Episodi de L'ispettore Coliandro (quarta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: L'ispettore Coliandro.

L'ispettore Coliandro (logo).gif

La quarta stagione della serie televisiva L'ispettore Coliandro, composta da 2 episodi, è stata trasmessa in prima visione in Italia da Rai 2 dal 19 al 26 marzo 2010.

Titolo italiano Prima TV Italia
1 Anomalia 21[1] 26 marzo 2010[2]
2 666 19 marzo 2010[2]

Anomalia 21[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il cantante Max Pezzali, guest star dell'episodio.

Nel processo contro Scognamiglio, boss del clan dei casalesi, la procura di Bologna deve fare affidamento sulla testimonianza di Jelena, che ora vive sotto protezione, in un luogo segreto e con un nuovo nome. Negli stessi giorni, Coliandro è stato trasferito all'ufficio passaporti, dove continua a provocare guai ma dove viene anche a conoscenza, del tutto casualmente, della nuova identità di Jelena. Ancora innamorato, Coliandro decide di andare da lei per rivederla, ma una volta sul posto si trova a dover scappare, assieme alla ragazza, da due falsi poliziotti, in realtà killer della camorra. Coliandro capisce che Scognamiglio, nonostante sia rinchiuso in carcere, sapeva dove si nascondeva Jelena e sta facendo di tutto per non farla presenziare al processo. L'ispettore si rende anche conto che c'è un solo modo per cui il criminale poteva sapere ciò: l'esistenza di una talpa nella procura bolognese.

666[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Coliandro, per punizione, è stato trasferito di nuovo, stavolta al noioso reparto cinofilo. Qui viene a trovarlo sua sorella, molto preoccupata per la figlia Angelica[4], che da un po' di tempo si è appassionata al black metal e sta frequentando un ragazzo che sembra essere vicino a una setta satanica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Questo episodio riprende le vicende dell'episodio La pistola della seconda stagione, e vede il ritorno dei personaggi di Jelena (Xhilda Lapardhaja) e Scognamiglio (Antonino Iuorio).
  2. ^ a b La RAI, per ragioni di opportunità, ha deciso di invertire l'ordine di trasmissione degli episodi, facendo quindi saltare la sequenza narrativa della serie (l'episodio Anomalia 21 precede temporalmente 666). Questo spostamento è stato inizialmente giustificato dalla RAI con il fatto che l'episodio 666, dedicato alle sette sataniche, rischiava altrimenti di finire pericolosamente programmato a ridosso del Venerdì Santo; ma Marco Manetti ha sostenuto invece che lo spostamento sarebbe stato dettato dal fatto che 666 era stato reputato dalla RAI l'episodio "meno riuscito" tra i due, così l'azienda avrebbe scelto unilateralmente di programmarlo per primo, lasciando ad Anomalia 21, l'episodio ritenuto "migliore".
  3. ^ Ascolti TV di venerdì 26 marzo 2010, su davidemaggio.it, 27 marzo 2010.
  4. ^ Questo episodio vede il ritorno del personaggio di Angelica (Dalila Ansalone), nipote di Coliandro, già vista nell'episodio Vendetta cinese della prima stagione.
  5. ^ News & Extra - Raduno a Bologna domenica 28 febbraio, su coliandro.it, 5 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2010).
  6. ^ Mattia Buonocore, Ascolti TV di venerdì 19 marzo 2010, su davidemaggio.it, 20 marzo 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione