Cimasa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La cimasa (o cima, sima, cimacio) è una modanatura curva e sporgente, a forma di sguscio o di gola.

Nell'architettura greca o romana prendeva il nome di sima e costituiva la parte terminale della cornice (con una modanatura a "gola diritta"), spesso fornita di fori per lo scarico dell'acqua piovana dai tetti (gocciolatoi), generalmente decorati con teste di leone. La sima è talora ornata con palmette o altri elementi decorativi.

Nell'uso più generale si intende quel complesso di modanature che serve a coronare un elemento architettonico, come un piedistallo, una balaustra o una mensola, come sinonimo del termine "coronamento".

Nella pittura, la cimasa è un elemento di coronamento di una tavola principale (scomparto di polittico, croce sagomata, ecc.).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Pierluigi De Vecchi e Elda Cerchiari, I tempi dell'arte, Milano, Bompiani, 1999, ISBN 978-88-451-7107-9.
  • Carlo Bertelli, Giuliano Briganti, Antonio Giuliano, Storia dell'arte italiana, Electa-Bruno Mondadori, Milano 1990