Sergio Sollima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sergio Sollima sul set di Uomo contro Uomo, nel 1988

Sergio Sollima (Roma, 1º aprile 1921Roma, 1º luglio 2015[1]) è stato un regista e sceneggiatore italiano.

Suo figlio è il regista Stefano Sollima.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma svolse attività di critico cinematografico. Esordì artisticamente negli anni cinquanta come assistente di Domenico Paolella e autore teatrale. Amico di Sergio Leone, negli anni sessanta fu uno dei più noti specialisti del genere Spaghetti western, con una particolare propensione alla costruzione approfondita dei personaggi. I suoi western erano considerati "politici", in quanto caratterizzati da tematiche sociali, con riferimenti non nascosti alle lotte terzomondiste e a Che Guevara, cui è ispirato il personaggio di Cuchillo, interpretato da Tomás Milián nel dittico La resa dei conti e Corri uomo corri e che divenne un simbolo per Lotta Continua e la sinistra italiana[2].

Firmò anche un paio di lungometraggi con lo pseudonimo di Simon Sterling (Agente 3S3 - Passaporto per l'inferno e Agente 3S3 - Massacro al sole). Dagli anni settanta, dopo alcune opere noir (Città violenta, Il diavolo nel cervello e Revolver), si dedicò con successo alla realizzazione di sceneggiati televisivi (Sandokan) e film (Il corsaro nero) ispirati dalla produzione letteraria di Emilio Salgari.

È morto a Roma il 1º luglio 2015 all'età di 94 anni: il figlio Stefano ha dedicato il suo film Suburra alla sua memoria.

Il teatro[modifica | modifica wikitesto]

Sandokan[modifica | modifica wikitesto]

Attorno alla metà degli anni settanta, lo sceneggiato televisivo Sandokan, interpretato da Kabir Bedi riscosse un enorme successo di pubblico, diventando un vero e proprio "caso nazionale". Molti bambini nati attorno agli anni '76-'78 vennero chiamati Sandokan. Il termine Sandokan divenne anche un aggettivo, con il significato di "forte e/o grosso e/o coraggioso".

Il successo commerciale di Sandokan consentì al regista la produzione de Il corsaro nero con un budget rilevante.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ È morto Sergio Sollima, “padre” di Sandokan Lastampa.it
  2. ^ "Destra e sinistra nel cinema italiano" di Cristian Uva e Michele Picchi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN90356079 · LCCN: (ENno89015787 · SBN: IT\ICCU\SBNV\011326 · ISNI: (EN0000 0000 7827 7107 · GND: (DE132649152 · BNF: (FRcb13940549p (data)