Francesco Damiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Damiani
Nazionalità Italia Italia
Altezza 190 cm
Pugilato Boxing pictogram.svg
Categoria Pesi massimi
Carriera
Incontri disputati
Totali 32
Vinti (KO) 30 (24)
Persi (KO) 2 (2)
Pareggiati 0
Palmarès
1989-1991Titolo mondiale WBO Massimi
Italia Italia
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Los Angeles 1984 Supermassimi
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Monaco 1982 Massimi
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Tampere 1981 Massimi
Oro Varna 1983 Massimi
 

Francesco Damiani (Bagnacavallo, 4 ottobre 1958) è un ex pugile italiano, primo campione del mondo dei pesi massimi nella versione WBO, di cui detenne il titolo dal 6 maggio 1989 all'11 gennaio 1991.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Pugile[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'argento ai Campionati mondiali di pugilato dilettanti 1982 di Monaco di Baviera dove sconfisse il grande Teófilo Stevenson imbattuto da 11 anni, ma venne poi battuto dallo statunitense Tyrell Biggs. Argento anche alle Olimpiadi di Los Angeles del 1984, ancora una volta battuto da Biggs con un verdetto contestatissimo dal pubblico americano e che portò Harry Carpenter, il commentatore della BBC ad affermare "è la peggiore decisione che io abbia mai visto in tutti i miei anni di commentatore".

Damiani cominciò la carriera professionistica nel 1985, dotato di buona tecnica individuale e grande incassatore, inanellò 29 vittorie consecutive, e venne incoronato Campione Internazionale WBC, Campione Europeo EBU e Campione del Mondo WBO.

Si ritirò nel 1993 con all'attivo 30 vittorie (24 KO) e 2 sconfitte, patite contro Ray Mercer e Oliver McCall. All'apice della sua carriera era stato scelto per affrontare nel 1991 Evander Holyfield per il campionato unificato dei pesi massimi, ma un infortunio alla caviglia gli impedì di salire sul ring.

Con Primo Carnera è l'unico italiano a potersi fregiare del titolo di campione del mondo dei pesi massimi.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

È stato allenatore dei pugili italiani alle Olimpiadi di Pechino dove questi hanno conquistato una medaglia d'oro con Roberto Cammarelle nella categoria +91 kg (pesi supermassimi), una d'argento con Clemente Russo nella categoria 91 kg (pesi massimi) e una di bronzo con Vincenzo Picardi cat.51 kg (pesi mosca)[1].

Mantiene l'incarico anche alle Olimpiadi di Londra 2012 dove i suoi pugili hanno conquistato altre tre medaglie: argento per Roberto Cammarelle (supermassimi) e Clemente Russo (massimi), bronzo per Vincenzo Mangiacapre (superleggeri). Si riconferma l incarico ai giochi di RIO 2016

Risultati Olimpici[modifica | modifica wikitesto]

Mosca 1980[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles 1984[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]