Francesco Siciliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Siciliano (Roma, 20 aprile 1968) è un attore italiano, figlio dello scrittore Enzo Siciliano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Oltre che attore è regista, produttore e manager culturale, diplomato all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio d'Amico. Francesco Siciliano inizia prestissimo come attore teatrale a collaborare con i principali teatri stabili italiani, è infatti del 1991 la sua partecipazione agli “Ultimi giorni dell'umanità” celebre spettacolo di Luca Ronconi prodotto dal Teatro Stabile di Torino, Siciliano manterrà con Ronconi una fervida collaborazione negli anni, parteciperà infatti a numerosi spettacoli del grande regista, fino al più recente “Memoriale di Tucidide” prodotto dal Piccolo Teatro di Milano nel 2004.

Siciliano ha lavorato inoltre con il teatro di Roma, il teatro stabile di Parma dove per la sua interpretazione di Jimmy Porter in “Ricorda con rabbia” di John Osborne con la regia di Walter Le Moli ebbe una segnalazione al premio Ubu come miglior attore nel 1999, e per le più importanti compagnie private. Nel 2009 ha diretto, prodotto ed interpretato “Il Ciclope” di Euripide presentato alla Biennale teatro di Venezia.

Tra i suoi lavori al cinema ricordiamo Naja, regia di Angelo Longoni, e La cena, regia di Ettore Scola, per cui ha ricevuto il Nastro d'Argento, Io ballo da sola regia di Bernardo Bertolucci, La Santa regia di Cosimo Alemà di cui è anche produttore e Pasolini regia di Abel Ferrara.

Ha ricoperto l'incarico di vice responsabile nazionale dell'informazione e cultura del Partito Democratico, e dal 5 aprile 2011 fino al luglio 2013 è stato assessore alla Cultura e spettacolo della Provincia di Cagliari.

Attualmente siede nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Roma e Lazio Filmcommission.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Aspettando il treno, regia di Catherine McGilvray (2003)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN233511058 · SBN: IT\ICCU\RAVV\473046
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie