Episodi de L'ispettore Coliandro (terza stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da L'ispettore Coliandro 3)
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: L'ispettore Coliandro.

L'ispettore Coliandro (logo).gif

La terza stagione della serie televisiva L'ispettore Coliandro, composta da 4 episodi, è stata trasmessa in prima visione in Italia da Rai 2 dal 1º al 22 settembre 2009.

Titolo italiano Prima TV Italia
1 Sempre avanti 1º settembre 2009
2 Il sospetto 7 settembre 2009
3 Sangue in facoltà 15 settembre 2009
4 Cous cous alla bolognese 22 settembre 2009

Sempre avanti[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante il servizio d'ordine allo stadio cittadino, Coliandro e la Balboni arrestano un ultrà che stava cercando di accoltellare un poliziotto: terrorizzato dall'idea di finire in carcere, il ragazzo si dice disposto a dar loro una soffiata su di un pericoloso criminale, in quei giorni in incognito a Bologna. Inizialmente l'ispettore non dà molto peso alle sue dichiarazioni; quando però il collega, l'ultrà e la Balboni vengono uccisi in sequenza, Coliandro si convince di essere la potenziale quarta vittima, e insieme a Gargiulo inizia a indagare, concentrando i suoi sospetti sui frequentatori di una palestra che al suo interno sembra nascondere molti segreti. Anche Lara, un'amica del ragazzo ucciso e frequentatrice della palestra, si unisce all'ispettore nelle indagini.

Il sospetto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'agente Gargiulo si presenta a casa di Coliandro nel cuore della notte, ubriaco e con un coltello insanguinato in mano: l'ispettore cerca di ricostruire l'accaduto, e dallo sconclusionato racconto dell'amico arriva a scoprire il cadavere di una giovane ragazza crudelmente trucidata. Aiutati da Catena, la cugina dell'amico, i due cercano di ricostruire cosa sia realmente accaduto quella notte, per poter scagionare Gargiulo e trovare così gli assassini della ragazza, cercando al contempo di non farsi scoprire dai loro colleghi della questura, che stanno indagando per proprio conto sull'omicidio.

Sangue in facoltà[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Daria Nicolodi (professoressa Moline)

Il marito di una vecchia professoressa di Coliandro viene ucciso all'interno dell'università bolognese. La donna viene accusata dell'omicidio a causa delle continue scappatelle del consorte; l'ispettore non reputa però la professoressa capace di un tale delitto, iniziando così a indagare per proprio conto sull'accaduto. In questo frangente, Coliandro conosce Valentina, la figlia segreta del professore, una ragazza cieca che lavora in ateneo come assistente: insieme a lei cerca di scoprire l'identità del killer che si aggira tra le aule dell'università, dato che più il tempo passa e più gli omicidi misteriosi si moltiplicano.

Cous cous alla bolognese[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La guest star Dan Peterson (Grady)

Una ragazza musulmana si presenta nell'ufficio di Coliandro per segnalare l'improvvisa e misteriosa scomparsa del padre. Controvoglia, l'ispettore decide comunque di fare qualche indagine in giro per la città, arrivando a scoperchiare, a sua insaputa, una segreta e illegale extraordinary rendition dei servizi segreti statunitensi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La sceneggiatura dell'episodio è basata in buona parte sul romanzo di Carlo Lucarelli Falange armata.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione