Sito palafitticolo San Sivino-Gabbiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sito palafitticolo San Sivino-Gabbiano
EpocaEtà del bronzo
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneManerba del Garda
Scavi
Data scoperta1971
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°32′14″N 10°33′30″E / 45.537222°N 10.558333°E45.537222; 10.558333

UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
Siti palafitticoli preistorici attorno alle Alpi
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
TipoCulturali
Criterio(iii) (iv)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal2011
Scheda UNESCO(EN) Prehistoric Pile dwellings around the Alps
(FR) Scheda

Il sito palafitticolo San Sivino-Gabbiano è situato nella località omonima del comune di Manerba del Garda, in provincia di Brescia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'insediamento fu scoperto nel 1971 da sommozzatori di Desenzano del Garda e negli anni successivi furono effettuati i rilievi sui pali in legno di quercia. La palafitta si estendeva sulla riva del lago di Garda per circa 150 metri ed era sommersa dall'acqua.

I materiali rinvenuti sono costituiti da ceramica e bronzi e sono esposti nel Museo civico della Valtenesi[1] di Manerba del Garda[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonio Fappani (a cura di), Museo civico archeologico di Manerba del Garda, in Enciclopedia bresciana, vol. 10, Brescia, La Voce del Popolo, 1993, OCLC 163182040.
  2. ^ Antonio Fappani (a cura di), Manerba (3), in Enciclopedia bresciana, vol. 8, Brescia, La Voce del Popolo, 1991, OCLC 163182000.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]