Timpano (architettura)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Evidenziato, il frontone del Pantheon di Roma; la sua cornice racchiude il timpano

Il timpano è, nell'architettura templare, la superficie triangolare verticale racchiusa nella cornice del frontone, i cui tre lati si chiamano geison. I due spioventi che concludono l'edificio sono chiamati ciascuno sima. Spesso il timpano era ornato con decorazioni fittili dipinte o sculture oppure, vuoto, era schermato con materiali leggeri, come membrane animali, da cui il nome greco τύμπανον.

Il termine, usato anche come sinonimo di frontone, può indicare lo spazio racchiuso nella cornice soprastante portali e finestre. Il timpano è definito "spezzato" quando la sua cornice è interrotta in modo simmetrico privandolo, ad esempio, del vertice. Se si ha un arco al posto dei due spioventi, il timpano è detto curvo, o circolare. Nelle tombe di Petra è possibile osservare splendidi esempi di timpani triangolari, spezzati, circolari.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura