Roberto Pischiutta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Pivio)
Jump to navigation Jump to search
Pivio
NazionalitàItalia Italia
GenereColonna sonora
New wave
World music
Periodo di attività musicale1980 – in attività
EtichettaI dischi dell'espleta
Album pubblicati97
Sito ufficiale

Roberto Pischiutta, detto Pivio (Genova, 7 giugno 1958), è un musicista e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fondatore nel 1979 con Marco Odino del gruppo new wave Scortilla, di cui si ricorda l'hit Fahrenheit 451, dopo essersi laureato in Ingegneria Elettronica all'Università di Genova si trasferisce a Roma verso la fine degli anni ottanta e, insieme ad Aldo De Scalzi, dà vita ad un sodalizio artistico di alto livello nel campo della musica da film.

Ottenuta la notorietà internazionale con Il bagno turco, ha composto un centinaio di colonne sonore sia per il cinema che per la televisione tra cui Elvjs e Merilijn, Ormai è fatta!, I giardini dell'Eden, Harem Suare, Casomai, El Alamein, Piano 17, Complici del silenzio, Si può fare, La peggior settimana della mia vita, Song 'e Napule (col quale nel 2014 vince il David di Donatello, il Nastro d'argento, il Globo d'oro ed il Bifest per la migliore colonna sonora), Ammore e malavita (col quale nel 2018 vince il David di Donatello sia per la migliore colonna sonora che per la miglior canzone, il Soundtracks Stars Award alla Mostra del cinema di Venezia, l'RdC Award per la miglior colonna sonora, il Ciak d'oro sia per la migliore colonna sonora che per la miglior canzone e la Ciliegia d'oro per la miglior colonna sonora) e le serie televisiva di Distretto di Polizia, L'ispettore Coliandro e Medicina generale. Autore di album solo (Stupid World) e con i Trancendental (Rinascimento, Deposizione, sempre con Aldo De Scalzi), svolge anche l'attività di produttore (Agricantus, Ramya & Nu-K, Ginevra). Con Aldo De Scalzi ha fondato l'etichetta discografica I dischi dell'espleta e la società di edizioni musicali Creuza. Nel 2016 torna alla realizzazione di un lavoro solista It's fine, anyway, scritto, suonato e cantato in quasi totale autonomia, previsto per diventare un film musicale ad episodi entro il 2017 (il primo episodio ha esordito il 12 dicembre 2016 al Noir in Festival di Milano ed ha visto il riconoscimento di un Nastro d'Argento nel 2017 e del premio PIVI 2017). Il 10 gennaio 2017, ad un anno dalla perdita di David Bowie, è uscito il suo nuovo lavoro Lodging a scary low hero che contiene 12 cover tratte dagli album "berlinesi" Low, Heroes, Lodger e Scary Monsters (and Super Creeps). Il 7 giugno 2018, in occasione del suo sessantesimo compleanno, esce il singolo Muted Birthday, anteprima dell'album solista Mute in uscita il 7 marzo 2019.

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Pivio & Aldo De Scalzi[modifica | modifica wikitesto]

Pivio & Danilo Madonia[modifica | modifica wikitesto]

Pivio (singolarmente)[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Il silenzio grande (regia di Alessandro Gassmann, 2019)
  • Fronte del porto (regia di Alessandro Gassmann, 2018)
  • La pazza della porta accanto (regia di Alessandro Gassmann, 2015)
  • Qualcuno volò sul nido del cuculo (regia di Alessandro Gassmann, 2015)
  • Riccardo III (regia di Alessandro Gassmann, 2013)
  • Immanuel Kant (regia di Alessandro Gassmann, 2010)
  • Roman e il suo cucciolo (regia di Alessandro Gassmann, 2010)
  • L'ebreo (regia di Enrico Maria Lamanna, 2010)
  • La parola ai giurati (regia di Alessandro Gassmann, 2008-2009)
  • Corps otages (regia di Fadhel Jaibi, 2006)
  • Infernetto (di Giorgio Tirabassi. 2004)
  • Le crociate viste dagli arabi (regia di Consuelo Barillaro, 2003)
  • La forza dell'abitudine (regia di Alessandro Gassmann, 2002)
  • Junun (regia di Fadhel Jaibi, 2001)
  • K2 (regia di Edoardo Erba, 1999)

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Pivio[modifica | modifica wikitesto]

Pivio & Aldo De Scalzi[modifica | modifica wikitesto]

Trancendental[modifica | modifica wikitesto]

Scortilla[modifica | modifica wikitesto]

  • Fahrenheit 451 (1984)
  • Scortilla 1980-2005 (2006)
  • Invisible (2010)
  • Fahrenheit 451 - Nervous wave from Genova (2013)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN19448293 · ISNI (EN0000 0000 5374 0484 · LCCN (ENno2007010527 · GND (DE1061954072