Sassetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il comune dell'Italia in provincia di Livorno, vedi Sassetta (Italia).
Madonna col Bambino e angeli (Parigi, Museo del Louvre)

Il Sassetta, pseudonimo di Stefano di Giovanni di Consolo (Cortona?, 1400 circa – Siena, 1450), è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il soprannome Sassetta è attestato solo dal Settecento e, sulle prime, sotto la forma di cognome. Così si trova per la prima volta nel Pecci (Giovanni Antonio Pecci - Relazione delle cose notabili ecc. Siena, 1752 - p. 93): Stefano Sassetta; ma il Pecci probabilmente trasse il nome da un'erronea lettura di documenti.

Nacque probabilmente a Siena, anche se ci sono ipotesi su una sua possibile nascita a Cortona.

Di lui si hanno comunque le prime notizie a Siena, nel 1423. Fu probabilmente allievo di Paolo di Giovanni Fei. Pittore riconosciuto e apprezzato, fu maestro di molti discepoli. Il suo stile sospeso tra gotico e Rinascimento è caratterizzato dai tratti allungati dei personaggi e dall'uso costante dello sfondo dorato. Notevolissimi sono però i suoi interessi prospettici, in particolare nelle tavole di predella, sviluppatisi praticamente in contemporanea alle opere di Masaccio e del primo Paolo Uccello a Firenze, dove probabilmente si recò in gioventù. È perciò considerato il maggior pittore della prima metà del Quattrocento a Siena. Morì nel 1450, per una polmonite contratta lavorando all'affresco dell'Assunzione della Vergine sulla porta Romana di Siena. L'opera fu poi terminata dal suo allievo Sano di Pietro.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Luciano Bellosi, Collezione Chigi-Saracini - Sassetta e i pittori toscani tra XIII e XV secolo, a cura di Luciano Bellosi e Alessandro Angelini, Studio per edizioni scelte, Firenze 1986
  • Bernaerd Berenson, Sassetta, Firenze 1946
  • Enzo Carli, Sassetta's Borgo San Sepolcro Altarpiece, in: Burlington Magazine 43, 1951, 145 ss.
  • Enzo Carli, Sassetta e il «Maestro dell'Osservanza», Milano, Giunti-Martello 1957
  • Enzo Carli, I Pittori senesi, Milano 1971
  • John Pope-Henessy, Sassetta, Londra 1939
  • John Pope-Hennessy, Rethinking Sassetta, in: Burlington Magazine 98, 1956, 364 ss.
  • Federico Zeri, Towards a Reconstruction of Sassetta's Arte della Lana Triptych, in Burlington Magazine 98, 1956, 36 ss.
  • Keith Christiansen, in La Pittura a Siena nel Rinascimento (trad. del catalogo della mostra del 1988 di New York, Metropolitan Museum), Milano, Silvana editoriale, 1989
  • Machtelt Israëls, Sassetta's Madonna della Neve. An image of patronage, Leiden 2003, ISBN 90-74310-92-3
  • Sassetta: the Borgo San Sepolcro altarpiece, edited by Machtelt Israëls, Villa I Tatti, the Harvard University Center for Italian Renaissance Studies, Florence; Primavera Press, Leiden, 2009
  • Machtelt Israëls, schede delle opere in Da Jacopo della Quercia a Donatello: le arti a Siena nel primo Rinascimento (catalogo della mostra di Siena), Motta editore, Milano, 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 44499521 LCCN: n86838484