Darryl Jones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darryl Jones
Darryl Jones al Palais des Congrès di Parigi con la band di Miles Davis (1983)
Darryl Jones al Palais des Congrès di Parigi con la band di Miles Davis (1983)
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Jazz
Rock
Periodo di attività 1983 – in attività
Strumento basso
Gruppo attuale Rolling Stones
Gruppi precedenti Miles Davis
Gruppi e artisti correlati Rolling Stones, Miles Davis

Darryl Jones, soprannominato "The Munch" (Chicago, 11 dicembre 1961), è un bassista statunitense, attivo sia nella musica jazz, sia nel rock.

« Darryl venne a trovarmi nella mia casa di New York nel 1983[1]. Gli dissi che avremmo suonato un po', ma che anche se non mi fosse piaciuto quello che suonava, non era detto che non avrebbe avuto il posto. Gli feci accompagnare un disco, poi un blues. Poi gli chiesi di fare un blues in Si bemolle, e lui suonò un po', poi si fermò. Allora gli ho chiesto ancora "Sai fare un blues in Si bemolle?" e lui ricomincia a farlo più lentamente. Poi gli chiesi di farlo ancora più lento. Allora andai in camera da letto da Vernon e gli dissi che quel bastardo sapeva davvero suonare, e che lo prendevo e di dirglielo. Darryl voleva sentirselo dire proprio da me, così uscii e gli diedi un pugno sulla spalla e gli dissi che il posto era suo[2] »
(Miles Davis)

Jones, originario di Chicago, si unì al gruppo di Miles Davis nel 1983. Con Davis incise Decoy e You're Under Arrest. Altre importanti collaborazioni di Jones durante quegli anni furono quelle con gli Headhunters di Herbie Hancock, Mike Stern, John Scofield, Steps Ahead, Sting, Peter Gabriel, Madonna, Cher, Eric Clapton e Joan Armatrading.

Jones ha suonato con i Rolling Stones da quando Bill Wyman lasciò il gruppo nel 1992, accreditato come collaboratore e non come membro del gruppo. Jones utilizza un modello di basso Lakland realizzato appositamente per lui.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Presentato a Davis da suo nipote Vernon. All'epoca Jones aveva 19 anni.[senza fonte]
  2. ^ Miles Davis, The Autobiography with Quincy Troupe

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 87087125 LCCN: no2004058228