Timothée Chalamet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Timothée Chalamet nel 2019
Firma di Timothée Chalamet

Timothée Hal Chalamet (New York, 27 dicembre 1995) è un attore statunitense con cittadinanza francese.[1]

Dopo aver recitato piccoli ruoli in film come Interstellar (2014) e Hostiles - Ostili (2017), viene notato dalla critica per la sua performance in Lady Bird (2017) di Greta Gerwig e soprattutto grazie al ruolo di Elio Perlman nel film Chiamami col tuo nome (2017) di Luca Guadagnino, per il quale riceve la sua prima candidatura ai Golden Globe, al Premio BAFTA, allo Screen Actors Guild Award e al Premio Oscar nella sezione miglior attore protagonista a soli 22 anni, il terzo attore più giovane della categoria e il più giovane dagli anni trenta del XX secolo.[2] Nel 2019 collabora con Woody Allen in Un giorno di pioggia a New York e nuovamente con Greta Gerwig in Piccole Donne. Nel 2021 interpreta il ruolo di Paul Atreides nel kolossal Dune di Denis Villeneuve, consacrandosi presso il grande pubblico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto nel quartiere di Hell's Kitchen a Manhattan,[3] è figlio di Nicole Flender e Marc Chalamet; il padre è francese di Le Chambon-sur-Lignon, dove Timothée ha passato diverse estati durante la giovinezza, mentre la madre è statunitense di New York, di una famiglia di origine ebraica[4][5]. Ha una sorella maggiore di quattro anni, Pauline, attrice anche lei. Suo zio è il regista Rodman Flender. Si è diplomato alla Fiorello H. LaGuardia High School of Music & Art and Performing Arts[3] e si è subito iscritto alla Columbia University.[6][7] Ha poi deciso di trasferirsi alla GalLiatin School of Individualized Study-NYU, sempre a New York, che ha infine abbandonato per poter concentrarsi sulla recitazione.[8]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio come attore avvenne nel 2008, all'età di tredici anni, prendendo parte a due cortometraggi. Nel 2012 partecipa ad alcuni episodi della serie televisiva Royal Pains e ha il ruolo secondario di Finn Walden nella seconda stagione di Homeland - Caccia alla spia. Il suo primo ruolo cinematografico è in Men, Women & Children di Jason Reitman nel 2014. Lo stesso anno, interpreta il ruolo del giovane Tom, interpretato in età adulta da Casey Affleck, in Interstellar di Christopher Nolan.[9] Nel 2015 recita nella commedia Natale all'improvviso.

Nel 2016 recita nel teatro Manhattan Theatre Club dell'Off-Broadway nel dramma del Premio Pulitzer John Patrick Shanley Prodigal Son[3][10] e per la sua performance viene candidato al Drama League Award come miglior performance[11] e vince il Lucille Lortel Award al miglior attore.[12]

Nel 2017 torna al cinema con quattro pellicole: Hostiles - Ostili, diretto da Scott Cooper, a fianco di Christian Bale e Rosamund Pike,[9] Lady Bird, diretto da Greta Gerwig, accanto a Saoirse Ronan,[13] e Hot Summer Nights, presentato al South by Southwest Film Festival.[14] È, inoltre, attore protagonista nell'adattamento cinematografico del romanzo Chiamami col tuo nome, per la regia di Luca Guadagnino.[15][16] Per la sua interpretazione nel ruolo di Elio vince l'Hollywood Film Award al miglior attore emergente[17] e riceve una candidatura come miglior attore in un film drammatico ai Golden Globe[18], come miglior attore cinematografico agli SAG Awards[19], come miglior attore protagonista e miglior stella emergente ai BAFTA[20][21] e come miglior attore protagonista ai Premi Oscar 2018.[22]

Timothée al Festival di Venezia 2019, per la premiere di Il re

Nel 2018 ottiene nuovi apprezzamenti per la sua interpretazione del ruolo del tossicodipendente Nic Sheff nel film Beautiful Boy diretto da Felix Van Groeningen, per cui viene candidato al Golden Globe 2019, ai Premi BAFTA 2019 agli Screen Actors Guild Awards 2019 come miglior attore non protagonista.[23] Nel 2019 viene nuovamente diretto da Greta Gerwig in Piccole Donne, oltre a recitare nel film di Woody Allen Un giorno di pioggia a New York e a interpretare Enrico V nel film di Netflix Il re, un libero riadattamento dei drammi storici di Shakespeare.[24][25][26]

Nel 2020 prende parte a The French Dispatch of the Liberty, Kansas Evening Sun per la regia di Wes Anderson, presentato al Festival di Cannes 2021[27][28] ed entra nel cast del film di fantascienza Dune, adattamento cinematografico del romanzo omonimo scritto da Frank Herbert nel 1965, diretto da Denis Villeneuve, nel ruolo del protagonista Paul Atreides.[29]

In occasione del Super Bowl 2021 Chalamet ha realizzato una pubblicità per Cadillac insieme a Winona Ryder: infatti quest'ultima ha ripreso il suo ruolo che aveva in Edward mani di forbice, interpretato da Johnny Depp, ma in veste di madre di Edgar Mani di Forbice, appunto interpretato dal giovane attore.[30] Chalamet, sempre nel 2021, rientra tra i presentatori di uno degli eventi più mondano di New York, il Met Gala previsto per settembre, dove viene affiancato dalla cantante Billie Eilish, dalla tennista Naomi Ōsaka e dalla poetessa e attivista Amanda Gorman.[31]

Chalamet avrebbe dovuto fare il suo esordio sulle scene teatrali londinesi all'Old Vic, in un allestimento di 4000 Miles diretto da Matthew Warchus e con Eileen Atkins come co-protagonista;[32] la produzione era originariamente prevista per il marzo 2020, ma è stata posticipata e poi annullata in seguito alla pandemia di COVID-19, che ha portato alla chiusura di tutti i teatri londinesi.[33][34]

L'attore recita anche nella pellicola Don't Look Up, commedia di Adam McKay pubblicata su Netflix nel dicembre 2021, al fianco di interpreti del calibro di Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence e Meryl Streep.[35][36]

Inoltre l'attore è nel cast del nuovo film diretto Luca Guadagnino dal titolo Bones & All, basato sull'omonimo libro di Camille DeAngelis, in cui interpreta il personaggio di Lee, insieme all'attrice Taylor Russell:[37] per la premiere del film, Chalamet figura tra gli ospiti del Festival di Venezia 2022[38], al termine del quale Guadagnino e la Russell vengono anche premiati, rispettivamente con il Leone d'argento[39] e con il Premio Marcello Mastroianni[40].[41]

In più è il protagonista Willy Wonka nella pellicola Wonka, diretta da Paul King, nonché prequel della storia del famoso cioccolatiere.[42]

Nel 2022 diventa anche il primo uomo ad apparire sulla copertina di Vogue.[43][44]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • The Talls, di Anna Kerrigan, regia di Carolyn Cantor. McGinn-Cazale Theatre di New York (2011)
  • Prodigal Son, scritto e diretto da John Patrick Shanley. Manhattan Theatre Club di New York (2016)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Timothée Chalamet è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Jacky Goldberg, Rencontre avec Timothée Chalamet, "the next big thing" du cinéma hollywoodien, su lesinrocks.com, 6 febbraio 2018. URL consultato il 13 giugno 2018.
  2. ^ (EN) Marcus James Dixon, 2018 Oscar predictions: Timothee Chalamet (‘Call Me By Your Name’) on track to be 3rd youngest Best Actor nominee ever, in GoldDerby, 23 gennaio 2018. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  3. ^ a b c (EN) Prodigal Son Playwright John Patrick Shanley & Star Timothee Chalamet on the Pain, Poetry & Pride of Revisiting 15, in Broadway.com, 7 marzo 2016. URL consultato il 6 novembre 2017.
  4. ^ (EN) Jews in the News: Mike Nichols, Yael Grobglas and Dominic Fumusa | Tampa Jewish Federation, su Jewishtampa. URL consultato il 10 marzo 2018.
  5. ^ (FR) Céline Demars, Les racines auvergnates de Timothée Chalamet, nouveau chouchou d'Hollywood à 22 ans, in La Montagne, 3 marzo 2018. URL consultato il 14 novembre 2021.
  6. ^ (EN) PeopleHop: Timothée Chalamet, in Bwog, 19 settembre 2013. URL consultato il 6 novembre 2017.
  7. ^ (EN) Timothée Chalamet, in Interview Magazine, 2 giugno 2017. URL consultato il 6 novembre 2017.
  8. ^ (EN) Post di Instagram di NYU Gallatin, su Instagram, 11 marzo 2016. URL consultato il 6 novembre 2017.
  9. ^ a b (EN) 'Interstellar' Actor Timothee Chalamet Joins Scott Cooper's 'Hostiles' (Exclusive), in The Hollywood Reporter. URL consultato il 6 novembre 2017.
  10. ^ (EN) Ben Brantley, Review: ‘Prodigal Son,’ John Patrick Shanley’s Exploration of the Student He Once Was, in The New York Times, 9 febbraio 2016. URL consultato il 6 novembre 2017.
  11. ^ (EN) Gordon Cox, Drama League Awards Nominations: Jessica Lange, Lupita Nyong’o, Jesse Tyler Ferguson and Lots More, in Variety, 20 aprile 2016. URL consultato il 6 novembre 2017.
  12. ^ (EN) Lucille Lortel Awards: The Complete Winners List, in The Hollywood Reporter, 1º maggio 2016. URL consultato il 6 novembre 2017.
  13. ^ Marlen Vazzoler, Lady Bird - Saoirse Ronan protagonista dell'opera prima di Greta Gerwig, trailer, in ScreenWEEK.it, 5 settembre 2017. URL consultato il 6 novembre 2017.
  14. ^ (EN) Brent Lang, A24, DirecTV Nab Worldwide Rights to Timothée Chalamet’s ‘Hot Summer Nights’, in Variety, 8 settembre 2017. URL consultato il 6 novembre 2017.
  15. ^ Beatrice Pagan, Call Me By Your Name: Armie Hammer nel cast del film di Guadagnino, su movieplayer.it, 31 maggio 2016. URL consultato il 1º giugno 2016.
  16. ^ Chiamami Col Tuo Nome (Call Me by Your Name) di Luca Guadagnino al cinema da febbraio, in BadTaste.it, 17 ottobre 2017. URL consultato il 6 novembre 2017.
  17. ^ (EN) Mary J. Blige, Timothee Chalamet, 'I, Tonya' Cast to be Honored at Hollywood Film Awards, in The Hollywood Reporter, 11 ottobre 2017. URL consultato il 6 novembre 2017.
  18. ^ Golden Globe 2018, tutte le nomination, in Il Post, 11 dicembre 2017. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  19. ^ (EN) 2018 Screen Actors Guild Awards: Complete list of nominations, in Los Angeles Times, 13 dicembre 2017. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  20. ^ (EN) Alex Ritman, BAFTA Awards: 'Shape of Water,' 'Three Billboards,' 'Darkest Hour' Lead Pack of Nominations, in The Hollywood Reporter, 8 gennaio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  21. ^ (EN) BAFTAs 2018: Daniel Kaluuya, Florence Pugh, and Timothée Chalamet among Rising Star nominees, in The Independent, 4 gennaio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  22. ^ Paolo Armelli, Oscar 2018, ecco tutte le nomination, in Wired, 23 gennaio 2018. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  23. ^ (EN) Benjamin Lee, Beautiful Boy review – Timothée Chalamet shines in grim addiction drama, in The Guardian, 8 settembre 2018. URL consultato il 20 novembre 2019.
  24. ^ (EN) In pictures: Little Women movie with Emma Watson and Timothee Chalamet, su Evening Standard, 30 ottobre 2019. URL consultato il 20 novembre 2019.
  25. ^ (EN) Steph Harmon, Timothée Chalamet: 'I don’t want to profit from my work on Woody Allen's film', in The Guardian, 16 gennaio 2018. URL consultato il 20 novembre 2019.
  26. ^ (EN) Simran Hans, The King review – Timothée Chalamet is all at sea as Prince Hal, in The Observer, 13 ottobre 2019. URL consultato il 20 novembre 2019.
  27. ^ (EN) Jordan Raup, Timothée Chalamet, Benicio del Toro & More Join Wes Anderson's 'The French Dispatch', su thefilmstage.com, 2 dicembre 2018. URL consultato il 2 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2018).
  28. ^ (EN) Justin Kroll, Timothee Chalamet Joins Tilda Swinton, Bill Murray in Wes Anderson's 'The French Dispatch', in Variety, 6 dicembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 dicembre 2018).
  29. ^ «Dune», la premiere del film (con Timothée Chalamet) sarà a Venezia, su VanityFair.it, 18 giugno 2021. URL consultato il 15 luglio 2021.
  30. ^ Timothée Chalamet come Edward Manidiforbice: lo spot virale, su VanityFair.it, 8 febbraio 2021. URL consultato il 15 luglio 2021.
  31. ^ Simone Vertua, Timothée Chalamet e Billie Eilish saranno "i padrini" del prossimo MET Gala 2021, su L'Officiel Italia, 4 maggio 2021. URL consultato il 15 luglio 2021.
  32. ^ (EN) Lanre Bakare, Timothée Chalamet to make London stage debut, in The Guardian, 20 novembre 2019. URL consultato il 20 novembre 2019.
  33. ^ (EN) Jessie Thompson, How the Old Vic Theatre navigated the choppy waters of 2020, su standard.co.uk, 11 dicembre 2020. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  34. ^ (EN) Manori Ravindran, Manori Ravindran, Timothée Chalamet Play ‘4000 Miles’ Canceled at London’s Old Vic, su Variety, 5 maggio 2022. URL consultato il 5 maggio 2022.
  35. ^ (EN) Justin Kroll, Leonardo DiCaprio, Meryl Streep, Jonah Hill, Timothée Chalamet, Ariana Grande, Himesh Patel, Others Join Jennifer Lawrence In Netflix’s ‘Don’t Look Up’ For Adam McKay, su Deadline, 14 ottobre 2020. URL consultato il 15 luglio 2021.
  36. ^ Tutto ciò che sappiamo su Don't Look Up, il film con Timothée Chalamet e Jennifer Lawrence, su VanityFair.it, 16 febbraio 2021. URL consultato il 15 luglio 2021.
  37. ^ (EN) Justin Kroll, Hot Package: Luca Guadagnino Eyes New Project ‘Bones & All’ With Timothée Chalamet And Taylor Russell Circling Lead Roles, su Deadline, 28 gennaio 2021. URL consultato il 15 luglio 2021.
  38. ^ Condé Nast, Mostra del Cinema di Venezia 2022: Timothée Chalamet è nudo. A metà. Tutte le star alla prova del look, su Vanity Fair Italia, 2 settembre 2022. URL consultato il 14 settembre 2022.
  39. ^ Condé Nast, Venezia 79, Luca Guadagnino vince il Leone d'argento con i cannibali romantici di Bones and All, su Vanity Fair Italia, 10 settembre 2022. URL consultato il 14 settembre 2022.
  40. ^ Premio Mastroianni a Taylor Russell, attrice di Guadagnino - Ultima Ora, su Agenzia ANSA, 10 settembre 2022. URL consultato il 14 settembre 2022.
  41. ^ Di Giuseppe Fantasia, Questo è, di nuovo, l'anno di Timothée Chalamet e Luca Guadagnino, su Marie Claire, 2 settembre 2022. URL consultato il 14 settembre 2022.
  42. ^ (EN) Rebecca Rubin, Timothée Chalamet to Play Young Willy Wonka in Warner Bros. Movie, su Variety, 24 maggio 2021. URL consultato il 15 luglio 2021.
  43. ^ Timothée Chalamet in copertina su British Vogue: è la prima volta di un uomo - Luce, su luce.lanazione.it, 16 settembre 2022. URL consultato il 1º ottobre 2022.
  44. ^ Timothée Chalamet è il primo uomo sulla cover di British Vogue. E al naturale, su la Repubblica, 15 settembre 2022. URL consultato il 1º ottobre 2022.
  45. ^ WE ARE WHO WE ARE: I CAMEO NASCOSTI DI TIMOTHÉE CHALAMET E ARMIE HAMMER (VIDEO), su movieplayer.it. URL consultato il 30 settembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN28152820127300681335 · ISNI (EN0000 0004 6871 3031 · LCCN (ENno2016041218 · GND (DE1154460568 · BNE (ESXX5792543 (data) · BNF (FRcb17759386x (data) · J9U (ENHE987007404317405171 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016041218