Jack Lowden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jack Lowden nell'agosto 2017

Jack Andrew Lowden (Chelmsford, 2 giugno 1990) è un attore britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nell'Essex, è però cresciuto nel villaggio di Oxton nella Scozia sud-orientale. Da bambino frequentò anche corsi di danza come il fratello minore Calum, divenuto in seguito ballerino professionista, ma scoprì che era più portato per la recitazione. A dieci anni i genitori lo iscrissero al Scottish Youth Theatre di Edimburgo[1] e nel corso degli anni ha preso parte a fare produzioni teatrali. Ha completato gli studi di recitazione alla Royal Scottish Academy of Music and Drama, diplomandosi nel 2011.[2]

Ha ottenuto numerosi successi a teatro in ruoli da protagonista, tra cui la sua interpretazione di Oswald in Ghosts di Henrik Ibsen, per il quale ha vinto un Ian Charleson Award e un Laurence Olivier Award come miglior attore non protagonista nel 2014. Dopo un assortimento di apparizioni televisive e cinematografiche, si fa notare a livello internazionale grazie al ruolo Nikolai Rostov (fratello di Natasha) nella miniserie della BBC Guerra e pace. Nel 2016 ha interpretato il politico britannico Tony Benn nel film A United Kingdom - L'amore che ha cambiato la storia e ha recita al fianco di Rachel Weisz e Tom Wilkinson ne La verità negata.

Nel 2017 recita nel film bellico di Christopher Nolan Dunkirk, e interpreta il ruolo del cantante Morrissey nel film biografico England Is Mine.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Jack Lowden è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) It's fizzy, it's ginger, it's a phenomenal show, thesouthernreporter.co.uk. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  2. ^ (EN) JACK'S SUCCESS, earlstonhigh.scotborders.sch.uk. URL consultato il 28 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN127146937822713832449 · ISNI (EN0000 0004 6470 703X · LCCN (ENno2016083726