Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Fanna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Fanna (disambigua).
Fanna
comune
Fanna – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia-Giulia-Stemma.svg Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaNon presente
Amministrazione
SindacoDemis Bottechia (Fanna Domani - Popolo della Libertà - Lega Nord) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate46°11′N 12°45′E / 46.183333°N 12.75°E46.183333; 12.75 (Fanna)Coordinate: 46°11′N 12°45′E / 46.183333°N 12.75°E46.183333; 12.75 (Fanna)
Altitudine274 m s.l.m.
Superficie10,26 km²
Abitanti1 540[1] (31-7-2017)
Densità150,1 ab./km²
FrazioniBorgo Sottila, Madonna di Strada
Comuni confinantiArba, Cavasso Nuovo, Frisanco, Maniago
Altre informazioni
Lingueitaliano e friulano
Cod. postale33092
Prefisso0427
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT093020
Cod. catastaleD487
TargaPN
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Cl. climaticazona E, 2 834 GG[2]
Nome abitantifannesi
(FUR) fanacui
Patronosan Martino
Giorno festivo11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fanna
Fanna
Fanna – Mappa
Posizione del comune di Fanna nella ex provincia di Pordenone
Sito istituzionale

Fanna (Fane in friulano standard, Fana in friulano occidentale[3], Faun in tedesco) è un comune italiano di 1 540 abitanti del Friuli-Venezia Giulia. Il suo territorio è interamente compreso nel Friuli storico. È conosciuta anche come il villaggio delle mele.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Fanna si trova a circa 274 m s.l.m. ed è collocata nell'alta pianura-prealpi carniche. A nord si trovano delle colline che creano il confine tra il comune del paese e quello di Frisanco. Queste tre colline sono divise dai due corsi d'acqua principali: il Manarin (da ovest) ed il Mizza (da est) che sfociano nel torrente Colvera all'estremo sud del comune. Altri ruscelli sono: il Rugo Storto ((FUR) Rûc stuart) ed il Ricciòli ((FUR) Riziol). Le principali vie di collegamento sono: nella periferia a sud la strada regionale 464, che porta a Spilimbergo, Sequals e verso ovest, a Maniago. Un'altra strada importante che passa internamente il paese è la strada provinciale 2, che porta a Maniago e ad est a Cavasso Nuovo e Meduno.

Il paese visto dalle verdi colline a nord

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

L'etimologia del nome Fanna secondo gli studi è legata alla voce "Bosco sacro" e sarebbe di origine celtica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Importante nota è il fatto che a Fanna fosse stanziato un ceppo della famiglia nobiliare Polcenigo. Col tempo poi avrebbero assunto il titolo di conti Polcenigo-Fanna.

Fino al 1873 Fanna era unita al vicino paese di Cavasso:[4] i rispettivi nomi delle località erano Fanna alta (Fana di sora) e Fanna bassa (Fana di sot), con sede amministrativa nell'attuale Fanna. In seguito Cavasso ottenne il distacco costituendosi in comune autonomo.

Durante la seconda guerra mondiale il paese è stato sede di un comando tedesco, ed era stata protetta con alcuni obici, dei cannoni 8,8 cm FlaK e qualche centinaio di soldati, che hanno combattuto contro i partigiani rifugiati a nord, nelle colline. A causa di questa batteria antiaerea il paese subì diversi bombardamenti.

Nel 1976 il comune fu devastato dal terremoto del Friuli, che provocò ingenti crolli e danni in gran parte dell'area, e morirono 989 persone. Nel solo comune di Fanna le vittime furono due. Come avvenne in molti altri paesi del Friuli, anche qui si costitui un nucleo di protezione civile per coordinare gli aiuti.

In tempi recenti il paese ha arricchito la segnaletica pubblica con numerose indicazioni in lingua friulana, a segnalare il sentimento di appartenenza alla regione storica.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro al Merito Civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al Merito Civile
«In occasione di un disastroso terremoto, con grande dignità, spirito di sacrificio ed impegno civile, affrontava la difficile opera di ricostruzione del tessuto abitativo, nonché della rinascita del proprio futuro sociale, morale ed economico. Splendido esempio di valore civico e d'alto senso del dovere, meritevole dell'ammirazione e della riconoscenza della Nazione tutta.»

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Nel comune sono presenti diverse chiese e santuari, quali la chiesa di San Martino, all'interno del paese, la chiesetta di San Silvestro, restaurata di recente e collocata vicino alla SP2, ed il magnifico santuario di Madonna di Strada, posto accessibile dalla SR464, sede di diversi eventi, come incontri, concerti e festività. Esistono inoltre diversi monumenti dedicati agli alpini caduti in guerra, uno visibile davanti al municipio, l'altro in località Madonna di strada. Inoltre non lontano dal comune, situati su una collina, sono presenti i resti del castello di Mizza, risalente al periodo dei castellieri.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

A Fanna, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza il friulano occidentale, una variante della lingua friulana. Nel territorio comunale vige la Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 29 "Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana"[6] e negli ultimi anni ha preso piede il dialetto veneto. Particolarmente ben delineata è la variante friulana occidentale di Fanna, che grazie a molti documenti letterari (in buona parte di Vittorio Cadel) si è potuta studiare e definire in modo più accurato rispetto ad altre località della destra Tagliamento. Una situazione simile è avvenuta sempre per il friulano occidentale a Casarsa della Delizia, ad opera di Pier Paolo Pasolini.

Cartello bilingue friulano - italiano

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Poiché a Fanna nel 1979 nacque l'omonimo Motoclub, il paese è stato per molti anni sede di numerose gare di enduro, alcune a livello interregionale. Gli eventi a cadenza annuale sono stati interrotti nel 2004 per poi essere ripresi nel 2015[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 luglio 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana.
  4. ^ Storia di Fanna, su prolocofanna.com. URL consultato il 21 agosto 2018.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ lista ufficiale Denominazioni ufficiali in Lingua Friulana, Arlef. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  7. ^ Documento ufficiale Federazione Motociclistica Italiana http://www.fmifriuliveneziagiulia.it/1/upload/rp_rmf04_del_11_e_12_07_2015_mc_fanna.pdf[collegamento interrotto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN234336297
Friuli-Venezia Giulia Portale Friuli-Venezia Giulia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Friuli-Venezia Giulia