Acquaviva Picena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acquaviva Picena
comune
Acquaviva Picena – Stemma
Mastio cilindrico della Rocca di Acquaviva Picena
Mastio cilindrico della Rocca di Acquaviva Picena
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Marche.svg Marche
Provincia Provincia di Ascoli Piceno-Stemma.png Ascoli Piceno
Amministrazione
Sindaco Pierpaolo Rosetti (lista civica) dal 7-5-2012
Territorio
Coordinate 42°56′40.96″N 13°48′48.78″E / 42.944711°N 13.81355°E42.944711; 13.81355 (Acquaviva Picena)Coordinate: 42°56′40.96″N 13°48′48.78″E / 42.944711°N 13.81355°E42.944711; 13.81355 (Acquaviva Picena)
Altitudine 359 m s.l.m.
Superficie 21,06 km²
Abitanti 3 848[1] (31.12.2011)
Densità 182,72 ab./km²
Frazioni Abbadetta, Casarica, Forola, Madonna delle Piane, Quercia, Sant'Angelo
Comuni confinanti Grottammare, Monsampolo del Tronto, Monteprandone, Offida, Ripatransone, San Benedetto del Tronto
Altre informazioni
Cod. postale 63075
Prefisso 0735
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 044002
Cod. catastale A047
Targa AP
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona D, 2 060 GG[2]
Nome abitanti acquavivani
Patrono san Nicola di Bari
Giorno festivo 6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Acquaviva Picena
Posizione del comune di Acquaviva Picena nella provincia di Ascoli Piceno
Posizione del comune di Acquaviva Picena nella provincia di Ascoli Piceno
Sito istituzionale

Acquaviva Picena è un comune italiano di 3 875[1] della provincia di Ascoli Piceno nelle Marche.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Acquaviva Picena sorge su una collina che domina il paesaggio della valle del Tronto, a pochi chilometri di distanza dal Mar Adriatico e da San Benedetto del Tronto. Dall'elevazione medio-collinare della cittadina (359 m s.l.m.) è possibile scorgere, nei giorni di bel tempo, oltre alla più alta cima dei Sibillini (Monte Vettore), anche le più lontane montagne abruzzesi (Gran Sasso, Majella).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il sito di Acquaviva fu abitato fin dalla preistoria, della quale ha restituito numerosi reperti soprattutto d'epoca picena, ma anche d'età romana. Quando i Piceni, che vi furono certamente insediati nel VI secolo a.C., restarono sottomessi a Roma, il territorio acquavivano conservò vitalità grazie alla vicinanza della città di Castrum Truentinum.

Ma fu con le invasioni barbariche che il colle vide la nascita di un vero e proprio insediamento urbano: l'arrivo di Longobardi e Saraceni indusse infatti le popolazioni costiere a riparare sulle circostanti alture. Il borgo fu in origine possedimento farfense (947), poi divenne feudo della famiglia degli Acquaviva (da cui il nome) che nel XIII secolo vi edificò una fortezza.

Nel 1341 Acquaviva transitò sotto il controllo della città di Fermo, di cui costituì importante presidio in territorio nemico, preservandone i possedimenti costieri (San Benedetto in Albula) dalle mire di Ascoli. Nel Quattrocento il castello conobbe una notevole espansione demografica che condusse al raddoppio dell'abitato, con l'edificazione del settore orientale, denominato Terra Nuova in contrapposizione alla Terra Vecchia che, sorta a ridosso della fortezza, costituiva il nucleo originario del paese. Ciò rese anche necessaria la costruzione di un secondo caposaldo rivolto a oriente.

Inclusa nella legazione pontificia fermana, Acquaviva fu annessa con plebiscito al Regno d'Italia nel 1860. Nel 1799, durante la campagna napoleonica d'Italia, le forze antifrancesi capeggiate dal brigante Sciabolone l'avevano messa a ferro e fuoco distruggendo l'archivio comunale e con esso la fonte d'osservazione diretta della storia locale, la cui ricostruzione si basa principalmente su testimonianze esterne.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Rocca di Acquaviva Picena.
  • Fortezza degli Acquaviva (XIII-XIV secolo). Maestosa rocca medievale, fra le maggiori e meglio conservate delle Marche, riedificata nel Quattrocento da Baccio Pontelli.
  • Torre dell'Orologio.
  • Chiesa matrice di San Nicolò. Costruita nel XVI secolo e rimaneggiata nel XIX, mostra esternamente, sulla facciata a cornice orizzontale con timpano, un portale scolpito da artigiani di scuola ascolana. Il campanile a base quadrata presenta una terrazza con balaustra sormontata da una cuspide. L'interno è a croce latina a una sola navata e custodisce varie opere d'arte fra dipinti e sculture.
  • Chiesa di San Rocco (XIII secolo), romanica. È la chiesa più antica di Acquaviva.
  • Chiesa di San Lorenzo (XVII secolo). Tempio agostiniano fondato nel 1613.
  • Chiesa di San Giuseppe.
  • Chiesa della Madonna della Pietà.
  • Chiesa suburbana di San Francesco. Annessa al convento francescano più antico della Marca fermana, fondato dallo stesso Francesco d'Assisi.
  • Chiesa rustica di Santa Maria delle Piane.
  • Chiesa rustica di Santa Maria in Accubitu.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • La rassegna Acquaviva Comics Academy è stata una delle più importanti manifestazioni nazionali sul fumetto. È nata nel 1996 come Acquaviva nei fumetti e si svolgeva con cadenza annuale nel mese di agosto.
  • Sponsalia è la rievocazione storica del matrimonio tra Forasteria d'Acquaviva e Rainaldo di Brunforte (1234). Organizzata dal 1988 a cavallo tra i mesi di luglio e agosto, prevedono nel loro contesto la disputa del Palio del Duca fra i due rioni cittadini di Aquila e Civetta. Esiste anche un Palio dei bambini a quattro rioni (Aquila, Civetta, Falco e Picchio).[4]

Persone legate ad Acquaviva Picena[modifica | modifica wikitesto]

  • Amedeo Crivellucci (Acquaviva Picena, 20 aprile 1850 – Roma, 11 novembre 1914), storico italiano
  • Celso Ulpiani (Acquaviva Picena, 1867 – 1919), medico e agronomo italiano

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
28 maggio 2002 27 maggio 2007 Tarcisio Infriccioli lista civica Sindaco
28 maggio 2007 6 maggio 2012 Tarcisio Infriccioli lista civica Sindaco
7 maggio 2012 in carica Pierpaolo Rosetti lista civica Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio locale è l'Acquaviva calcio che disputa la Seconda Categoria delle Marche, ma il paese ha anche una seconda squadra che gioca in Terza Categoria e sì chiama F.C.D. River. Nella stagione 2013-2014 per la prima volta si è iscritta al campionato di Serie D una squadra di calcio a 5, l'Acquavivana C5, ottenendo buoni risultati.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b ISTAT data warehouse
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Palio del duca. URL consultato il 9 agosto 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche