Stefano Lo Russo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Stefano Lo Russo

Sindaco di Torino
In carica
Inizio mandato27 ottobre 2021
PredecessoreChiara Appendino

Sindaco metropolitano di Torino
In carica
Inizio mandato27 ottobre 2021
PredecessoreChiara Appendino

Dati generali
Partito politicoPartito Democratico (dal 2007)
in precedenza:
DL (2003-2007)
Titolo di studio
  • Laurea in scienze geologiche
  • Dottorato di ricerca in geoingegneria ambientale
Università
ProfessioneGeologo, docente universitario

Stefano Lo Russo (Torino, 15 ottobre 1975) è un politico e geologo italiano, sindaco di Torino e della città metropolitana dal 27 ottobre 2021.

Di padre pugliese di Bitonto e madre di Villafranca Piemonte, è sposato con Claudia Mandrile e ha una figlia di nome Beatrice[1].

Laureato all'università di Torino con lode in Scienze geologiche nel 1999, ha conseguito un dottorato in Geoingegneria ambientale presso il Politecnico di Torino nel 2004.

Attività politica

[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato l'attività politica nel 2003. Nel 2004 è stato nominato responsabile Università e Ricerca della Margherita del Piemonte e nel 2005 è diventato vice-segretario cittadino del medesimo partito a Torino. È entrato per la prima volta in consiglio comunale nel 2006, eletto nelle liste dell'Ulivo. Rieletto nel 2011 con il Partito Democratico, ha assunto quindi l’incarico di capogruppo[2]; nel 2013 è diventato assessore all'urbanistica nella giunta guidata da Piero Fassino[3]. Nel 2016, dopo la vittoria di Chiara Appendino del M5S, che ha segnato il termine di un periodo di 23 anni di amministrazione del centro-sinistra a Torino, è tornato a occupare il ruolo di capogruppo del Partito Democratico all'interno della Sala Rossa.[4]

Sindaco di Torino

[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2021, dopo aver vinto per 297 voti[5] le primarie del centro-sinistra[6] caratterizzate da una bassissima affluenza[7], si è candidato come sindaco della propria città in vista delle elezioni amministrative; a sostenerlo, oltre al PD, ci sono state la Lista Civica Lo Russo, Sinistra Ecologista, i Moderati, Torino Domani e Articolo Uno - PSI. Dopo aver ottenuto il 43,9% al primo turno[8], è stato eletto sindaco al ballottaggio del 18 ottobre con il 59,23% dei voti, sconfiggendo lo sfidante di centro-destra Paolo Damilano e riportando il centro-sinistra alla guida della città.[9] Con un alto tasso di astensione pari al 52% al primo turno e del 58% al ballottaggio, si tratta dell'elezione alla carica di sindaco con il dato di affluenza peggiore della storia di Torino.[10]

Il 25 ottobre 2021 ha presentato la giunta, composta dal sindaco, 5 assessori uomini e 6 donne[11]: Torino diventa così l'unica città a raggiungere la piena parità di genere nella giunta tra i capoluoghi andati al voto nell'ottobre 2021[12].

Il giorno successivo all'elezione ha dichiarato che Torino sarebbe rientrata nell'Osservatorio sulla Tav, da cui era uscita per decisione dell'Appendino.[13]

Lo Russo (quinto da sinistra) con la giunta comunale nel 2021

Uno dei primi atti della sua giunta è stata la proroga del provvedimento riguardante la sospensione della ZTL centrale a causa della situazione pandemica corrente. Tale azione ha scatenato le proteste di ambientalisti ed associazioni che si battono contro lo smog e per la qualità dell'aria e che ne chiedevano, invece, l'immediato ripristino[14].

Il 29 novembre 2021 il Consiglio Comunale ha approvato la prima variazione di bilancio della giunta Lo Russo. L'assestamento è segnato da riduzioni di spesa sul personale e sul welfare, tagli dovuti alla necessità di riallocare risorse per far fronte alla situazione dell'ente[15].

Il 6 dicembre 2021 il Consiglio Comunale ha approvato le linee programmatiche del sindaco, rigettando in blocco tutti gli emendamenti delle opposizioni che, per protesta, hanno abbandonato l'aula[16]. Le linee programmatiche del sindaco hanno incluso la rigenerazione urbana, i servizi di prossimità per i cittadini, politiche per il commercio, sicurezza sociale (in particolare per le opportunità per i giovani), il sistema trasporti (in particolare la linea 2 della metropolitana e mobilità ciclabile), politiche ambientali, ricerca e innovazione e sviluppo (in particolare riguardo ai fondi PNRR), il settore aerospaziale, lo sviluppo dei centri di innovazione tecnologica, la formazione universitaria e anche tecnica, il rafforzamento del settore medico territoriale (inclusa la realizzazione del Parco della Salute della Scienza e dell'Innovazione), il welfare, la qualità dell'edilizia scolastica e una particolare attenzione per il turismo.[17][18][19]

Nel mese di gennaio 2022 ha nominato Jacopo Suppo, sindaco di Condove ed esponente No-Tav, come proprio vicesindaco in Città Metropolitana[20].

Il 22 gennaio 2022 ha preso le distanze dal proprio assessore Jacopo Rosatelli, che aveva criticato le cariche della Polizia sui manifestanti davanti allo spazio Comala.[21] L'amministrazione modifica il progetto il cui iter ebbe inizio quando Lo Russo era assessore all'urbanistica[22], per preservare il centro Comala e le sue attività, trovando la soluzione per salvaguardare il centro giovanile[23].

Nomina due donne ai vertici dell'amministrazione cittadina (unico capoluogo di regione): Rosa Iovinella segretaria generale[24] a dicembre 2021 e il 23 gennaio 2022, ex art. 108 del TUEL, Alessandra Cimadom direttrice generale del Comune di Torino[25]. La nomina di Cimadom ha scatenato diverse reazioni, soprattutto per il suo passato come direttrice della pianificazione strategica in Manital Idea, azienda finita in amministrazione controllata[26]. Fra le più significative quella di alcuni ex lavoratori dell'azienda che hanno scritto una lettera aperta al sindaco, chiedendogli di tornare sui suoi passi, e quella di Federico Bellono della CGIL, che ha definito la nomina inopportuna e fatta con leggerezza istituzionale.[27][28]

Lo Russo nomina ai vertici di Amiat e GTT, rispettivamente Paola Bragantini[29], presidente, e Serena Lancione[30], AD.

Nel mese di giugno 2022 nomina il professore del Politecnico Bernardino Chiaia a capo di InfraTO[31].

Per poter attingere a un fondo straordinario istituito dal governo Draghi per i comuni sui cui conti grava un disavanzo di almeno 700€ pro capite, aumenta l'aliquota dell'addizionale comunale IRPEF[32]. Si tratta di un aumento graduale dell'aliquota, a partire dai 28.000 euro di reddito lordo annuo[33]. Per questo motivo chiede scusa ai cittadini torinesi[34]. Successivamente aumenta anche l'aliquota della Tari[35].

Il fondo straordinario ammonterà a 1,12 miliardi di euro in 20 anni ed è stato sottoscritto in Sala Rossa dal sindaco il 5 aprile del 2022 alla presenza del Presidente del Consiglio Mario Draghi. Le risorse ottenute con la stipula del Patto per Torino, dovrebbero dare all'amministrazione lo spazio di manovra necessario per intervenire sui conti pubblici, evitando il rischio dissesto[36][37].

Per ovviare ai disguidi all'anagrafe e ai lunghi tempi di attesa per il rilascio di carte d'identità, è stata aperta l'anagrafe comunale anche il sabato ed è stato istituito uno sportello dedicato a disabili e agli ultra 75enni[38][39][40]. Nell'aprile 2022 i disguidi vengono parzialmente risolti e l'attesa scende ad un mese e nell'Agosto 2022 si raggiunge lo smaltimento del 60% delle pratiche arretrate.[41][42]. Nel settembre 2022 annuncia la riapertura, per due giorni alla settimana e con orari ridotti, delle anagrafi decentrate dei quartieri della Falchera e Barriera di Milano[43][44], chiuse durante la precedente amministrazione e che vengono riaperte il 12 settembre 2022. Tale iniziativa genera il malcontento degli altri uffici anagrafici in città, che si sono visti trasferire il proprio personale nelle nuove sedi.[45] Nello stesso mese emerge che le prenotazioni non vengono più accettate per tre pomeriggi a settimana e alcune vengono dirottate su comuni distanti fino a 70 km da Torino[46].

Nel marzo 2022 interviene chiedendo all'Amiat, azienda comunale che si occupa della raccolta di rifiuti, una maggiore attenzione sul territorio e nella pulizia della città. In seguito alla sua sollecitazione, l'azienda assume 90 operatori ecologici destinati all'area urbana di Torino[47][48][49].

Nel mese di marzo 2022 annuncia la sospensione della registrazione all'anagrafe dei figli delle coppie omogenitoriali avviata da Chiara Appendino, causando l'irritazione delle associazioni Lgbt, che lo hanno accusato di mancare di coraggio.[50] Lo stop avviene a seguito di due pronunciamenti, uno del tribunale e uno della Corte d'Appello, e, stando alle dichiarazioni del sindaco, di una lettera inviata dal prefetto Ruberto, che lo porta a dover sospendere le trascrizioni[51][52]. Il deputato del Movimento 5 Stelle Davide Serritella, dopo un incontro col prefetto Ruberto, dichiara che quest'ultimo non ha mai ordinato al sindaco di interrompere le trascrizioni[53]. Lo Russo ribadisce di essere a favore della registrazione, ma di volere rimanere nei limiti della legalità, mentre auspica nuove leggi a protezione delle famiglie arcobaleno.[54]

Nel maggio 2022 firma il Piano integrato di sostegno alle persone senza fissa dimora, che prevede un investimento di circa 12 milioni e inaugura un nuovo approccio di assistenza alle persone senza fissa dimora che prevede posti letto, appartamenti condivisi, case di ospitalità del comune, servizi di assistenza socio sanitaria[55]. L'inverno 2022, tuttavia, è contrassegnato da un forte incremento dei senza fissa dimora in centro[56].

Nei primi mesi a Palazzo Civico, porta a conclusione un concorso bandito ma non sviluppato dalla precedente amministrazione assumendo 200 dipendenti a tempo indeterminato[57]. Proseguendo nella politica assunzione e riorganizzazione, nel settembre 2022 poi il Comune pubblica sei bandi di concorso, per la selezione complessiva di 129 posti[58]. Sempre nei primi mesi di amministrazione, incontra i ministri Luigi di Maio, Dario Franceschini, Daniele Franco[59] e Marta Cartabia[60].

Sotto la sua amministrazione, nel giugno 2022, Torino vince la call 100 climate - neutral cities by 2030 - by and for citizens ed è inserita dalla Commissione Europea tra le nove città italiane (Bergamo, Bologna, Firenze, Milano, Padova, Parma, Prato, Roma le altre) che si impegneranno a diminuire le emissioni entro il 2030, diventando anche una Mission City, ovvero un hub di sperimentazione e innovazione in ambito climatico[61].

Nel maggio del 2022 Lo Russo accoglie i Ministri degli Affari Esteri dei 46 Stati membri del Consiglio d'Europa, che tengono a Torino la sessione annuale[62], presieduta dal Ministro degli Esteri Luigi di Maio[63].

Nel giugno 2022 incontra il ministro Daniele Franco insieme al Presidente della Regione Piemonte Cirio, raggiungendo un'intesa per l'avvio formale del centro di ricerca per l'intelligenza artificiale di Torino, progetto assegnato tramite una legge pubblicata in Gazzetta Ufficiale dal Governo Conte II durante l'amministrazione Appendino[64][65].

Tra le prime nomine ai vertici delle partecipate del Comune, il sindaco sceglie diversi esponenti del Partito Democartico.[66]. Al vertice di FCT Holding, viene nominato Luca Cassiani, ex consigliere comunale e regionale. Alla presidenza di Amiat Paola Bragantini, già deputata del PD. Alle Farmacie Comunali, Giacchino Cuntrò, tesoriere del partito. Una scelta che il sindaco rivendica ma che suscita l'indignazione dell'opposizione[66].

Nell'aprile 2022 nomina Mathieu Jouvin, già vicedirettore del Théâtre des Champs-Elysées e scelto attraverso un bando pubblico, nuovo sovrintendente del Teatro Regio.[67]

Nel luglio 2022 nomina il commercialista Di Russo al vertice del collegio di revisione di SMAT, partecipata del Comune. La nomina viene contestata dal Movimento 5 Stelle in quanto Di Russo risulta partner professionale dell'assessora alle partecipate Gabriella Nardelli[68][69].

La città di Torino ottiene dal governo lo stanziamento di 2,8 miliardi di euro come parte del PNNR.[70] Gli interventi prevedono un forte investimento nella mobilità e nel turismo, includendo il prolungamento della Metro 1 e la costruzione della linea Metro 2. Inoltre i progetti includono cinque interventi all'interno del Parco del Valentino con il recupero del Teatro Nuovo e di Torino Esposizioni, destinato a ospitare la nuova biblioteca civica e che vale oltre 100 milioni. Un'altra area d'investimento è la rigenerazione urbana con oltre 330 milioni, tra cui il piano urbano integrato Torino metropoli aumentata. Abitare il territorio (81 interventi, 36 a Torino e 45 nella Città metropolitana). Con un valore di oltre 110 milioni vi è anche il capitolo per l'inclusione sociale, con rafforzamento dei servizi per le famiglie in difficoltà e nuove soluzioni abitative. Altri capitoli includono digitalizzazione, scuola, transizione ecologica, capacità amministrativa e tutela del territorio rappresentano. 79 milioni verranno dedicati alla costruzione o ammodernamento degli impianti della gestione rifiuti e di verde pubblico per contrastare il cambiamento climatico e promuovere l'economia circolare in città.[70][71][72]

A seguito del superamento con esito positivo dell'istruttoria condotta dal Dipartimento per lo sport, la città di Torino ottiene 11,5 milioni di fondi del PNRR, nell'ambito del bando "Sport e inclusione sociale", per creare la "Cittadella dello sport e dell'educazione ambientale" nel parco del Meisino e per la riqualificazione e rigenerazione degli edifici esistenti nell'area dell'ex galoppatoio militare.[73]

Nel luglio 2022 sottoscrive con Iren un piano di riqualificazione impiantistica ed efficientamento energetico, accordo del valore di 110 milioni di euro[74], coperti dall'azienda, per riqualificare 800 edifici del Comune di Torino entro fine 2029, rendendoli più efficienti sul piano energetico: operazione che ha lo scopo di far risparmiare alla città il 33% rispetto ai consumi elettrici e termici calcolati al momento dell'accordo.

A luglio del 2022 inoltre firma il protocollo d'intesa con la Compagnia di San Paolo, ottenendo 64 milioni di euro[75] destinati a progetti riguardanti la transizione digitale della macchina comunale, progetti educativi, interventi a favore di enti culturali e agenzie (Fondazione Torino Musei, Fondazione Teatro Regio, Fondazione Teatro Stabile, Urban Lab). Contestualmente sigla il Memorandum of understanding a sostegno della «Città dell'Educazione» che prevede interventi nel contrasto al fenomeno della denatalità, della cura e dell'educazione dei bambini da 0 a 6 anni e la promozione di opportunità educative e formative per bambini e ragazzi.

Insieme al presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, a luglio 2022, presenta la candidatura di Torino a ospitare la sede dell'Authority europea dell'antiriciclaggio, entrando nel comitato promotore dell'iniziativa in qualità di vicepresidente[76].

Nel settembre 2022 incontra i vertici di Stellantis, firmando un documento di intenti che segna le tappe successive del percorso di impegno reciproco che coinvolge il Gruppo, la Città e la Regione iniziato nei mesi precedenti[77]: Carlos Tavares, amministratore delegato del gruppo, annuncia investimenti strategici a Torino e in Piemonte per la realizzazione a Mirafiori di una nuova piattaforma dedicata alle trasmissioni elettrificate e l’insediamento del primo centro europeo del Gruppo dedicato all’economia circolare.[78][79]

L'estate 2022 è caratterizzata da una serie di grandi eventi che si svolgono a Torino e che l'amministrazione supporta come Eurovision Song Contest, con la creazione dell'Eurovillage, area concerti ed eventi situata al parco del Valentino[80] e la XXXIV edizione del Salone del libro (la più partecipata della kermesse letteraria con oltre 160 mila presenze)[81].

Lo Russo ripristina inoltre la tradizione dei fuochi di San Giovanni in occasione della festa del patrono della città il 24 giugno, sospesa dalla precedente amministrazione (a favore di uno show realizzato con i droni che aveva portato in centro centomila persone, nonostante gli accessi contingentati all'area dello spettacolo[82]) , promuovendo uno spettacolo pirotecnico a basso impatto ambientale[83]. La manifestazione scatena la protesta delle associazioni animaliste, impegnate a sensibilizzare l'opinione pubblica sui danni causati agli animali dal rumore dei prodotti pirotecnici.[84][85].

Nel mese di ottobre 2022, da un sondaggio effettuato da La Stampa fra i propri lettori a un anno di distanza dalle elezioni, il 41% di essi dichiara che Torino "è peggiorata" e un altro 41% risponde che è migliorata "non molto" o "per nulla"[86].

A un anno di distanza dall'insediamento del Sindaco, la Città Metropolitana di Torino perde 35 posizioni nella classifica della qualità della vita pubblicata da Italia Oggi e elaborata dall'Università La Sapienza, passando dalla 19ª alla 54ª posizione[87][88]. Lo stesso trend negativo viene rilevato nella classifica del Sole 24 ore, dove Torino arretra di 9 posizioni rispetto al 2021, posizionandosi 40º in Italia[89][90].

In seguito alla nevicata di 5–10 cm del 15 dicembre 2022 che ha mandato completamente in tilt la città pur essendo prevista, sorgono polemiche per le modalità di gestione dell'emergenza[91]. Il giorno successivo, in conferenza stampa, Lo Russo attribuisce le responsabilità del caos al Piano Neve 2021-2022, sviluppato della precedente amministrazione di Chiara Appendino e poi approvato anche dalla giunta Lo Russo[92][93]. Data l'insufficienza di tale Piano, dichiara di volerlo rivedere.[94]

Il 31 dicembre, dopo alcuni anni di stop dovuti anche alla pandemia l'amministrazione riporta in piazza il concerto di Capodanno, a cui partecipano Subsonica, Willie Peyote, Eugenio in Via Di Gioia, Beba, Ginevra, Canta Fino a Dieci.[95]

Attività universitaria

[modifica | modifica wikitesto]

Al Politecnico è stato ricercatore universitario dal 2007, professore associato dal 2014, diventando professore ordinario di geologia applicata nel 2017, all'età di 42 anni, presso il Dipartimento di Ingegneria dell'Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico di Torino Idrogeologia[96]. È membro della International Association of Hydrogeologists, della European Geosciences Union, dell'Associazione Italiana di Geologia Applicata e fu co-fondatore di EST (Energy Security and Transition Lab) presso l'Energy Center del Politecnico di Torino e componente del Comitato Scientifico dell'Associazione GEAM. Per il Politecnico, è il referente del Rettore per le relazioni con la Federazione Russa, dove è Visiting Professor presso l'Università politecnica di San Pietroburgo, la Gubkin Russian State University of Oil and Gas di Mosca, e l'Istituto statale di Mosca per le relazioni internazionali. La sua ricerca scientifica si concentra sui sistemi geotermici a bassa entalpia e sui problemi idrogeologici legati alle risorse idriche sotterranee. Si occupa inoltre di mappatura geologica, fotointerpretazione digitale e telerilevamento, l'analisi di caduta massi e la loro prevenzione, di sicurezza e di transizione energetica, lo studio delle deformazioni gravitazionali profonde di versante (DSGSD), le materie prime e la sostenibilità nelle attività estrattive.[97][98][99]

Viene nominato commissario per l'abilitazione scientifica nazionale nel biennio 2021-2023, ruolo destinato esclusivamente ai professori ordinari che hanno indici bibliometrici delle loro pubblicazioni superiori al valore mediano nel settore di riferimento[100].

Cattedre sponsor

[modifica | modifica wikitesto]

La cattedra di Lo Russo venne bandita nel 2006 grazie ai fondi dell'azienda Fonti di Vinadio, suscitando un certo malumore in Ateneo. In primis, perché il meccanismo delle "cattedre sponsor" consentiva di eludere la consueta pianificazione delle cattedre, costituendo per Lo Russo un vantaggio in termini di carriera; in secondo luogo per la posizione di Lo Russo, già militante politico ben inserito nelle istituzioni cittadine e delegato della Regione Piemonte presso il Senato del Politecnico stesso, e, per ultimo, per l'esito del finanziamento di Fonti di Vinadio, che risultò scoperto a seguito del fallimento dell'azienda, costringendo il Politecnico a tagliare su altre cattedre per coprirne i costi[101].

Progetti di ricerca commerciali

[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2015 al 2017 è stato responsabile scientifico del progetto di ricerca "Valorizzazione risorse geotermiche Tunnel di base del nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione" finanziato tramite contratto commerciale da LTF s.a.s. - Lyon Turin Ferroviaire, la società incaricata di promuovere il tratto transfrontaliero della Torino-Lione, poi divenuta T.E.L.T.[102].

Vicende giudiziarie

[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º ottobre 2019 viene iscritto nel registro degli indagati per falso dalla procura della Repubblica di Torino nell'ambito dell'inchiesta sui servizi cimiteriali torinesi, in quanto ex assessore titolare della delega in questione,[103] ma le ipotesi di reato a suo carico vengono archiviate nel gennaio del 2021 su richiesta della stessa procura perché il fatto non costituisce reato.[104]

  1. ^ Ballottaggio Torino, Stefano Lo Russo: "Tifo per la Juve, ma la figura chiave della mia vita è stato un prete del Toro", su torino.repubblica.it.
  2. ^ Sarà Stefano Lo Russo il capogruppo del Pd in Sala Rossa torinotoday.it
  3. ^ GIUNTA FASSINO: LE NUOVE NOMINE. MANGONE NUOVO ASSESSORE AL COMMERCIO ascomtorino.it
  4. ^ CITTÀ DI TORINO – STEFANO LO RUSSO CAPOGRUPPO PD IN COMUNE partitodemocraticotorino.it
  5. ^ Primarie centrosinistra a Torino: Lo Russo vince di neanche 300 voti, Tresso sfiora l'impresa. Affluenza flop: solo 11 mila votanti lastampa.it
  6. ^ Primarie flop del centrosinistra, vittoria mutilata per Lo Russo, su lospiffero.com.
  7. ^ Torino, flop alle primarie del centrosinistra: meno di 12mila ai gazebo. Vince il dem Stefano Lo Russo, su tpi.it.
  8. ^ Elezioni a Torino: Lo Russo il più votato, ma il centrodestra recupera nelle zone benestanti youtrend.it
  9. ^ Lo Russo nuovo sindaco di Torino: "Da tanti anni il centrosinistra non era così unito". Lo sconfitto Damilano: "La città non ha voluto lottare" repubblica.it
  10. ^ Torino: affluenza al 48%, il dato peggiore della storia, su ansa.it.
  11. ^ Federico Dagostino, Presentata la Giunta: giovedì la prima riunione – CittAgorà, su comune.torino.it. URL consultato il 27 ottobre 2021.
  12. ^ L'equilibrio di genere nelle giunte delle grandi città andate al voto, su Openpolis. URL consultato il 15 settembre 2022.
  13. ^ Lo Russo: “Torino rientrerà nell’Osservatorio sulla Tav", su quotidianopiemontese.it.
  14. ^ Niente Ztl in centro a Torino: Lo Russo prolunga lo stop, su lastampa.it.
  15. ^ Bilancio, approvata variazione: meno risorse per personale e anziani, crescono i canoni per l’istallazione di ponteggi, su nuovasocieta.it.
  16. ^ "Il Pd ci mette il bavaglio", l'opposizione lascia l'Aula, su lospiffero.com.
  17. ^ Il sindaco di Torino Stefano Lo Russo ha presentato le linee programmatiche 2021-2026, su Torino Free, 7 dicembre 2021. URL consultato il 20 gennaio 2022.
  18. ^ La Sala Rossa approva le linee programmatiche 2021/26, su Nuova Società, 13 dicembre 2021. URL consultato il 20 gennaio 2022.
  19. ^ Claudio Raffaelli, Le linee programmatiche 2021-26 presentate in Sala Rossa – CittAgorà, su comune.torino.it. URL consultato il 20 gennaio 2022.
  20. ^ Città metropolitana, Lo Russo sceglie un No Tav come vice, su lastampa.it.
  21. ^ Lo Russo sugli scontri: «Le parole di Rosatelli non ci rappresentano», su torino.corriere.it.
  22. ^ VIA LIBERA AL CENTRO CONGRESSI SULL’AREA EX WESTINGHOUSE, su comune.torino.it.
  23. ^ Ex Westinghouse, Lo Russo: "I tecnici stanno valutando soluzioni alternative per non cancellare Comala", su lastampa.it, 22 novembre 2021. URL consultato il 24 agosto 2022.
  24. ^ Gabriele Guccione, Rosa Iovinella, per la prima volta una donna segretaria generale della Città, su Corriere della Sera, 29 dicembre 2021. URL consultato il 24 agosto 2022.
  25. ^ Lo Russo ha scelto una manager per riorganizzare la macchina comunale, su lastampa.it.
  26. ^ Cimadom direttore generale del Comune di Torino, i dubbi di Ambrogio: "È il profilo più indicato?", su torinoggi.it.
  27. ^ Ex dipendenti Manital chiedono a Lo Russo di tornare indietro sulla nomina della Cimadon: "Scelta inopportuna", su torinoggi.it.
  28. ^ Cimadom nominata direttrice a Torino «Scelta inopportuna», su lasentinella.gelocal.it.
  29. ^ Torino: Bragantini presidente Amiat, Farmacie a Cuntrò - Piemonte, su Agenzia ANSA, 29 aprile 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  30. ^ Nuovo giro di nomine, l'a.d. di Gtt sarà Serena Lancione, su RaiNews. URL consultato il 24 agosto 2022.
  31. ^ Gtt e InfraTo, nuova tornata di nomine per Lo Russo: manager privati, politici navigati e fedelissimi, su La Stampa, 22 giugno 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  32. ^ Gli aiuti del governo alle grandi città indebitate, su ilpost.it.
  33. ^ Il Pd è tornato al governo, più tasse per i torinesi, su lospiffero.com.
  34. ^ Lo Russo: “Chiedo scusa ai torinesi, ma l’aumento dell’Irpef è da fare”, su lastampa.it.
  35. ^ Dopo l'Irpef il Comune aumenta anche la Tari: più 0,45%. "Necessario per stare nei costi", su torino.repubblica.it.
  36. ^ Lo Russo: “Sapremo essere all’altezza del patto per Torino. Priorità lavoro e servizi”, su La Stampa, 6 aprile 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  37. ^ Draghi firma il Patto per Torino, oltre 1 miliardo in 20 anni, su Il Sole 24 ORE, 5 aprile 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  38. ^ Cinque mesi per una carta d’identità: i più penalizzati vivono a Torino Nord, su La Stampa, 2 ottobre 2021. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  39. ^ All’Anagrafe centrale di Torino aprirà uno Sportello “Priorità” riservato ad anziani, fragili, disabili e donne incinte, su Quotidiano Piemontese, 15 febbraio 2022. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  40. ^ (EN) Torino: anagrafe, a marzo primo sportello disabili e over 75, su Lo Spiffero. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  41. ^ A Torino l'anagrafe ritorna a lavorare con ritmi serrati : per la carta d'identità l'attesa è di un mese, su Quotidiano Piemontese, 28 aprile 2022. URL consultato il 23 maggio 2022.
  42. ^ Carta d’identità, ora servono 40 giorni: smaltito il 60% dell’arretrato ma le code non sono sparite, su La Stampa, 6 agosto 2022. URL consultato il 15 agosto 2022.
  43. ^ Riaprono le anagrafi decentrare di Falchera e Barriera di Milano a Torino, su La Stampa, 6 settembre 2022. URL consultato il 7 settembre 2022.
  44. ^ Anagrafe Torino, dal 12 settembre riaprono le sedi decentrate di piazza Astengo e via Leoncavallo, su Torino Oggi, 6 settembre 2022. URL consultato il 7 settembre 2022.
  45. ^ Anagrafe, il personale della Circoscrizione 5 allo stremo: “Sotto organico e prestati alle altre sedi”, su torinoggi.it.
  46. ^ Vuoi la carta d'identità? Il sistema anagrafico smista l'utenza anche a 70 km di distanza, su lastampa.it.
  47. ^ Torino città sporca, ultimatum del sindaco ad Amiat: “Assumete 100 spazzini”, su La Stampa, 17 marzo 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  48. ^ La carica degli spazzini per ripulire Torino: Amiat ne aggiunge altri 90, pulizia anche al pomeriggio, su La Stampa, 4 agosto 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  49. ^ Gabriele Guccione, Amiat, in arrivo 90 nuovi spazzini, su Corriere della Sera, 16 maggio 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  50. ^ “Poco coraggio sui diritti”: Lo Russo finisce nel mirino delle coppie arcobaleno, su lastampa.it.
  51. ^ Figli coppie omogenitoriali, Lo Russo: "Prefetto ci impedisce di proseguire con le trascrizioni", su ansa.it.
  52. ^ Torino, il prefetto scrive al sindaco: ferma le registrazioni di figli di coppie omogenitoriali, su la Repubblica, 23 marzo 2022. URL consultato il 12 settembre 2022.
  53. ^ Sfida M5S a Lo Russo sulle famiglie arcobaleno: “Il prefetto non gli ha mai ordinato di fermare le trascrizioni dei bambini”, su lastampa.it.
  54. ^ Figli di coppie gay, Lo Russo: “Serve una legge”. A Torino stop alle iscrizioni all’anagrafe degli omogenitori, su La Stampa, 4 luglio 2022. URL consultato il 15 agosto 2022.
  55. ^ Piano integrato sostegno persone senza fissa dimora, su interno.gov.it.
  56. ^ È emergenza freddo ma il centro di Torino è un dormitorio a cielo aperto, su rainews.it.
  57. ^ Torino: in Comune da oggi 200 assunti, 42 vanno all'Anagrafe - Piemonte, su Agenzia ANSA, 7 luglio 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  58. ^ Sky TG24, Comune di Torino pubblica 6 concorsi, 129 i posti totali, su tg24.sky.it. URL consultato il 7 settembre 2022.
  59. ^ Gabriele Guccione, Lo Russo, missione romana fra PalaNervi, Ucraina e debito, su Corriere della Sera, 3 luglio 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  60. ^ La ministra Cartabia al carcere di Torino dopo l'inchiesta sulle torture, su La Stampa, 11 marzo 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  61. ^ Neutralità climatica, nove le città italiane selezionate per partecipare alla Missione europea – RESEARCHITALY, su researchitaly.mur.gov.it. URL consultato il 24 agosto 2022.
  62. ^ I Ministri degli Affari Esteri si riuniscono a Torino per discutere delle misure da prendere in seguito all'aggressione dell'Ucraina da parte della Russia, su www.coe.int. URL consultato il 24 agosto 2022.
  63. ^ Arrivano i ministri degli Esteri, il Consiglio d'Europa si prende il centro di Torino. Domani il summit si sposta a Venaria, su La Stampa, 19 maggio 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  64. ^ A Torino la sede dell’I3A, istituto per l’intelligenza artificiale, su ilsole24ore.com.
  65. ^ Appendino: «Torino ha perso I3A? Governo smentisca o colpo ferale per la città», su torino.corriere.it.
  66. ^ a b "Il Comune un poltronificio per politici trombati", sulle nomine di Lo Russo scoppia la polemica, su torinotoday.it.
  67. ^ Mathieu Jouvin è il nuovo sovrintendente del Regio, su lastampa.it, 1º aprile 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  68. ^ Politici trombati e filiere d'affari, così Lo Russo paga le "cambiali", su lospiffero.com.
  69. ^ Lo Russo nomina il collega dell’assessora, il M5s: superato ogni limite, su lastampa.it.
  70. ^ a b Filomena Greco, A Torino 2,8 miliardi per mobilità e infrastrutture: faro sulle metro, su Il Sole 24 ORE, 15 luglio 2022. URL consultato il 16 agosto 2022.
  71. ^ Pnrr, Lo Russo conferma il rischio di perdere i finanziamenti, su La Stampa, 26 luglio 2022. URL consultato il 16 agosto 2022.
