Polcenigo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima famiglia, vedi Polcenigo (famiglia).
Polcenigo
comune
Polcenigo – Stemma
Polcenigo – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Friuli-Venezia Giulia-Stemma.png Friuli-Venezia Giulia
Provincia Provincia di Pordenone-Stemma.png Pordenone
Amministrazione
Sindaco Mario Della Toffola (Fratelli d'Italia) dal 23/4/2013
Territorio
Coordinate 46°02′00″N 12°30′00″E / 46.033333°N 12.5°E46.033333; 12.5 (Polcenigo)Coordinate: 46°02′00″N 12°30′00″E / 46.033333°N 12.5°E46.033333; 12.5 (Polcenigo)
Altitudine 42 m s.l.m.
Superficie 49,69 km²
Abitanti 3 237[1] (31-12-2010)
Densità 65,14 ab./km²
Frazioni Coltura, Gorgazzo, Mezzomonte, Range, San Giovanni
Comuni confinanti Budoia, Caneva, Fontanafredda, Tambre (BL)
Altre informazioni
Cod. postale 33070
Prefisso 0434
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 093031
Cod. catastale G780
Targa PN
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona E, 2 461 GG[2]
Nome abitanti polcenighesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Polcenigo
Polcenigo
Posizione del comune di Polcenigo nella provincia di Pordenone
Posizione del comune di Polcenigo nella provincia di Pordenone
Sito istituzionale

Polcenigo (Polcenic in friulano, Al Borc in dialetto locale[3]) è un comune italiano[4] di 3.259 abitanti della provincia di Pordenone in Friuli-Venezia Giulia e fa parte del Club Borghi più Belli d'Italia[5].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di Ognissanti o della Salute.
  • Chiesa di San Rocco.
  • Chiesa parrocchiale di San Giacomo (al suo interno custodisce un importante patrimonio artistico: una pala di E. Dall'Oglio, un coro ligneo ed un organo di Pescetti ed affreschi caratterizzati da influenze di Tommaso da Modena).
  • Chiesetta di San Floriano, sul colle omonimo.
  • Santuario della Santissima Trinità (frazione di Coltura).

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Castello di Polcenigo, Mez, Chiaradia, Polcenigo Furlan, tutelato dall'Istituto Regionale per le Ville Venete, e costruito su progetto di Matteo Lucchesi e su committenza di Ottavio Polcenigo nella metà del XVIII° secolo sui resti del precedente castello.
  • Il Palazzo Fullini-Zaia, settecentesca costruzione signorile con sale decorate a stucchi. Nel 1809 ospitò Eugenio di Beauharnais.
  • Il pittoresco centro storico di Polcenigo

Area archeologica[modifica | modifica wikitesto]

Luoghi naturali[modifica | modifica wikitesto]

  • La sorgente del Gorgazzo[6] e le acque della Livenza.

Musei[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Parco di San Floriano[7].

Musei[modifica | modifica wikitesto]

  • Museo dell'Arte Cucinaria

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • la Sagra dei sést, la manifestazione settembrina volta a ricordare l'antico artigianato delle ceste in vimini, giunco e rafia.[9]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio polcenighese è cablato in fibra ottica (ultra banda larga) Le attività produttive e le case private possono collegarsi in fibra con architettura FTTH ( fibre to the home).

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Gorgazzo è conosciuta per la sorgente locale posta a circa 50 metri sul livello del mare. Bella quanto pericolosa, immergendosi nelle sue profondità 9 sommozzatori hanno perso la vita, ed ora è vietata la balneazione. Il torrente Gorgazzo, dopo aver percorso pochi chilometri, si riversa nel fiume Livenza.


Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana.
  4. ^ http://www.comune.polcenigo.pn.it/hh/index.php.
  5. ^ Sito web http://www.borghitalia.it/, Ricerca Polcenigo.
  6. ^ Sito web http://www.altolivenza.eu. - luoghi-da-visitare - parchi-punti-naturalistici - sorgenti del Gorgazzo-Polcenigo..
  7. ^ http://www.parcosanfloriano.it/.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Sito web http://www.magicoveneto.it/Friuli/Livenza/Polcenigo-Sagra-dei-Sest.htm.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN241224928
Friuli-Venezia Giulia Portale Friuli-Venezia Giulia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Friuli-Venezia Giulia