Memorandum d'intesa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un memorandum d'intesa è un documento legale che descrive un accordo bilaterale (o più raramente multilaterale) fra due o più parti. Esso esprime una convergenza di interessi fra le parti, indicando una comune linea di azione prestabilita, piuttosto che un vero e proprio vincolo contrattuale. È un'alternativa più formale rispetto ad un semplice accordo tra gentiluomini (gentlemen's agreement), anche se generalmente non ha il potere di un contratto.

In ambito internazionale si usa l'espressione inglese memorandum of understanding (MoU).

Diritto privato[modifica | modifica wikitesto]

In diritto privato, memorandum d'intesa è sinonimo di lettera di intenti ed è particolarmente diffuso nella common law inglese. Esempi classici di MoU sono quelli che vengono elaborati negli Stati Uniti per regolare i dibattiti elettorali durante le campagne presidenziali; celebre quello di 32 pagine, stilato il 20 settembre 2004, tra il repubblicano George W. Bush e il democratico John Kerry.

Diritto pubblico internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nelle relazioni internazionali, uno dei vantaggi di un MoU rispetto ad un trattato è che il testo di un MoU può essere mantenuto riservato. Inoltre esso può essere messo in atto in molte nazioni senza bisogno di ratifiche. Un MoU è più facilmente modificabile e adattabile rispetto ad un trattato che può richiedere un lungo processo di negoziato. La decisione di una ratifica, comunque, è determinata dalle leggi interne alle parti e dipende in larga misura dal soggetto in discussione.

Sebbene i MoU in campo multilaterale siano abbastanza infrequenti, gli accordi dell'aviazione transnazionali sono dei MoU.

Argomenti correlati[modifica | modifica wikitesto]