Tambre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo fiume spagnolo, vedi Tambre (fiume).
Tambre
comune
Tambre – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
ProvinciaProvincia di Belluno-Stemma.png Belluno
Amministrazione
SindacoOscar Facchin (lista civica) dal 28-5-2007 (3º mandato dal 12-6-2017)
Territorio
Coordinate46°08′N 12°25′E / 46.133333°N 12.416667°E46.133333; 12.416667 (Tambre)Coordinate: 46°08′N 12°25′E / 46.133333°N 12.416667°E46.133333; 12.416667 (Tambre)
Altitudine922 m s.l.m.
Superficie45,27 km²
Abitanti1 298[2] (31-12-2020)
Densità28,67 ab./km²
FrazioniAll'O, Benedet, Borsoi, Brolio, Broz, Buraci, Campon, Canaie, Cansiglio, Civit, Col Indes, Federa, Frassenei, Fullin, Lavina, Malolt, Micei, Moretti, Pianon, Pian Osteria, Sant'Anna, Scurzan, Soralavina, Tambruz, Valdenogher, Valmenera, Valturcana, Vivaio[1]
Comuni confinantiAlpago, Aviano (PN), Barcis (PN), Budoia (PN), Caneva (PN), Chies d'Alpago, Fregona (TV), Polcenigo (PN)
Altre informazioni
Cod. postale32010
Prefisso0437
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT025060
Cod. catastaleL040
TargaBL
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[3]
Cl. climaticazona F, 3 898 GG[4]
Nome abitantitambresi
Patronosanti Ermagora e Fortunato
Giorno festivo12 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Tambre
Tambre
Tambre – Mappa
Posizione del comune di Tambre nella provincia di Belluno
Sito istituzionale

Tambre è un comune italiano di 1 298 abitanti[2] della provincia di Belluno in Veneto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia di Tambre non è diversa da quella di altre comunità dell'Alpago ed è strettamente connessa alla limitrofa foresta del Cansiglio (il cosiddetto "Bosco dei Dogi" o "della Serenissima", come è stato significativamente chiamato per sottolinearne la funzione di riserva di legno della Repubblica di Venezia).

La parrocchia di Tambre venne istituita nel 1730, divenendo autonoma da quella più antica di Pieve d'Alpago, e l'attuale chiesa fu consacrata nel 1845.

Dedita soprattutto alla pastorizia, e in particolare all'allevamento del prelibato agnello d'Alpago, la comunità di Tambre si è progressivamente ingrandita nel corso degli ultimi secoli, fino a diventare, più di recente, un'apprezzata meta turistica.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa parrocchiale di Tambre, facente parte della diocesi di Belluno-Feltre, è un pregevole edificio ottocentesco intitolato ai santi Ermagora e Fortunato (martiri aquileiensi ed evangelizzatori dell'Alpago); essa è affiancata da un imponente campanile, simbolo del paese, e conserva al suo interno, fra le altre opere d'arte degne di nota, una Via Crucis realizzata dal pittore bellunese Paolo De Filippi.

Vicino a Tambre si trova il Giardino botanico alpino "Giangio Lorenzoni", che contiene oltre 700 specie vegetali del massiccio Cansiglio-Cavallo.

Nella frazione di Valdenogher si può visitare la cosiddetta "Casa dell'alchimista", un antico e affascinante edificio (ora museo), la cui storia e la cui funzione sono riconducibili alla misteriosa pratica dell'alchimia.

Nella frazione di Sant'Anna si trova la tanto caratteristica "Casa del libro", realizzata dallo scultore veneziano Livio de Marchi: si tratta di un'abitazione privata in legno dal design molto particolare, i cui elementi principali (le facciate, il tetto, il comignolo, la recinzione) riproducono oggetti e strumenti inerenti alla lettura e alla scrittura (libri, occhiali, matite).

Collocato a oltre 2000 metri s.l.m., il Rifugio Semenza rappresenta una meta imprescindibile per gli appassionati di escursioni alpinistiche.

Nei pressi di Col Indes si conservano i resti di un antico villaggio cimbro, custode silenzioso della vita rurale delle piccole comunità di origine celtico-germanica che per secoli hanno abitato gli altipiani alpini.

Il pittoresco abitato dei Micei, nell'omonima località, è un piccolo complesso di edifici rurali ottocenteschi, ormai abbandonati, che testimoniano la vocazione pastorale delle famiglie originarie del luogo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1813 1813 Angelo Masin Sindaco
1866 1870 Vincenzo Bona Sindaco
1870 1872 Giuseppe Donadon Sindaco
1873 1877 Girolamo Pianon Sindaco
1877 1877 Vincenzo Bona Assessore anziano
7 novembre 1877 26 settembre 1880 Vincenzo Bona Sindaco
5 novembre 1880 30 luglio 1899 Romano Bortoluzzi Sindaco
2 agosto 1899 Pellegrino Bona (Rosset) Sindaco (nomina subito annullata)
8 settembre 1899 24 aprile 1920 Francesco Bona Sindaco
1920 1920 Lorenzo Stiletto Commissario prefettizio
3 novembre 1920 15 marzo 1924 Domenico Bona Sindaco
19 marzo 1924 gennaio 1926 Renato Sardo Commissario prefettizio
11 giugno 1926 15 aprile 1935 Innocente Bona Podestà
maggio 1935 Angelo Mazzoran Podestà
6 agosto 1943 Marcellino Fullin Commissario prefettizio
13 aprile 1946 5 marzo 1949 Antonio Bona (Pistor) Sindaco
5 marzo 1949 15 luglio 1950 Antonio Rinaldo Sindaco
15 luglio 1950 16 giugno 1951 Giacomo Fullin Sindaco
16 giugno 1951 1960 Angelo Stiletto Sindaco
7 dicembre 1964 Santo Saviane Sindaco
7 dicembre 1964 14 luglio 1970 Egidio Fiori Sindaco
14 luglio 1970 14 luglio 1975 Sergio Saviane Sindaco
14 luglio 1975 8 luglio 1980 Sergio Saviane Sindaco
8 luglio 1980 11 giugno 1985 Marco Bortoluzzi Sindaco
11 giugno 1985 Marco Bortoluzzi Sindaco
1988 1989 Fiamma Spena Commissario prefettizio
22 aprile 1989 13 giugno 1994 Eugenio De Demo DC Sindaco [6]
13 giugno 1994 25 maggio 1998 Marco Bortoluzzi lista civica Sindaco [7]
25 maggio 1998 28 maggio 2002 Marco Bortoluzzi lista civica Alleanza per Tambre Sindaco [8]
28 maggio 2002 28 maggio 2007 Claudio Azzalini lista civica Rinascita Sindaco [9]
28 maggio 2007 7 maggio 2012 Oscar Facchin lista civica Progetto Tambre Sindaco [10]
7 maggio 2012 12 giugno 2017 Oscar Facchin lista civica Progetto Tambre Sindaco [11]
12 giugno 2017 in carica Oscar Facchin lista civica Progetto Tambre Sindaco [12]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Tambre - Statuto.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2020 (dato provvisorio).
  3. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  4. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Eletto il 19 marzo.
  7. ^ Eletto il 12 giugno.
  8. ^ Eletto il 24 maggio.
  9. ^ Eletto il 26 maggio.
  10. ^ Eletto il 27 maggio.
  11. ^ Eletto il 6 maggio.
  12. ^ Eletto l'11 giugno.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Veneto Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Veneto