The Best of 1980-1990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Best of 1980-1990
Artista U2
Tipo album Raccolta
Pubblicazione 10 novembre 1998
Durata 61 min : 48 s
Dischi 2
Tracce 29 + 1 ghost track
Genere Alternative rock[1]
Pop rock[1]
Post-punk[1]
College rock[1]
Etichetta Island Records
Certificazioni
Dischi d'oro Brasile Brasile[2]
(vendite: 100 000+)
Finlandia Finlandia[3]
(vendite: 29 864[4])
Messico Messico[5]
(vendite: 100 000+)
Svezia Svezia[6]
(vendite: 50 000+)
Ungheria Ungheria[7]
(vendite: 10 000+)
Dischi di platino Argentina Argentina (3)[8]
(vendite: 180 000+)
Australia Australia (8)[9]
(vendite: 560 000+)
Austria Austria (2)[10]
(vendite: 100 000+)
Belgio Belgio (6)[11]
(vendite: 300 000+)
Canada Canada (6)[12]
(vendite: 600 000+)
Danimarca Danimarca[13]
(vendite: 30 000+)
Europa Europa (7)[14]
(vendite: 7 000 000+)
Francia Francia (2)[15]
(vendite: 600 000+)
Germania Germania[16]
(vendite: 500 000+)
Grecia Grecia (2)[17]
(vendite: 60 000+)
Italia Italia (8)[18]
(vendite: 800 000+)
Norvegia Norvegia[19]
(vendite: 50 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (9)[20]
(vendite: 135 000+)
Polonia Polonia[21]
(vendite: 100 000+)
Regno Unito Regno Unito (5)[22]
(vendite: 1 500 000+)
Spagna Spagna (4)[23]
(vendite: 400 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (4)[24]
(vendite: 4 000 000+)
Svizzera Svizzera (3)[25]
(vendite: 150 000+)
U2 - cronologia
Album precedente
(1997)
Singoli
  1. Sweetest Thing
    Pubblicato: 20 ottobre 1998

The Best of 1980-1990 è il primo greatest hits del gruppo rock irlandese degli U2, uscito nei negozi nel novembre del 1998. Contiene i singoli più celebri che la band ha prodotto negli anni ottanta. Esiste anche una versione a tiratura limitata che contiene un ulteriore cd con all'interno le B-side del periodo.

Nel 1999 è uscita una VHS omonima contenente gli stessi video musical della band nella stessa sequenza della raccolta.

Il singolo Sweetest Thing è presente sia nel primo CD, presentato in una nuova veste creata per l'occasione, sia nel B-side dove compare nella versione originale del 1987 (in quanto all'epoca era un semplice retro di Where the Streets Have No Name).

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Pride (In the Name of Love) – 3:48 (The Unforgettable Fire, 1984)
  2. New Year's Day (New Version) – 4:17 (War, 1983)
  3. With or Without You – 4:55 (The Joshua Tree, 1987)
  4. I Still Haven't Found What I'm Looking For – 4:38 (The Joshua Tree, 1987)
  5. Sunday Bloody Sunday – 4:40 (War, 1983)
  6. Bad – 5:50 (The Unforgettable Fire, 1984)
  7. Where the Streets Have No Name – 4:35 (The Joshua Tree, 1987)
  8. I Will Follow – 3:36 (Boy, 1980)
  9. The Unforgettable Fire – 4:53 (The Unforgettable Fire, 1984)
  10. Sweetest Thing – 3:00 (inedita)
  11. Desire – 2:59 (Rattle and Hum, 1988)
  12. When Love Comes to Town – 4:17 (Rattle and Hum, 1988)
  13. Angel of Harlem – 3:49 (Rattle and Hum, 1988)
  14. All I Want Is You – 6:31 (Rattle and Hum, 1988)

B-side[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Three Sunrises – 3:52 (tratto dall'EP Wide Awake in America)
  2. Spanish Eyes – 3:14 (retro di I Still Haven't Found What I'm Looking For)
  3. Sweetest Thing – 3:03 (retro di Where the Streets Have No Name)
  4. Love Comes Tumbling – 4:40 (tratto da Wide Awake in America)
  5. Bass Trap – 3:31 (retro di The Unforgettable Fire)
  6. Dancing Barefoot – 4:45 (retro di When Loves Comes to Town)
  7. Everlasting Love – 3:20 (retro di All I Want Is You)
  8. Unchained Melody – 4:52 (retro di All I Want Is You)
  9. Walk to the Water – 4:49 (retro di With or Without You)
  10. Luminous Times (Hold on to Love) – 4:35 (retro di With or Without You)
  11. Hallelujah, Here She Comes – 4:00 (retro di Desire)
  12. Silver and Gold – 4:37 (retro di Where the Streets Have No Name)
  13. Endless Deep – 2:57 (retro di Two Hearts Beat as One)
  14. A Room at the Heartbreak Hotel – 4:32 (retro di Angel of Harlem)
  15. Trash, Trampoline, and the Party Girl – 2:33 (retro di A Celebration)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1998) Posizione
massima
Australia[26] 1
Austria[26] 1
Belgio (Fiandre)[26] 1
Belgio (Vallonia)[26] 1
Canada[27] 1
Danimarca[26] 8
Finlandia[26] 3
Francia[26] 1
Germania[26] 1
Norvegia[26] 2
Nuova Zelanda[26] 1
Paesi Bassi[26] 1
Regno Unito[28] 1
Svezia[26] 1
Svizzera[26] 1
Stati Uniti[27] 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) The Best of 1980-1990, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ (PT) Certificados, Associação Brasileira dos Produtores de Discos. URL consultato il 22 novembre 2015.
  3. ^ (EN) Kultalevyjen myöntämisrajat, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato l'11 luglio 2015.
  4. ^ (EN) U2, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato l'11 luglio 2015.
  5. ^ (ES) Certificaciones - U2, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 5 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2011).
  6. ^ (SV) Guld- och Platinacertifikat − År 1987−1998 (PDF), su IFPI Sweden. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  7. ^ (HU) Adatbázis – Arany- és platinalemezek – 2000, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  8. ^ (ES) Discos de Oro y Platino - U2, Cámara Argentina de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 5 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2011).
  9. ^ (EN) Accreditations - 2008 Albums, ARIA. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  10. ^ (DE) Verband der Österreichischen Musikwirtschaft, IFPI Austria. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  11. ^ (NL) Ultratop − Goud en Platina – 2007, su ultratop.br. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  12. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  13. ^ (DA) Album Top-40 - Uge 33 - 2005, Hit Listerne. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  14. ^ IFPI Platinum Europe Awards – 2004, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  15. ^ (FR) Les Certifications depuis 1973, Infodisc.fr. URL consultato il 16 gennaio 2016. Selezionare "UTWO" e premere "OK"
  16. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  17. ^ (EL) Internet Archive Wayback Machine, Web.archive.org, 2 giugno 2002. URL consultato il 10 aprile 2015.
  18. ^ U2 Charts Classifiche, U2 place.com. URL consultato il 19 febbraio 2016.
  19. ^ (NO) IFPI Norsk Platebransje, IFPI. URL consultato il 15 novembre 2014.
  20. ^ (EN) Latest Gold / Platinum Albums, Radioscope. URL consultato il 14 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  21. ^ (PL) Przyznane w 1999 roku, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 19 maggio 2015.
  22. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 16 gennaio 2016. Digitare "Best of U2" in "Keywords", dunque premere "Search".
  23. ^ Productores de Música de España, Solo Exitos 1959–2002 Ano A Ano, 1ª ed., ISBN 84-8048-639-2.
  24. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  25. ^ (DE) Edelmetall, Schweizer Hitparade. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  26. ^ a b c d e f g h i j k l m U2 – The Best of 1980–1990, Australian-charts.com. URL consultato il 25 luglio 2011.
  27. ^ a b U2 - Chart history, Billboard. URL consultato il 19 ottobre 2013.
  28. ^ All the Number One Albums: 1998, Official Charts Company. URL consultato il 25 luglio 2011.