Cyril Ramaphosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Matamela Cyril Ramaphosa (Soweto, 17 novembre 1952) è un avvocato, attivista e sindacalista sudafricano.

Riconosciuto come un formidabile negoziatore e stratega, contribuì a rendere l'Unione Nazionale dei Minatori il più grande ed importante sindacato sudafricano e giocò un ruolo fondamentale, assieme a Roelf Meyer del National Party, nei negoziati che posero fine al regime di apartheid e che portarono alle prime elezioni democratiche del 1994.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

immagine del nastrino non ancora presente Gran Consigliere dell'Ordine del Baobab
«Per il suo prezioso contributo ai negoziati multipartitici e alla convocazione dell'Assemblea Costituzionale nel redigere la nuova Costituzione durante la transizione dall'apartheid a un Sudafrica democratico.»
— 27 marzo 2009[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito web della Presidenza della Repubblica: dettaglio decorato.
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie