritirato 6 Sudafrica Tony Maggs Cooper Car Company Cooper - Climax 7 Motore 10
Ritirato 10 Stati Uniti Dan Gurney Brabham Racing Organisation Brabham - Climax 6 Cambio 13
Ritirato 22 Portogallo Mario de Araujo Cabral Scuderia Centro Sud Cooper - Climax 6 Cambio 20
Ritirato 24 Regno Unito Ian Burgess Scirocco Racing Cars Scirocco - BRM 5 Sterzo 19
Ritirato 23 Stati Uniti Tony Settember Scirocco Racing Cars Scirocco - BRM 5 Incidente 22
Ritirato 5 Nuova Zelanda Bruce McLaren Cooper Car Company Cooper - Climax 3 Incidente 5
Ritirato 21 Nuova Zelanda Chris Amon Reg Parnell Racing Lola - Climax 2 Sterzo/incidente 14
Ritirato 1 Regno Unito Graham Hill Owen Racing Organisation BRM 2 Cambio 4
Ritirato 8 Belgio Willy Mairesse Scuderia Ferrari Ferrari 1 Incidente 7
Ritirato 14 Regno Unito Innes Ireland British Racing Partnership Lotus - BRM 1 Incidente 11
Ritirato 15 Italia Lorenzo Bandini Scuderia Centro Sud BRM 0 Incidente 3
NQ 29 Belgio André Pilette Tim Parnell Lotus - Climax
NQ 25 Regno Unito Ian Raby Ian Raby Racing Gilby - BRM
NQ 30 Regno Unito Tim Parnell Tim Parnell Lotus - Climax
NQ 27 Germania Kurt Kuhnke Privato Lotus - Borgward
WD 11 Stati Uniti Phil Hill Automobili Turismo e Sport ATS Vettura danneggiata nel trasporto
WD 12 Italia Giancarlo Baghetti Automobili Turismo e Sport ATS Vettura danneggiata nel trasporto
WD 19 Stati Uniti Masten Gregory Reg Parnell Racing Lotus - BRM Vettura non pronta

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Costruttori[modifica | modifica sorgente]

Pos. Team Punti[2]
1 Regno Unito Lotus - Climax 43
2 Regno Unito BRM 22[1]
Italia Ferrari 22
4 Regno Unito Cooper - Climax 17
5 Regno Unito Brabham - Climax 13
6 Germania Porsche 4
Regno Unito Lotus - BRM 4
8 Regno Unito BRP - BRM 3
Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1963
Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico (1934-1968).svg Flag of South Africa 1928-1994.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1962
Gran Premio di Germania
Edizione successiva:
1964

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b I quattro punti del terzo posto conquistato nel Gran Premio di Francia non furono conteggiati a Graham Hill e alla sua squadra perché il pilota della BRM era stato spinto in partenza.
  2. ^ Nel Campionato Costruttori erano considerati validi solo i punti ottenuti dal pilota meglio piazzato di ciascun Costruttore; solo i sei migliori risultati stagionali erano conteggiati per il risultato finale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1