Gerhard Mitter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gerhard Mitter
MitterGerhard1968.jpg
Dati biografici
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1963 - 1967, 1969
Scuderie Porsche, Lotus
Miglior risultato finale 12° (1963)
GP disputati 7 (5 partenze)
Punti ottenuti 3
 

Gerhard Mitter (Schönlinde, 30 agosto 1935Nürburgring, 1º agosto 1969) è stato un pilota automobilistico tedesco.

Dopo aver iniziato la propria carriera guidando moto, si dedicò alla Formula Junior, categoria in cui vinse ben 40 gare. Corse anche in Formula 1, categoria in cui ottenne un quarto posto al Gran Premio di Germania 1963 guidando una vecchia Porsche 718. Impressionata dal risultato la Lotus gli riservò sempre una vettura per la gara di casa per i tre anni seguenti.

Fu però nelle corse in salita che Mitter costruì la sua fortuna, laureandosi campione di fila per tre anni consecutivi, dal 1966 al 1968.[1] Tra i suoi successi anche una 24 Ore di Le Mans, nel 1968, e la Targa Florio del 1969.

Il 1º agosto 1969, però, durante le prove del Gran Premio di Germania alla curva Schwedenkreuz uscì di pista, schiantandosi contro un albero.[1] Prontamente soccorso, venne estratto ancora vivo dalla sua vettura, ma spirò durante il tragitto per l'ospedale a causa della gravità delle ferite riportate.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Richard Wagstaff, Mitter si uccide al Nurburgring in Corriere dello Sport, 2 agosto 1969, p. 2.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 54943583