202ª Divisione costiera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
202ª Divisione Costiera
Descrizione generale
Attiva 15 novembre 1941 - 24 luglio 1943
Nazione bandiera Regno d'Italia
Alleanza Potenze dell'Asse
Servizio Flag of Italy (1860).svg Regio esercito
Tipo divisione costiera
Battaglie/guerre Operazione Husky
Parte di
Simboli
Mostrina Mostrina 202 divisione costiera.jpg

[2]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La 202ª Divisione Costiera fu una grande unità di fanteria del Regio Esercito italiano durante la seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La divisione venne costituita il 15 novembre 1941 per trasformazione del II Settore costiero di Brigata, su 120º, 124º e 142º Reggimento fanteria costiero ed il 43º Raggruppamento artiglieria costiero, poi sostituito dal 62º e dal 63º Reggimento costiero. La divisione venne inviata in Sicilia, alle dipendenze del XII Corpo della 6ª Armata. Schierata sulla costa occidentale dell'isola, aveva un settore di competenza di 100 km tra Mazara del Vallo e Sciacca[2].

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Operazione Husky.

La divisione venne investita in pieno fin dalle prime ore dello sbarco americano, subendo il bombardamento aero-navale dal 10 al 16 luglio ininterrottamente. A questo seguì lo scontro diretto con le forze da sbarco. La divisione resse l'urto ma venne praticamente aggirata a causa del cedimento degli altri settori. Schiacciata dalla superiorità avversaria, la 202ª Divisione costiera, completamente distrutta, si scioglie tra il 24 ed il 25 luglio 1943[2].

Ordine di battaglia: 1943[modifica | modifica sorgente]

  • 120º Reggimento costiero
    • CCXLV Battaglione costiero
    • CCCLXXVIII Battaglione costiero
    • CCCLXXXVII Battaglione costiero
    • CDXCVII Battaglione costiero
  • 124º Reggimento costiero
    • tre battaglioni costieri
  • 142º Reggimento fanteria costiero
    • CCCLXXVI Battaglione costiero
    • CCCLXXVII Battaglione costiero
    • CDXXVII Battaglione costiero
  • 62º Raggruppamento artiglieria costiera
  • 63º Raggruppamento artiglieria costiera
  • CIX Battaglione mitraglieri da posizione
    • 536ª Compagnia mitraglieri da posizione
    • 550ª Compagnia mitraglieri da posizione
  • 509ª Compagnia mitraglieri da posizione
  • 510ª Compagnia mitraglieri da posizione
  • 626ª Compagnia mitraglieri da posizione
  • 645ª Compagnia mitraglieri da posizione
  • 102ª Compagnia mortai da 81
  • 161ª Compagnia bersaglieri motociclisti
  • servizi divisionali[2]

Comandanti (1941-1943)[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ OdB Campagna di Sicilia 1943.
  2. ^ a b c d e La divisione su RegioEsercito.it.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • George F. Nafziger, Italian Order of Battle: An organizational history of the Italian Army in World War II.
  • Paolo Casolari, L'anima muore di sera. Sicilia 1943: difesa del Bagnasciuga, confidenze e anabasi nel diario inedito di un sottotenente che non si piegò all'inevitabile, Roma, 2006. ISBN 978-88-7310-020-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]