Sano di Pietro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sano di Pietro, Tritticocon la Madonna con Bambino, san Giacomo e san Giovanni Evangelista. 1450 c. New York, Brooklyn Museum of Art

Sano di Pietro (Siena, 14051481) è stato un pittore e miniatore italiano del primo Rinascimento a Siena.

Assieme ad altri maestri del Quattrocento senese (Giovanni di Paolo, Sassetta, ecc.), fu agli inizi del Novecento tra gli artisti più richiesti e quotati del mercato antiquario mondiale di opere d'arte. Oggi la sua figura appare molto ridimensionata, ma resta un artista importante nel panorama della scuola senese del suo secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Non si conoscono opere documentate di Sano di Pietro di Mencio fino al 1443 quando risulta un pagamento per la figura di Federico il Barbarossa, nella Sala della Balia nel palazzo pubblico di Siena. Successivamente nella sua prolifica opera pittorica, troveremo molte opere firmate e datate.[1] Si ipotizza che il giovane Sano non sia altro che il Maestro dell'Osservanza, produttore di opere di qualità maggiore prima della fse matura, più stanca e ripetitiva.

La formazione di Sano sembra sia avvenuta presso il Sassetta e Giovanni di Paolo con difficoltà ad individuare il tratto autografo nel periodo iniziale della produzione. Rimasto sempre agganciato agli stilemi del primo quattrocento, dopo il 1450 si dedicherà anche alla miniatura, in cui meglio esprimerà "la sua vena narrativa e descrittiva."[1]. Negli ultimi decenni della sua vita il ductus pittorico perderà gli ottimi livelli qualitativi raggiunti scivolando spesso in "un'ingenua e talvolta esteriore religiosità".[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Polittico della collegiata di San Quirico d'Orcia
Presentazione della Vergine al tempio, Roma, Pinacoteca Vaticana
Assunzione della Vergine, Altenburg, Lindenau-Museum
Matrimonio della Vergine, Roma, Pinacoteca Vaticana
Ritorno della Vergine alla casa dei genitori, Altenburg, Lindenau-Museum
  • Trittico, Madonna con Bambino e, ai lati, San Giacomo e San Giovanni Battista. New York, Brooklyn Museum of Art.
  • Madonna dell'umiltà. New York, Brooklyn Museum of Art.
  • Antifonario, Pienza, Museo Diocesano, ms A.I
  • Salterio (da Monteoliveto Maggiore), Chiusi, Museo della Cattedrale, codice V
  • Madonna con Bambino e Santi, 1450 circa, Coral Gables (Miami), Lowe Art Museum (donazione della Kress Foundation)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Miklós Boskovits, Giorgio Fossaluzza, p. 89

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Miklós Boskovits, Giorgio Fossaluzza, La collezione Cagnola. I dipinti, Busto Arsizio, Nomos Edizioni, 1998.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 65118647 LCCN: nr91029004