Saoirse Ronan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Saoirse Ronan ai Premi BAFTA 2016

Saoirse Úna Ronan (IPA: [ˈsɜːrʃə ˈuːnə ˈroʊnən]) (New York, 12 aprile 1994) è un'attrice irlandese con cittadinanza statunitense.

Ha esordito sul grande schermo con una parte nella commedia romantica 2 Young 4 Me - Un fidanzato per mamma nel 2007. La svolta è arrivata con la parte di un'adolescente precoce in Espiazione (2007), per la quale ha ricevuto la sua prima candidatura al Premio Oscar a soli 14 anni.

La Ronan è stata acclamata dalla critica per il suo ruolo nel film drammatico Brooklyn (2015), che le ha valso la sua seconda candidatura all'Oscar per la miglior attrice. Nel 2017 per la sua interpretazione nella commedia drammatica Lady Bird ha vinto un Golden Globe nella sezione migliore attrice in un film commedia o musicale e ha ricevuto la sua terza candidatura agli Oscar nella sezione miglior attrice protagonista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia unica di Monica Brennan e dell'attore Paul Ronan, entrambi irlandesi, fin da piccola ha avuto la possibilità di frequentare il mondo del cinema accompagnando il padre durante le lavorazioni dei film L'ombra del diavolo, Un perfetto criminale e Veronica Guerin - Il prezzo del coraggio. Saoirse è nata a New York ma all'età di tre anni si è trasferita con i genitori in Irlanda, prima a Carlow e durante l'adolescenza a Howth. Possiede ancora la cittadinanza statunitense e vive a New York dal 2016.[1][2]

La sua prima interpretazione è di Rhiannon Geraghty in The Clinic, telefilm irlandese del 2003, per quattro episodi, a cui segue, nel 2005, quella di Orla Bond in Proof per altri quattro episodi. Esordisce al cinema in 2 Young 4 Me - Un fidanzato per mamma nel 2006, interpretando la figlia adolescente di Michelle Pfeiffer. Nel 2007 si fa notare dal grande pubblico interpretando la piccola Briony in Espiazione, tratto dal libro omonimo di Ian McEwan che vede la partecipazione di Keira Knightley e James McAvoy. Il ruolo le vale una candidatura agli Oscar e ai Golden Globe del 2008 come Miglior attrice non protagonista. Nel 2008 ottiene il ruolo della protagonista Lina Mayfleet in Ember - Il mistero della città di luce e quello della figlia di Catherine Zeta Jones in Houdini - L'ultimo mago.

Nel 2009 Peter Jackson la sceglie come protagonista per Amabili resti, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Alice Sebold: l'interpretazione di Susie Salmon, ragazzina stuprata e uccisa da un maniaco, che segue dall'aldilà la vita della sua famiglia, le vale nomination a vari premi, tra cui il BAFTA Award. Nel 2010 recita in The Way Back, dramma tratto da una storia realmente accaduta; nel 2011 Joe Wright, già suo regista in Espiazione, le dà il ruolo di Hanna nel film omonimo. Prende parte anche a Violet & Daisy insieme a Alexis Bledel, e Byzantium, il film di vampiri diretto nel 2012 da Neil Jordan[3], con Gemma Arterton. Inoltre, Saoirse è la voce inglese della protagonista del film d'animazione giapponese Arrietty - Il mondo segreto sotto il pavimento. Nel 2011 viene anche scelta per interpretare Melanie Stryder nell'adattamento cinematografico di L'ospite, un romanzo di Stephenie Meyer ambientato nel futuro, quando la Terra viene invasa da esseri chiamati Anime. Diretto da Andrew Niccol, il film è uscito nelle sale il 29 marzo 2013.

Nel 2014 compare in Grand Budapest Hotel, diretto da Wes Anderson.[4] Nel 2015 interpreta il ruolo di Eilis Lacey nel dramma romantico Brooklyn di John Crowley, ruolo che le vale una nomination al Premio Oscar, ai Golden Globe, ai BAFTA e ai Screen Actors Guild Award, come Miglior attrice protagonista. Nel 2016 ha debuttato a Broadway nel revival de Il crogiuolo, nel ruolo di Abigail Williams[5]

Nel 2017 compare nel video ufficiale della canzone Galway Girl di Ed Sheeran, e prende parte al film d'animazione Loving Vincent nei panni di Margaret Gaughet[6] Presenta al Toronto International Film Festival il sentimentale Chesil Beach - Il segreto di una notte, adattamento cinematografico del romanzo del 2007 Chesil Beach. Nella pellicola interpreta Florence, una ricca e determinata violinista innamorata del più modesto Edward e scontrandosi con i tabù sociali nell'Inghilterra degli anni '60.[7] Inoltre è la protagonista di Lady Bird,[8] primo film diretto da Greta Gerwig, che le vale la sua prima vittoria ai Golden Globe, una candidatura ai BAFTA, due candidature agli Screen Actors Guild Award e la sua terza candidatura al Premio Oscar.

Nel 2018 è nel cast di The Seagull, nel ruolo di Nina.[9] Nello stesso anno veste i panni di Mary Stuart nel biografico Maria regina di Scozia, diretto da Josie Rourke. Nel cast anche Margot Robbie, nel ruolo di Elizabeth Tudor, e Guy Pearce.[10]

Saoirse Ronan durante la promozione di Lady Bird nel 2018

L’attrice lavorerà nuovamente con Greta Gerwig nel suo adattamento cinematografico di Piccole donne, insieme a Emma Watson, Florence Pugh, Timothée Chalamet, Laura Dern e Meryl Streep.[11][12]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • The Clinic - serie TV, 4 episodi (2003-2004)
  • Proof - serie TV, 4 episodi (2005)

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

  • Garden's Heart, Natasha Khan & Jon Hopkins (2013)
  • Cherry Wine, Hozier (2016)
  • Galway Girl, Ed Sheeran (2017)

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar
Premio BAFTA
Critics' Choice Movie Award
Golden Globe
MTV Movie & TV Awards
Satellite Award
Screen Actors Guild Awards
Vittorie
Nomination

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi lavori, Saoirse Ronan è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Saoirse Ronan is leading contender for Best Actress Oscar, irishcentral.com, 4 novembre 2009. URL consultato il 19 luglio 2014.
  2. ^ A name to reckon with: Saoirse Ronan, theguardian.com, 23 gennaio 2010. URL consultato il 19 luglio 2014.
  3. ^ ‘Byzantium’: i vampiri di Neil Jordan, it.euronews.com, 10 giugno 2013. URL consultato il 19 luglio 2014.
  4. ^ Ralph Fiennes, il concierge che ammazzò l’ereditiera nel primo trailer di "The Grand Budapest Hotel" di Wes Anderson, bestmovie.com, 17 ottobre 2013. URL consultato il 19 luglio 2014.
  5. ^ (EN) Sophie Okonedo, Ciaran Hinds, Ben Whishaw & Saoirse Ronan Set for The Crucible Revival, su broadway.com, 6 agosto 2015. URL consultato il 16 settembre 2015.
  6. ^ Loving Vincent: il film che racconta la vita di Van Gogh animando i suoi quadri, su Pontilenews. URL consultato il 4 aprile 2016.
  7. ^ Chesil Beach, il trailer italiano del film con Saoirse Ronan, su play4movie.com, 23 ottobre 2018. URL consultato il 5 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2018).
  8. ^ Saoirse Ronan nel primo poster italiano di Lady Bird., su badtaste.it.
  9. ^ (EN) Dave McNary, Dave McNary, Saoirse Ronan, Annette Bening’s ‘The Seagull’ Flies to Sony Classics, su Variety, 24 ottobre 2017. URL consultato il 26 luglio 2019.
  10. ^ Maria Regina di Scozia, intrighi a corte con Saoirse Ronan e Margot Robbie, su mymovies.it, 16 ottobre 2018. URL consultato il 5 novembre 2018.
  11. ^ (EN) Emma Watson in Talks to Join Meryl Streep in 'Little Women', su The Hollywood Reporter. URL consultato il 26 luglio 2019.
  12. ^ (EN) Why it's a perfect time for Greta Gerwig's version of 'Little Women', su Los Angeles Times, 5 luglio 2018. URL consultato il 26 luglio 2019.
  13. ^ Bafta 2016, tutti i vincitori, su wired.it, 15 febbraio 2016. URL consultato il 23 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2018).
  14. ^ Golden Globes, tutti i vincitori, su wired.it, 11 gennaio 2016. URL consultato il 17 ottobre 2018.
  15. ^ (EN) 20° edizione dei Satellite Awards, su pressacademy.com, 1º dicembre 2015. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  16. ^ (EN) SAG Awards Nominations: Complete List, su variety.com, 9 dicembre 2015. URL consultato il 24 ottobre 2018.
  17. ^ (EN) The Hollywood Film Awards Officially Launched Awards Season | Hollywood Film Awards, su Hollywood Film Awards, https://plus.google.com/u/0/+HollywoodawardsPLUS/about. URL consultato il 12 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN166139052 · ISNI (EN0000 0001 2035 9887 · LCCN (ENno2008045121 · GND (DE143341472 · BNF (FRcb16520767g (data) · WorldCat Identities (ENno2008-045121