Alessandro di Teck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexander di Teck
Prince Alexander of Teck.jpg

16° Governatore generale del Canada
Durata mandato 21 giugno 1940 – 12 aprile 1946
Capo di Stato Giorgio VI
Primo ministro William Lyon Mackenzie King
Predecessore Lord Tweedsmuir
Successore Visconte Alexander di Tunisi

Governatore Generale dell'Unione Sudafricana
Durata mandato 21 gennaio 1924 – 21 dicembre 1930
Capo di Stato Giorgio V
Primo ministro Jan Smuts
J. B. M. Hertzog
Predecessore Principe Arturo di Connaught
Successore Il Conte di Clarendon

Dati generali
Alma mater Royal Military College di Sandhurst

Maggior Generale Alessandro Augusto Federico Guglielmo Alfredo Giorgio Cambridge, I conte di Athlone (in inglese: Alexander Augustus Frederick William Alfred George) (Londra, 14 aprile 1874Londra, 16 gennaio 1957) fu Governatore Generale del Sud Africa dal 1924 al 1930 e Governatore Generale del Canada dal 1940 al 1946.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alessandro nacque a Kensington Palace[1], quartogenito e terzo figlio di Francesco di Teck, e di sua moglie, la principessa Maria Adelaide di Hannover. Da parte di padre discendeva dalla casa reale del Württemberg, mentre da parte di madre discendeva da Giorgio III. In famiglia e dagli amici veniva chiamato Alge, soprannome derivato dall'unione dei suoi nomi Alessandro e Giorgio[2]. Era un individuo meticoloso, calmo, prudente e pieno di tatto[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Quando Alessandro aveva nove anni, i suoi genitori, per due anni si rifugiarono nel Regno Unito per sfuggire ai loro creditori.

Alessandro studiò all'Eton College e successivamente all'Royal Military Academy Sandhurst. Nel 1894, dopo aver completato la sua formazione, entrò a far parte del 7º Reggimento Ussari[3], con il grado di sottotenente e poco dopo servì nella Seconda Guerra Matabele. In seguito partecipò alla Seconda guerra boera, in cui si distinse.

Prima Guerra Mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Allo scoppiò della Prima guerra mondiale, il principe Alessandro, che era stato promosso maggiore ed era stato comandante del 2º reggimento delle guardie[4], venne nominato da Herbert Henry Asquith, Governatore Generale del Canada. Durante questi anni i sentimenti anti-tedeschi costrinsero la famiglia reale a rinunciare ai propri titoli tedeschi. Infatti il cognato di Alessandro, re Giorgio V, cambiò il nome della famiglia reale da Sassonia-Coburgo-Gotha in Windsor. Allo stesso modo tutti gli appartenenti alla famiglia reale cambiarono i loro nomi e rinunciarono ai loro titoli di origine germanica. Alessandro rinunciò al titolo di Principe di Teck e adottò il cognome Cambridge, come fece anche il fratello Adolfo. Qualche giorno dopo, il cognato Giorgio lo nominò conte di Athlone e visconte Trematon[5].

Combatté in Francia e delle Fiandre. Nel 1915, fu promosso al grado di tenente colonnello di brigata nel 1917, e a maggiore generale nell'ultimo anno di guerra.

Al termine della guerra si ritirò dall'esercito.

Governatore Generale dell'Unione del Sud Africa[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1923 Alessandro venne nominato Governatore Generale dell'Unione Sudafricana[2], carica che ricoprì fino al 1930. Arrivò a Pretoria nel gennaio del 1924 e fu subito al lavoro con i suoi doveri vicereale, aprendo l'edificio del parlamento appena finito.

Guadagnò la popolarità dei sudafricani di tutte le razze attraverso i suoi frequenti tour del paese, l'esecuzione di una serie di doveri cerimoniali, tra cui l'apertura di Pioneer Park di Johannesburg[6].

Al suo ritorno nel Regno Unito venne nominato, il 4 agosto 1931, Governatore e Conestabile del Castello di Windsor[7]. L'anno successivo, è stato anche nominato Cancelliere dell'Università di Londra[8]. [[File:RooseveltChurchillMackenzie.jpg|thumb|right|Il conte di Athlone (seduto a destra) con (da sinistra a destra) il Primo ministro del Canada William Lyon Mackenzie King, il [[Presidenti degli Stati Uniti d'America|Presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt e il Primo ministro del Regno Unito Winston Churchill nella cittadella di Québec, agosto 1943]]

Governatore Generale del Canada[modifica | modifica wikitesto]

In Canada, alla fine del 1930, c'erano stati richiami da ambienti governativi e dei media per il Re di nominare una persona di origine canadese come governatore generale. Tuttavia, con la fretta di occupare il posto dopo la morte inaspettata del viceré in carica, Lord Tweedsmuir, e con il paese coinvolto nella Seconda Guerra Mondiale, il primo ministro canadese William Lyon Mackenzie King consigliò a Giorgio VI che non era giunto il momento per un tale cambiamento nella tradizione vicereale.

Mackenzie King propose il nome di Alessandro e dopo che egli accettò l'incarico, il 2 giugno 1940 venne nominato annunciato dall'ufficio del primo ministro. Dopo aver viaggiato a Ottawa in treno, prestò giurato in una cerimonia nella camera del Senato il 21 giugno 1940. Durante questo periodo Alessandro supportò lo sforzo bellico cercando di controllare l'efficienza ed il morale delle truppe e visitando scuole di formazione e ospedali militari. In questi anni ospitò per due volte gli incontri tenutisi tra Winston Churchill e Franklin D. Roosevelt, per decidere le strategie da usare per sconfiggere la Germania ed il Giappone. Inoltre molti membri delle famiglie reali europee cercarono rifugio in Canada e risiedettero presso o vicino la residenza reale e vicereale, Rideau Hall. Tra gli ospiti reali vi erano il principe ereditario Olav e sua moglie Marta, la granduchessa Carlotta e il principe Felice di Lussemburgo, il re Pietro II di Jugoslavia, il re Giorgio II di Grecia, l'imperatrice Zita di Borbone-Parma e le sue figlie, la regina Guglielmina dei Paesi Bassi e sua figlia, la principessa Giuliana[9]. Il suo incarico terminò nel 1946 e rientrò in Inghilterra.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 novembre 1903 venne annunciato il fidanzamento tra Alessandro e sua cugina di secondo grado,[10], Alice di Albany, la figlia del principe Leopoldo, duca di Albany e quindi una nipote della regina Vittoria. Le nozze vennero celebrate a George's Chapel, nel Castello di Windsor il 10 febbraio 1904[1]. Ebbero tre figli:

Essendogli i figli premorti, il titolo di conte di Athlone e visconte Trematon si estinsero con la morte di Alessandro.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine del suo incarico come governatore generale, tornò nel Regno Unito e, il 1 settembre dello stesso anno, si dimise come colonnello del 7º reggimento degli ussari della Regina.

Nel 1953 prese parte all'incoronazione della nipote Elisabetta[13].

Morì il 16 gennaio 1957, venne sepolto nel Royal Burial Ground, a Frogmore.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze inglesi[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Commenda dell'Ordine Reale Vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Commenda dell'Ordine Reale Vittoriano
— 8 dicembre 1898
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano
— 16 ottobre 1910
Cavaliere di Giustizia del Venerabile ordine di San Giovanni - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Giustizia del Venerabile ordine di San Giovanni
— 5 agosto 1904
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno
— 22 luglio 1913
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio
— 6 novembre 1923
Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
— 17 aprile 1928
Gran Maestro dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio
— 24 giugno 1936
Gran Maestro e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Impero Britannico

Medaglie[modifica | modifica wikitesto]

Ashantee War Medal - nastrino per uniforme ordinaria Ashantee War Medal
— 1897
Compagno del Distinguished Service Order - nastrino per uniforme ordinaria Compagno del Distinguished Service Order
— 19 aprile 1901
Medaglia dell'incoronazione di Edoardo VII - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'incoronazione di Edoardo VII
— 1902
Long Service and Good Conduct Medal - nastrino per uniforme ordinaria Long Service and Good Conduct Medal
— 1909
Medaglia dell'Incoronazione di Giorgio V - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Incoronazione di Giorgio V
— 1911
1914-15 Star - nastrino per uniforme ordinaria 1914-15 Star
— 1919
British War Medal - nastrino per uniforme ordinaria British War Medal
— 1919
Medaglia interalleata della vittoria - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia interalleata della vittoria
— 1919
Medaglia del giubileo d'argento di Giorgio V - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'argento di Giorgio V
— 1935
Royal Victorian Chain - nastrino per uniforme ordinaria Royal Victorian Chain
— 1935
Medaglia dell'Incoronazione di Giorgio VI - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Incoronazione di Giorgio VI
— 1937
1939–45 Star - nastrino per uniforme ordinaria 1939–45 Star
— 1945
War Medal 1939-1945 - nastrino per uniforme ordinaria War Medal 1939-1945
— 1945
immagine del nastrino non ancora presente Canadian Volunteer Service Medal
— 1947
Medaglia dell'Incoronazione di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Incoronazione di Elisabetta II
— 1953

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Fiorata - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Fiorata
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Wendica - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Wendica
— 12 luglio 1904
Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo
— 24 ottobre 1915
Croix de Guerre belga del 1914-1918 - nastrino per uniforme ordinaria Croix de Guerre belga del 1914-1918
— 24 febbraio 1916
Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Sant'Anna - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Sant'Anna
— 14 gennaio 1918
Cavaliere di Grazia e Giustizia dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Grazia e Giustizia dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme
— 5 agosto 1904
Croix de Guerre francese del 1914-1918 - nastrino per uniforme ordinaria Croix de Guerre francese del 1914-1918
— 16 aprile 1918

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Marlene A. Eilers, Queen Victoria's Descendants, Baltimore, Genealogical Publishing Co., 1987, p. 215, ISBN 978-0-938311-04-1.
  2. ^ a b c Earl of Athlone (1874–1957), University of Warwick. URL consultato il 25 marzo 2009 (archiviato il 16 aprile 2009).
  3. ^ London Gazette: no. 26563. p. 5929. 23 ottobre 1894. URL consultato il 19 febbraio 2008.
  4. ^ London Gazette: no. 28466. pp. 1238–1238. 17 febbraio 1911. URL consultato il 19 febbraio 2008.
  5. ^ London Gazette: no. 30374. p. 11594. 9 novembre 1917. URL consultato il 23 marzo 2009.
  6. ^ Wemmer Pan/Pioneer Park, Johannesburg City Parks. URL consultato il 19 settembre 2008. [collegamento interrotto]
  7. ^ London Gazette: no. 33741. p. 5110. 4 agosto 1931. URL consultato il 24 marzo 2009.
  8. ^ Office of the Governor General of Canada, Governor General > Former Governors General > Major General The Earl of Athlone, Queen's Printer for Canada. URL consultato il 24 marzo 2009 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2009).
  9. ^ R.H. Hubbard, Rideau Hall, Montreal and London, McGill-Queen's University Press, 1977, p. 201, ISBN 978-0-7735-0310-6.
  10. ^ London Gazette: (Supplement) no. 27616. p. 7013. 16 novembre 1903. URL consultato il 30 marzo 2008.
  11. ^ Cokayne 2000, p. 259
  12. ^ Person Page – 10094 > Prince Maurice, Peerage.com. URL consultato il 25 luglio 2011 (archiviato il 15 luglio 2011).
  13. ^ London Gazette: no. 39578. p. 3395. 20 giugno 1952. URL consultato il 23 marzo 2009.