  72. ^ 158 milioni per il Parco del Valentino. Lavori entro 2026, compreso il Po navigabile, su RaiNews. URL consultato il 16 agosto 2022.
  73. ^ Al parco del Meisino nascerà una Cittadella dello Sport, su La Stampa, 9 agosto 2022. URL consultato il 21 agosto 2022.
  74. ^ Andrea Sparaciari, Comune-Iren: accordo da 110 milioni per riqualificare 800 edifici, su MetroNews, 6 luglio 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  75. ^ Floriana Rullo, Progetti su cultura e pianeta, a Torino 64 milioni di euro dalla Compagnia di San Paolo, su Corriere della Sera, 18 luglio 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  76. ^ Christian Benna, Authority europea antiriciclaggio, Torino scende in campo, su Corriere della Sera, 13 luglio 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  77. ^ Stellantis: Cirio: "L'accordo per Mirafiori frutto lavoro comune con il sindaco Lo Russo", su Torino Oggi, 10 ottobre 2022. URL consultato l'11 ottobre 2022.
  78. ^ Stellantis, Lo Russo dopo l'incontro con Tavares: "Investimento Torino importante" - Economia, 20 settembre 2022. URL consultato l'11 ottobre 2022.
  79. ^ Stellantis, Lo Russo dopo l'incontro con Tavares: "Investimento Torino importante" - Il Sole 24 ORE, in Il Sole 24 ORE, 20 settembre 2022. URL consultato l'11 ottobre 2022.
  80. ^ Sky TG24, Eurovision, il sindaco Lo Russo: 'Segna un nuovo inizio per Torino', su tg24.sky.it. URL consultato il 24 agosto 2022.
  81. ^ Salone Libro: Lo Russo, sia messaggio di fiducia nel futuro - Salone del libro, su ANSA.it, 19 maggio 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  82. ^ San Giovanni, lo spettacolo dei droni luminosi sarà a numero chiuso, su TorinoToday. URL consultato il 6 dicembre 2022.
  83. ^ San Giovanni, tornano i fuochi d'artificio. Lo Russo: "Lavoriamo per limitare i decibel", su la Repubblica, 22 aprile 2022. URL consultato il 24 agosto 2022.
  84. ^ Animalisti contro il comune: i botti di San Giovanni si sono sentiti in tutta Torino, su quotidianopiemontese.it.
  85. ^ Protestano gli animalisti per i fuochi artificiali di San Giovanni, su rainews.it.
  86. ^ Un anno in retromarcia per il sindaco, per il 41% dei lettori Torino è peggiorata, su lastampa.it.
  87. ^ Qualità della vita, tonfo Torino: scende da 19 a 54esima, su torino.corriere.it.
  88. ^ Qualità della vita 2022, a Trento la vita è bella, su italiaoggi.it.
  89. ^ Qualità della vita 2022, Torino perde posizioni: quali sono le città dove si vive meglio (o peggio) in Italia, su torinotoday.it.
  90. ^ Peggiora la qualità della vita a Torino: 9 posizioni perse nella classifica del Sole 24 Ore, su lastampa.it.
  91. ^ Torino in tilt per pochi centimetri di neve, mezzi bloccati e caos viabilità: polemiche e proteste, su fanpage.it.
  92. ^ Caos neve a Torino, Lo Russo dà la colpa alla precedente amministrazione. L’ex sindaca Appendino: “Patetico scaricabarile”, su ilfattoquotidiano.it.
  93. ^ Palle di neve: Torino in tilt, Il sindaco Lo Russo se la prende con Appendino, su lastampa.it.
  94. ^ Redazione QP, Lo Russo: il piano neve di Torino non ha funzionato, lo cambieremo, su Quotidiano Piemontese, 16 dicembre 2022. URL consultato il 22 dicembre 2022.
  95. ^ Capodanno a Torino, tanti giovani al concerto in piazza Castello - Spettacolo, 1º gennaio 2023. URL consultato il 7 luglio 2023.
  96. ^ Chi è Stefano Lo Russo, nuovo sindaco di Torino: il "secchione" che ha battuto Damilano ilriformista.it
  97. ^ (EN) DIATI - STEFANO LO RUSSO, su DIATI. URL consultato l'11 novembre 2021.
  98. ^ Alessio Coppola, Chi è Stefano Lo Russo: sindaco di Torino, geologo e arbitro, su True News., 18 ottobre 2021. URL consultato l'11 novembre 2021.
  99. ^ (EN) Stefano Lo Russo, new mayor of Turin: from Itis to the Polytechnic, portrait of the nerd who has listened to citizens with his chair, su Italy24 News English, 18 ottobre 2021. URL consultato l'11 novembre 2021 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2021).
  100. ^ ASN | Abilitazione Scientifica Nazionale, su abilitazione.miur.it. URL consultato il 24 agosto 2022.
  101. ^ Scoppia la lite al Poli sulle cattedre con sponsor - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  102. ^ Progetti di ricerca, su diati.polito.it.
  103. ^ Cimiteri di Torino: gli assessori di Fassino Lo Russo, Passoni e Tedesco indagati, su nuovasocieta.it.
  104. ^ Cimiteri, pietra tombale sull'inchiesta: archiviati Lo Russo, Passoni e Tedesco, su lospiffero.com.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sindaco di Torino Successore
Chiara Appendino dal 27 ottobre 2021 in carica

Predecessore Sindaco metropolitano di Torino Successore
Chiara Appendino dal 27 ottobre 2021 in carica