Stefano Lo Russo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Lo Russo
Stefano Lo Russo 2021 (less cropped).jpg

Sindaco di Torino
In carica
Inizio mandato 27 ottobre 2021
Predecessore Chiara Appendino

Sindaco metropolitano di Torino
In carica
Inizio mandato 27 ottobre 2021
Predecessore Chiara Appendino

Dati generali
Partito politico DL (2003-2007)
PD (dal 2007)
Titolo di studio Laurea in scienze geologiche
Università Università degli Studi di Torino (Laurea)
Politecnico di Torino (PhD)
Professione Docente universitario di geologia applicata

Stefano Lo Russo (Torino, 15 ottobre 1975) è un politico e geologo italiano, sindaco di Torino e della città metropolitana dal 27 ottobre 2021.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Di padre foggiano e madre di Villafranca Piemonte, è cresciuto nel quartiere Santa Rita. Laureato con lode in Scienze Geologiche nel 1999, ha conseguito un dottorato in Geoingegneria Ambientale presso il Politecnico di Torino nel 2004. Al Politecnico è stato ricercatore universitario dal 2007 al 2014 e Professore Associato dal 2014 al 2017 Professore ordinario di geologia applicata presso il Politecnico di Torino[1], inizia l'attività politica nel 2003. Nel 2004 è nominato responsabile Università e Ricerca della Margherita del Piemonte, mentre nel 2005 diventa vice-segretario cittadino del medesimo partito a Torino. Entra per la prima volta in consiglio comunale nel 2006, eletto nelle liste dell'Ulivo. Rieletto nel 2011 con il Partito Democratico, assume quindi l’incarico di capogruppo[2]; nel 2013 diventa assessore all'urbanistica nella giunta guidata da Piero Fassino[3] Nel 2016, dopo la vittoria di Chiara Appendino, torna a occupare il ruolo di capogruppo del Partito Democratico all'interno della Sala Rossa.[4]

Lo Russo con la giunta comunale nel 2021.

Sindaco di Torino[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2021, dopo aver vinto le primarie interne al centro-sinistra[5], si candida come sindaco della propria città in vista delle elezioni amministrative; a sostenerlo oltre al PD ci sono la Lista Civica Lo Russo, Sinistra Ecologista, i Moderati, Torino Domani e Articolo Uno - PSI. Dopo aver ottenuto il 43,9% al primo turno[6], viene eletto al ballottaggio del 18 ottobre con il 59,23% dei voti contro lo sfidante di centro-destra Paolo Damilano.[7]

Con un tasso di astensione pari al 52% al primo turno e del 58% al ballottaggio, si tratta dell'elezione alla carica di sindaco con il dato di affluenza peggiore della storia della città di Torino[8].

Il 25 ottobre 2021 presenta la giunta, che risulta composta dal sindaco, 6 assessori uomini e 6 donne.[9]

Uno dei primi atti della sua giunta è la proroga, nonostante l'aumento dei livelli di smog rispetto al 2019[10], del provvedimento adottato dalla giunta Appendino riguardante la sospensione della ZTL centrale a causa della situazione pandemica corrente. Tale azione scatena le proteste di ambientalisti ed associazioni che si battono contro lo smog e per la qualità dell'aria che ne chiedevano, invece, l'immediato ripristino[11].

Il giorno successivo all'elezione dichiara che Torino rientrerà nell'Osservatorio sulla Tav da cui la città di Torino era uscita per decisione di Appendino.[12]

Attività universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Lo Russo è professore ordinario di Geologia Applicata presso il Dipartimento di Ingegneria dell'Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico di Torino Idrogeologia. È membro della International Association of Hydrogeologists, della European Geosciences Union, dell'Associazione Italiana di Geologia Applicata e fu co-fondatore di EST (Energy Security and Transition Lab) presso l'Energy Center del Politecnico di Torino e componente del Comitato Scientifico dell'Associazione GEAM. Per il politecnico, è il referente del Rettore per le relazioni con la Federazione Russa, dove è Visiting Professor presso l'Università politecnica di San Pietroburgo, la Gubkin Russian State University of Oil and Gas di Mosca, e l'Istituto statale di Mosca per le relazioni internazionali. La sua ricerca scientifica si concentra \sui sistemi geotermici a bassa entalpia e sui problemi idrogeologici legati alle risorse idriche sotterranee. Si occupa inoltre di mappatura geologica, fotointerpretazione digitale e telerilevamento, l'analisi di caduta massi e la loro prevenzione, di sicurezza e di transizione energetica, lo studio delle deformazioni gravitazionali profonde di versante (DSGSD), le materie prime e la sostenibilità nelle attività estrattive.[13][14][15]

Cattedre sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La cattedra di Lo Russo venne bandita nel 2006 grazie ai fondi dell'azienda Fonti di Vinadio, suscitando un certo malumore in Ateneo. In primis, perché il meccanismo delle "cattedre sponsor" consentiva di eludere la consueta pianificazione delle cattedre, costituendo per Lo Russo un vantaggio in termini di carriera; in secondo luogo per la posizione di Lo Russo, già militante politico ben inserito nelle istituzioni cittadine e delegato della Regione Piemonte presso il Senato del Politecnico stesso; e, per ultimo, per l'esito del finanziamento di Fonti di Vinadio, che risultò scoperto a seguito del fallimento dell'azienda, costringendo il Politecnico a tagliare su altre cattedre per coprirne i costi[16].

Progetti di ricerca commerciali[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2015 al 2017 è stato responsabile scientifico del progetto di ricerca "Valorizzazione risorse geotermiche Tunnel di base del nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione" finanziato tramite contratto commerciale da LTF s.a.s. - Lyon Turin Ferroviaire, la società incaricata di promuovere il tratto transfrontaliero della Torino-Lione, poi divenuta T.E.L.T.[17].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chi è Stefano Lo Russo, nuovo sindaco di Torino: il "secchione" che ha battuto Damilano ilriformista.it
  2. ^ Sarà Stefano Lo Russo il capogruppo del Pd in Sala Rossa torinotoday.it
  3. ^ GIUNTA FASSINO: LE NUOVE NOMINE. MANGONE NUOVO ASSESSORE AL COMMERCIO ascomtorino.it
  4. ^ CITTÀ DI TORINO – STEFANO LO RUSSO CAPOGRUPPO PD IN COMUNE partitodemocraticotorino.it
  5. ^ Primarie centrosinistra a Torino: Lo Russo vince di neanche 300 voti, Tresso sfiora l'impresa. Affluenza flop: solo 11 mila votanti lastampa.it
  6. ^ Elezioni a Torino: Lo Russo il più votato, ma il centrodestra recupera nelle zone benestanti youtrend.it
  7. ^ Lo Russo nuovo sindaco di Torino: "Da tanti anni il centrosinistra non era così unito". Lo sconfitto Damilano: "La città non ha voluto lottare" repubblica.it
  8. ^ Torino: affluenza al 48%, il dato peggiore della storia, su ansa.it.
  9. ^ Federico Dagostino, Presentata la Giunta: giovedì la prima riunione – CittAgorà, su comune.torino.it. URL consultato il 27 ottobre 2021.
  10. ^ Torino, più smog rispetto al 2019 ma la Ztl non riparte.L'assessora Foglietta: "Datemi tempo", su torino.repubblica.it.
  11. ^ Niente Ztl in centro a Torino: Lo Russo prolunga lo stop, su lastampa.it.
  12. ^ Lo Russo: “Torino rientrerà nell’Osservatorio sulla Tav", su quotidianopiemontese.it.
  13. ^ (EN) DIATI - STEFANO LO RUSSO, su DIATI. URL consultato l'11 novembre 2021.
  14. ^ Alessio Coppola, Chi è Stefano Lo Russo: sindaco di Torino, geologo e arbitro, su True News., 18 ottobre 2021. URL consultato l'11 novembre 2021.
  15. ^ (EN) Stefano Lo Russo, new mayor of Turin: from Itis to the Polytechnic, portrait of the nerd who has listened to citizens with his chair, su Italy24 News English, 18 ottobre 2021. URL consultato l'11 novembre 2021.
  16. ^ Scoppia la lite al Poli sulle cattedre con sponsor - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  17. ^ Progetti di ricerca, su diati.polito.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Sindaco di Torino Successore Torino-Stemma.png
Chiara Appendino dal 27 ottobre 2021 in carica
Predecessore Sindaco metropolitano di Torino Successore Città metropolitana di Torino - Stemma.png
Chiara Appendino dal 27 ottobre 2021 in carica